Domande epocali

Immagine presa dal web

Si comincia più o meno così: di solito sono parenti o amici (più donne, per la verità) dei tuoi genitori, o comunque conoscenti (di qualcun altro) più anziani che ti fanno la prima domanda della serie. E tu a 4, 5, 6, 7 anni cosa vuoi rispondere? Di norma la prima cosa che ti passa per la testa, un personaggio dei cartoni, o magari la figura di riferimento che hai in quel momento (ricordo di essere passata da “la suora” a “la maestra” a “la catechista”, negli anni tra materne ed elementari!)… insomma, non ho mai sentito nessuno rispondere “l’impiegata amministrativa” o “l’autista del camion spurghi”, anche se poi è quello che fanno da adulti.

A partire dai 14-15 anni cambia la solfa… “Allora, ce l’hai il moroso/fidanzato/ragazzo/uno che ti piace?”.

E, per favore, notate l’ultima. È deprimente: perchè sottintende che secondo quella vecchia bacucca (messe come state) l’unica chance è “ammirare qualcuno da lontano”. Ah, da ora in poi parlo al “femminile” solo perché è la versione che ne ho avuto io… anche se credo che i maschi vengano lasciati un minimo più in pace. Un minimo.

Ok, trovate infine un povero cristo che vi sopporta (o crista… insomma, ci siam capiti!) e si passa alla fase successiva: “Allora, quand’è che ti sposi?”

Mah, non so… che dici di lasciar passare tipo due settimane da quando ci siamo messi insieme??? Ma non è finita.

Vi sposate e: “Allora, a quando un bimbo?”

Spesso addirittura durante il pranzo di nozze… eccheccavolo, la facciamo almeno passare una notte??? C’è però un modo (abbastanza sicuro) per evitarla: non sposarsi. Tipo andare a convivere e basta. L’”intervistatore/trice tipo” è di solito quel genere di persona che non concepisce (chiedo scusa per il gioco di parole) figli senza avere prima una fede al dito messa con la benedizione di un prete o il discorso di un sindaco… ergo, difficilmente farà domande in merito!

Ecco, io sono ferma in questa fase. E sto anche iniziando ad averne piene le scatole, che è un altro discorso: perchè ci addentreremmo nei misteri di chi, rivedendoti dopo mesi/anni ritiene che sia un’ottima cosa chiederti per prima “Ma… sei ingrassata?” (e la risposta “saranno anche ciufoli miei” devi trattenerti dal darla per via di quella cavolo di “educazione” che i tuoi t’hanno inculcato) o direttamente “Ma… sei incinta?” (cui corrisponde, sempre solo per TUA educazione, “No, sono solo ingrassata…”  e il cerchio si chiude).

E mi chiedo: ma dopo che il pargolo è nato… quale diventa “la” domanda?!?

No, perché dopo ormai che sti caziani possano domandarti dovrebbero esserci rimasti solo quando andrai in pensione (ahahahahah) e quando pensi di tirare le cuoia. A meno che… a meno che il ciclo non riprenda daccapo concentrandosi sul nuovo arrivato! 😉

Annunci

8 pensieri su “Domande epocali

  1. a titolo di cronaca io sono arrivata a- quando la pensione?- ho 60 anni non più tardi di ieri sera risspostasMai perchè sono in scuola privata dove la gente come me con 35 annio di esperienza la tesaurizzano dopo di che ho mandato la non amata cognata a farsi un set di samsonyte di cazzi suoi

    Mi piace

  2. Ciao Paola!!! Grazie per la visita 🙂
    Sapevo già del tuo micio Shunrei, anche perchè la “colpa” di questo suo nome alla fine è un po’ mia, dopo che Patt ci ha presentate su FB… e uso come pseudonimo per il blog lo stesso nome che ho dato alla mia micia “grande”! 😉

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...