Never Ending Story – Parte 1^

Il © del marchio Eni è di Eni, il © della Morte è di Morte… allo stato attuale, preferirei avere a che fare col Servizio Clienti della seconda! Quanto meno: a livello contabile so che lì se la cavano meglio…

Vi prego, questo post sarà lungo e addirittura diviso in due parti (proprio per la sua lunghezza), ma seguitemi… perchè stavolta ho davvero bisogno di condividere quest’assurdità con qualcuno!

Ad agosto dello scorso anno, dopo 6 anni di “onorato” (si fa per dire!) servizio come clienti Eni per la fornitura del gas, ci siamo decisi a cambiare fornitore e passare ad Hera. Come mai? Tariffe più convenienti? Servizio clienti un po’ meno pietoso? Niente della prima, e si sperava almeno un pochino della seconda. Quello che ci aveva convinti a “lasciare la strada vecchia per la nuova” era stato lo schifosissimo modo in cui Eni aveva iniziato a gestire la nostra utenza dopo essere “subentrata” alla vecchia cara (sia monetariamente che affettivamente) Italgas: fino ad agosto 2009 non avevamo mai avuto problemi (beh, non più degli utenti medi!), noi davamo le autoletture, loro fatturavano, loro mandavano ogni tanto un letturista, poi fatturavano… e via di seguito. Poi… dio sa cosa hanno combinato nel passarsi i dati/nel cambio di intestazione, ma non siamo più stati capaci di poter dare un’autolettura o di ricevere le fatture con una qualche comprensibile scadenza..!

Provo a spiegare: dopo la lettura di 10250 mc del 26.08.2009, regolarmente validata, fatturata e saldata, in data 17.09.2009 ad Eni risultava per la nostra utenza un’assurda lettura di 16501 mc (con una “differenza”, in circa un mese estivo, di oltre 6000 mc, pari al nostro consumo medio di svariati anni insieme!), tra l’altro classificata come “errore sulla lettura”. (e vorrei vedere!) A seguito di ciò non è stato più possibile comunicare alcuna lettura (tutte risultavano “errore sulla lettura”, perchè ovviamente inferiori a quella). Abbiamo segnalato l’errore più volte appena rilevatolo, a partire dal 04.01.2010, sia telefonando al Servizio Clienti sia recandoci personalmente al punto Eni della nostra città (ah, che piacevoli gite!), ma ogni volta ci è stato detto di riprovare dopo “un mese se non si fosse risolto”.

Ad oltre sei mesi dall’errore iniziale, nulla essendo stato risolto  (nessuna possibilità di comunicare letture esatte, nessuna fattura emessa – con i consumi reali che lasciavano presupporre che quando una fattura sarebbe stata emessa, sarebbe anche stata di importo ben elevato: i consumi di quasi un intero anno tutti insieme!!!), allo sportello di qua semplicemente ripetevano di non poter far nulla e che avrebbero trasmesso tutto a Roma… sì, buonaseeeera… A marzo ho fatto reclamo scritto… entro 40 giorni dovevano rispondermi. Sisì, una risposta è arrivata. A settembre. Quando ormai avevamo cambiato gestore… rispostina genericissima del tipo “abbiamo risolto tutto e corretto le letture perchè erano sbagliate, visto come siamo stati bravi?”.Avrei potuto chiedergli indietro (da loro condizioni stampate sul retro del modulo di reclamo) 20 €uri di penale per il ritardo nella risposta, ma pensando allo sbattezzo per farlo… ho lasciato correre.

Nel corso di quest’odissea il motivo del casino ero riuscita a capirlo io (che non sono un genio del gas): pura curiosità, apro lo sportello del contatore dei vicini (ne abbiamo due, uno sopra e uno sotto…).. diocristo, la lettura di quelli del terzo piano è praticamente quella che secondo Eni è la nostra!!! Che era successo? Beh, che sti idioti di Eni s’erano scambiati le matricole dei due contatori… fottendosene alla grande che i tubi (esterni, perfettamente seguibili “col ditino” a sostegno dell’occhio fino ai rispettivi piani. Tre. Tre contatori e tre piani, nessun “ragnaccio” complicato di tubi, insomma!) indicassero bene di chi fosse uno e di chi l’altro (se non bastavano le etichette con i cognomi appiccicate sui contatori stessi!!!).

Lunedì mi arriva la bolletta di Eni a “chiusura” (alla buon’ora, direi… è dal 30/9 che non siamo più loro clienti!!), dopo la penultima corretta (♪♫ Aaaallelujah! Aaaaallelujah! Allelujah, allelujah, allelujaaaaaaaah! ♪♫) ed emessa su una lettura di 11116 metri cubi al 31/08/2010. Va bene. Volete sapere quanto vorrebbero adesso questi mentecatti?

€.5.134,95

Letto bene, ma ve lo riscrivo in lettere: cinquemilacentotrentaquattro e 95 €cent.  Perchè? Perchè dalla lettura di 11116 del 31/8, secondo loro all’1/10 il nostro contatore segnava ben 17657. In un mese (settembre, caldaia spenta!) il consumo di 6 anni. Insomma, dopo i reclami, i ritardi, le loro scuse per lettera… hanno rifatto quel dannatissimo errore di metter su la lettura dei vicini!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! Tra l’altro: la lettura indicata in quell’abominio di fattura è quella dei vicini. Il numero di matricola del contatore, invece, è il nostro.

Inutile dirvi che oggi vado a bloccare immediatamente il pagamento in banca, e che all’Eni ci sentiranno… eccome se ci sentiranno! Anche perchè, grazie a questa loro vaccata finale, sono riusciti ad incasinarci la vita anche “dopo”… (difatti, il seguito al prossimo post!).

Ho già pronta un po’ di roba che intendo mandargli per raccomandata ed in copia anche all’ADUC, e en passant chiederò anche il rimborso di quei 20 €urini per il ritardo nel riscontro del reclamo (eh, già che ci siamo!)… ma nei prossimi giorni ho anche intenzione di inviare Consorte e documentazione all’I.U.C. (Inutile Ufficio Clienti) a ribadire il tutto.

Perchè il Consorte e non io (quando tra l’altro l’utenza è pure intestata a me)? Beh, se ci tenete che io continui ad aggiornare questo blog da casa mia e non dalle patrie galere… fidatevi, è meglio che a parlarci di persona ci vada lui!! 😉

Post correlati: #2 – #3 – #4 – #5 – #6 – #7 – #8 – #9 – #10 – #10b – #11 – #12

Annunci

24 pensieri su “Never Ending Story – Parte 1^

    • E poi che ho risparmiato al web il casino che ci ha fatto Telecom a ottobre con il passaggio ad Infostrada (tant’è che grazie a loro abbiamo perso per sempre il telefono fisso, a meno di disdire completamente con Infostrada e rifare un contratto da nuovo con costi di attivazione e quant’altro… ma figurati, con i nostri “precedenti” andrebbe tutto stortissimo pure lì! Quindi, ci teniamo la linea “monca” solo ADSL…)! 😉

      Mi piace

    • Diciamo che con il blog preferisco far sorridere chi legge… ma ammetto che questa tua reazione solidale mi fa piacere! 🙂
      Vedremo se la “minaccia” di aver mandato tutto in copia all’Aduc funziona (con Telecom è bastata quella!), diversamente… mi sa che qua dovremo andarci in fondo in un modo o nell’altro (preferisco dare quei 5000 €uri a un avvocato, che a quei delinquenti!)!
      Noi sull’Enel non abbiamo niente da ridire (abbiamo cambiato gestore anche per l’elettricità solo perchè Hera aveva una buona offerta “dual” per chi passava sia con il gas che con la luce da loro… e con il gas VOLEVAMO passare!), ma devo anche aggiungere che… forse è perchè non ci sono mai stati problemi da dover risolvere!

      Mi piace

  1. comunque qui la faccenda si è risolta con un azzeramento delle bollette sbagliate un riconteggio sulla base di quelle degli anni precedenti , una cifra sensata ed una rateizzazione sempre sulla base delle ragionevoli bollette precedenti

    Mi piace

  2. La rateizzazione non mi interessa: hanno fatturato (e noi pagato) “decentemente” fino al 31/8, dall’1/10 noi siamo passati al nuovo fornitore… quindi figuriamoci, in sospeso con quei delinquenti ho soltanto i 30 giorni di settembre!! Una cifra “infima”, se vogliamo, visto che il riscaldamento è ancora spento… e di sicuro lontanissima dai 5000 € di cui sopra!
    Quello che mi fa imbestialire è che il 27/8 hanno mandato la lettera di scuse con tanto di indicazione delle correzioni alle letture, poi un mese dopo… tac! si rimangiano tutto e rifanno l’errore. A mio parere, con una coda di paglia da qui a Brindisi…

    Mi piace

  3. no a noi hanno fatto la nuova fatturazione per i mesi che avevano sbagliato (non avevano mandato le fatture in banca , mio marito aveva chiesto il motivo e avevano spiegato l’errore con la nuova contabilità conseguente al cambio dei contatori, assicurando che avrebbero corretto l’errore, poi pretendevano che si pagasse in una sola soluzione una fatturazione enorme e sbagliata. infine hanno rifatto i conti, ridimensionato la fatturazione e rateizzato l’importo)

    Mi piace

    • Sai qual è l’altro lato “assurdo” della faccenda? Che qua i contatori sono stati cambiati nel… 1998! 6 anni prima che subentrassimo noi, e infatti fino al 2009 non ci sono mai stati problemi. Il casino è successo quando Eni è subentrata a Italgas… qualche imbecille avrà trasferito male dei dati e patatrac!

      Mi piace

  4. Pingback: Never ending story – Parte 2^ « Gite Mentali

  5. Pingback: Never Ending Story – Parte 3^ « Gite Mentali

  6. Pingback: Neverending Story – Parte 4^ « Gite Mentali

  7. Pingback: Neverending Story – Parte 5^ « Gite Mentali

  8. Pingback: Never Ending Story – Parte 6^ « Gite Mentali

  9. Pingback: Never Ending Story – Parte 7^ « Gite Mentali

  10. Pingback: (Never)ending story – Parte 8^ « Gite Mentali

  11. Pingback: Neverending story – Parte 9^ è__é « Gite Mentali

  12. Pingback: Neverending story – Parte 10^ « Gite Mentali

  13. Pingback: Giornata di melma « Gite Mentali

  14. Pingback: Neverending Story – Part 11 « Gite Mentali

  15. Pingback: Neverending Story – Part 12 « Gite Mentali

  16. Pingback: A volte ritornano | Gite Mentali

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...