Settimana bianca

(nessun gatto ha avuto l'influenza davvero per realizzare questa "foto"...)

No, niente vacanze… almeno, non nel senso convenzionale del termine: in effetti negli ultimi otto giorni le “ferie” da diverse cose le ho fatte, in un certo senso! Le avrei fatte anche dal blog, se non fosse stato (come mi è capitato di accennare in un commento) per la funzione “programma” di WordPress unita al fatto che i post della settimana scorsa li avevo avuti in mente (e scritti) già quella precedente, per via di un paio di “ricorrenze” a cui tenevo. Insomma, avreste potuto avere la fortuna di non avermi a rompervi le balle per ben una settimana. Avreste potuto. Ma, come si dice: non è che si può aver tutto dalla vita, no? 😛

Che è successo già l’ho scritto: dopo tre anni di schivate (e dire che non era stato facile con i portatori “insani” di germi che hanno spesso circolato per l’ufficio, sostenuti da pere di antibiotico) sono andata a beccarmi il virus da mio padre dopo che, invece di avvisarmi che s’era ammalato, ha lasciato che come ogni giovedì andassi a pranzare da loro perchè… “eh, ma mamma aveva voglia di vederti!”. Risultato? Nel giro di due giorni a letto mio padre, a letto mia madre… e io pure!

I primi quattro giorni, da sabato a martedì, sono stati i migliori: per il virus, intendo, s’è comportato come un leone! Incurante della tachipirina, non ha mai permesso alla mia temperatura di scendere sotto i 38°… questo sì che si chiama lavorare! Come anche è stato un ottimo lavoro quello della Shunrei in coda e vibrisse: ha preso la sua funzione di infermiera talmente sul serio che sono arrivata a chiedermi se quella gatta, magari anche solo per sbaglio, mangiasse o pisciasse nelle 24 ore…

Il 14, poi era anche S. Valentino… per la verità il mio regalo quest’anno l’ho avuto con due giorni di anticipo: già sabato 12 il Consorte m’ha fatto la sorpresa-pazzia di soddisfare una “voglina” che avevo da tempo: approfittando di essere andato a fare la spesa da solo e di quel 20% di ScontoSociCoop che gli avevo detto di usare per ricaricare il suo cellulare, m’ha portato a casa il notebook (il che ha portato la popolazione di computer di casa inquietantemente pari a quella degli esseri viventi: 3 desktop [uno dismesso, ma funzionante se dotato di monitor, tastiera e mouse] e 1 notebook…). Così nei momenti di “lucidità” ho potuto dare una sbirciatina in rete e anche guardare qualche telefilm senza abbandonare il piumone. 🙂 Potevo non ricambiare un tale regalone? Giammai! Difatti la sera del 14 ho ufficialmente attaccato l’influenza anche al Consorte! Eh, io mi ci ero trovata talmente bene… 😉

Così dal giorno dopo  le infermiere sono diventate due: anche Leda ha iniziato a presidiare il lettone (giuro, è vero!). E io ho iniziato a chiedermi se oltre che più lungo del normale, non sarebbe stato il caso di far fare anche un letto più largo, già che c’eravamo, all’epoca… stava iniziando ad affollarsi, là sopra.

Lato positivo del “coma famigliare”? Beh, ho scoperto che anche il mio medico di base (e non solo quello del consorte) ha attivato la “connessione” con l’INPS e il certificato all’Ente lo manda lui direttamente. In tutta sincerità non ho una gran idea di chi cavolo avremmo potuto mandare (anche solo in posta per la raccomandata!) per far avere quel maledettissimo pezzo di carta alla sede locale (che hanno spostato pochi anni fa a millemila km dall’inizio del centro abitato, questo per agevolare pensionati, ammalati [INPS] ed infortunati [sì, perchè c’è pure la sede dell’INAIL nello stesso palazzo]. I primi anni, fino a quelle lande desolate non ci arrivava manco il trasporto pubblico [scarso di suo da secoli: 2 linee, sempre più monche e una pure a “mezza giornata” dopo le 13, ciccia se vuoi il bus della linea 2!]…), vista la situazione di decimazione globale (i rispettivi datori di lavoro il certificato se lo sono beccato via e-mail, diversamente… oh, se qualcuno aveva voglia di sfidare il virus e venirselo a prendere: prego, qua ce n’è per tutti!)! Sinceramente: era anche ora che mettessero in pratica un’idea che io avevo già da anni (l’invio diretto da parte del medico curante): pensate tipo quando vi danno 2 giorni di malattia, voi avete 2 giorni di tempo dal rilascio per spedire il certificato all’INPS… e se fate la raccomandata, l’INPS la riceve da PosteItaliane tipo dopo 4 giorni che siete tornati a lavoro! Utilisssssssssimo, niente da dire… ;P

Bon, per quest’anno io “ho dato”… ora speriamo di riparlarne tra altri tre! 😉

Annunci

9 pensieri su “Settimana bianca

  1. in effetti i gatti sono infermiere perfette guarda freya cosa ha fatto quando hanno operato mio figlio agli occhi:
    http://gattiblog.typepad.com/gatti_fatti_e_misfatti/2010/12/freya-non-sono-un-inciampo-io.html

    anche mio marito, mi ha fatto una sorpresa a san valentino (cogliendo l’occasione che ero a scuola tutte le mattine e pure i pomeriggi!) : avevo ammirato molto gli orecchini che mio figlio aveva regalato alla sua ragazza per natale (delle foglie vere immerse nell’oro, che ne lascia solo le nervature in una delicata filigrana e poi montate a orecchini e ciondoli) e mi ha regalato gli orecchini fatti con le foglie di ciliegio (quelli di fra fatti col salice) un sogno!

    Mi piace

  2. Il medico mi ha visitato e mi ha ordinato la malattia. poi mi ha detto che il collegamento internet (con l’Inps) non funzionava. Quindi ha dato a me tutti e due i certificati. Io mi sono messa a letto e ho chiamato la scuola e ho detto: ho qui i due certificati. La scuola mi ha detto che ne voleva solo uno. Io ho spiegato che quello dell’Inps, insomma, a chi lo davo?
    Loro mi hanno detto: chissene, noi ne vogliamo uno solo, lo dia al suo medico.
    Sono tornata a scuola, l’applicata è malata, le altre non sanno niente, io ho in mano due certificati, nessuno li vuole, il mese prossimo mi troverò tot euro in meno per non aver segnalato la malattia 😦
    Mah.

    Mi piace

    • E qui mi viene un dubbio: non so se (in quanto dipendente pubblica) la questione “giri” o no diversamente per te rispetto ad un dipendente privato…
      Nel secondo caso, andando a protestare tipo all’INPS, il rischio è solo di vedersi mangiare la faccia per non aver provveduto a farsi il mazzo per fargli avere il certificato in qualche modo (raccomandata o “de visu”)… perchè la legge l’hanno fatta ed è in vigore ormai da un anno, ma tuttora molti medici di base il collegamento non ce l’hanno (lo sa bene il Consorte, che anche il mese scorso ha perso una pausa pranzo per portare un mitico certificato per suo padre all’INPS…), e in tal caso: capperi dell’ammalato, non è colpa di nessuno.
      Ho anche provato ad andare a vedere per curiosità sul sito dell’INPS (che ti linko qua http://www.inps.it/portal/default.aspx?itemdir=5975 ) ma a parte parentesi che si aprono senza apparentemente chiudersi e burocratese a profusione… non c’ho capito una mazza! Anzi, semmai adesso ho quasi paura che sta storia dell’invio telematico sia una mezza fregata…

      Mi piace

  3. ‘Mmazza wordpress ha anche la funzione programma..su Libero a stento abbiamo l’editor di testo! Io invece (e lo dico sottovoce, dovessi portarmi sfiga da solo) quest’anno non ho preso nessuna influenza: gli anni scorsi minimo una settimana con la febbre a 40 me la facevo nell’arco di un inverno. Però non ho mai avuto problemi di certificati: ho lavorato sempre a nero, mi facevano recuperare con gli interessi dopo 🙂

    Mi piace

    • E poi chissà quante altre funzioni ha “nascoste” (<- leggasi: "che nella mia ignoranza manco so che esistono"… ricordo che qualche mese fa ho esultato pubblicamente quando ho trovato la funzione per scrivere "a colori", giusto per dire da che livello parto)! 😉

      PS. Visto come stanno "migliorando" il mercato del lavoro, sto arrivando a pensare che alla fine le maggiori tutele per i lavoratori stiano rimanendo… nel "nero"… =__=; (e non è un bel pensare…)

      Mi piace

    • Forse sì, ma non “questo modello” di influenza, non te la consiglio!!!
      Son tornata a lavoro lunedì, ma sono ancora uno straccetto: lunedì sera son tornata a casa che sembravo il trailer di Resident Evil 5, ieri sono rientrata in ufficio al pomeriggio che sembrava il filmato finale di La Notte dei Morti Viventi… oggi invece sto mettendo in scena la seconda serie di The Walking Dead già dalle 10.30 della mattina!
      Quand’è che passano sti postumi?!?!? T__T

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...