Ancora sul Giappone

© Ricky Merloni di South Pork - La voce dell'indecenza

Mi ricollego al post di ieri, ma stavolta sarà un discorso più a ruota libera, un po’ così come me lo sento addosso.

(Ormai) ieri sera, girando sul solito Feissbuk ho trovato nel bailamme della bacheca questo file linkato: se ci cliccate su, si apre un file di excel fitto di nomi impronunciabili (o quasi). Ora, suppongo che ai più non dica niente. A me invece ha creato un mezzo tuffo al cuore.

Molto meno di quando la notte tra il 5 e il 6 aprile 2009 ci fu il terremoto in Abruzzo, è vero. In quell’occasione in Abruzzo c’era la mia carissima amica M., che ero praticamente appena riuscita a ricontattare (tipo da 3 settimane!) dopo quasi due anni… non sapevo nemmeno che nel frattempo si fosse trasferita lì dalla provincia di Modena dove l'”avevo lasciata” l’ultima volta che ci eravamo sentite. Avevamo praticamente appena finito di scambiarci le mail i “saluti di rito” e avevamo iniziato a pianificare un prossimo incontro, mi aveva invitata ad andarla a trovare al paesino sulle pendici del Gran Sasso per l’estate dopo… e invece puff! Anzi… dovrei scrivere il suono del boato che deve esserci stato quella notte (e quelle prima, e quelle successive), ma non so che lettere usare.

Tornando al file di cui parlavo nel secondo paragrafo, come dicevo, un tuffo al cuore me l’ha fatto venire pure lui. Perchè stavolta si tratta di gente che in un qualche modo “conosco”, e (diversi) che apprezzo ed ho apprezzato… parecchi sin da quando ero piccola, prima ancora di sapere il loro nome. Quella linkata è la lista dei mangaka attualmente ancora dispersi dopo la catastrofe giapponese.  Tra gli altri, ne cito giusto due  – forse tra i più conosciuti anche da chi non segue manga e anime -: Ryoko Ikeda (Lady Oscar) e Leiji Matsumoto (Capitan Harlock). E poi ancora: Masakazu Katsura (DNA2, Video Girl AI), Hajime Kanzaka (The Slayers – “Un incantesimo dischiuso tra i petali del tempo”), Kentaro Miura (Berserk), Go Nagai (Devilman) e Mitsuru Adachi (Touch – “Prendi il mondo e vai”) che probabilmente diranno qualcosa ai più ferrati in materia.

Ho passato pomeriggi in compagnia dei personaggi creati da loro, ore a parlare di fumetti e cartoni animati con gli amici, e proprio grazie ai manga ho conosciuto molti dei miei amici… e in definitiva anche il Consorte. Si possono apprezzare o meno i manga, si può criticare o meno l’animazione giapponese, ma per me questi sono artisti. Artisti che mi hanno regalato divertimento, emozioni, riflessioni.

Lo so che potreste dirmi che sono persone “come tutte le altre”, che una vita non è più importante di un’altra, che dispersi, morti e sfollati non hanno delle gerarchie. Ma è innegabile che quando puoi “dare un nome e un volto” ad una tragedia che fino a quel momento è stata in gran parte “questione di grandi numeri”, questa inizia a farti anche più male di prima.

Annunci

11 pensieri su “Ancora sul Giappone

  1. concordo con le tue sensazioni.
    non prendetemi per stupida ma c’è un cantante straniero, in italia poco conosciuto, che quando ho scoperto che s’era fatto monaco di clausura in un terzo stato, è stato un colpaccio: felice per lui ma… cavoli, niente più canzoni per noi!

    ovviamente, niente in confronto ad una tragedia come quella giapponese, però nel mio piccolo un effetto l’ha comunque sortito.

    Mi piace

    • L’idea di base è la stessa, un po’ come quando viene a mancare un attore o un cantante famoso (personalmente nono posso che pensare a Freddie Mercury): solo che nel caso del Giappone di questi giorni (anche se so che a molti quei nomi non diranno niente… sarebbe stato diverso, che so, se fosse capitato ad Hollywood) viene “moltiplicata” all’ennesima potenza…
      Io spero soltanto che la “U” di unconfirmed sia semplicemente dovuta al fatto che, nella situazione di emergenza generale, sia ben difficile riuscire a comunicare.

      Mi piace

  2. Non avevamo considerato questo.
    Con tutto il bombardamento mediatico che c’è stato, con tutti i pensieri in ritardo che abbiamo avuto (in ritardo perchè, con la preparazioone al’esame che avevo, ho saputo solo sabato notte del terremoto, mentre cercavo di distarmi aspettando che Ste tornasse dal lavoro), a questo non avevamo pensato.

    Per noi, come per te, non sono solo nomi.
    Video Girl Ai è stato il mio primo fumetto (ehm, c’eri anche tu quella sera in fumetteria se non ricordo male).
    Berserk è uno dei fumetti preferiti di Ste.
    Con un po’ di attenzione (e sfidando la memoria per i nomi, che non abbiamo) abbiamo trovato Igarashi Yumiko (non tanto x Candy Candy, ma Georgie…), Suzue Miuchi, Moriyama Daisuke.
    Volevamo dirtelo qui, che capiamo e ringraziamo x averlo ricordato, ma poi … possiamo solo sperare…

    Mi piace

    • Figurati se non mi ricordo quella famosa visita in fumetteria! 🙂
      E’ anche per ricordi “piccoli” ma piacevoli come questo che sono in debito con parecchia gente di quella lista…

      Mi piace

    • Credo che, scioccati dalla catastrofe generale, siamo in molti appassionati di manga che stanno realizzando in ritardo questo pensiero… tra l’altro, scorrendo le altre schede (Seiyuus) c’è anche l’elenco dei doppiatori. Ok, noi siamo abituati ai “nostri”, ma è solo un altro tassello che mi aiuta a rendermi conto di che razza di tragedia sia… (e il problema è che non è nemmeno ancora finita!).

      Mi piace

  3. Purtroppo sono tante le cose tragiche che verranno ancora fuori nei mesi a venire, perchè adesso è impossibile avere un bilancio definitivo della tragedia. La speranza è che queste persone siano ancora vive e siano riuscite a rifugiarsi chissà dove, cosicchè possano ancora regalarci vita attraverso la loro arte. Ma il mio pensiero va a quelli che stanno tentando di combattere in prima fila il “mostro nucleare”, quei tecnici delle centrali che sono li sul posto a tentare di salvare la situazione a rischio della loro stessa vita. Speriamo che il mondo tragga lezione da tutto questo. Buon week-end, per quanto si possa dirlo.

    Mi piace

    • Parlando dei tecnici, sono profondamente indignata da alcune voci che ho sentito in giro: qualcuno ha messo in giro la voce che si tratti di ex yakuza che sono stati assegnati a questo incarico per “scontare” delitti commessi.
      Ora: facciamo finta che sia vero. Sempre meglio questi “Yakuza-eroi” che i nostri “mafiosi-politici”.

      In realtà, si tratta in gran parte di tecnici della centrale addirittura già in pensione. Di solito è proprio la ditta che gestisce la centrale a richiamare in servizio ex dipendenti quando succedono casini del genere, perchè si spera che (essendo già anziani) non riescano a svilupparsi su di loro i tumori dovuti alle radiazioni (si parla di decenni, per alcune patologie).
      Questa volta, invece, pare che si sia trattato per la maggior parte volontari.
      Quanto vorrei che certa gente la smettesse di parlare solo per dar aria alle tonsille!!!

      Mi piace

  4. cavolo, kentaro miura mi ha cresciuto anche a me.
    e non solo lui…. prima di leggere questo post non ci avevo pensato… ma ero giustificato, visto che ho un parente là e il mio primo pensiero è andato a lui.
    poi ai tecnici di fukushima.

    mi viene in mente un cartone che ho visto poco tempo fa, e guarda caso parla proprio di un terremoto che sconvolge tokyo. vederlo adesso fa veramente un certo effetto….

    Mi piace

    • Credo che sia successa la stessa cosa un po’ a tutti (anche il Consorte ha dei parenti di 3-4° grado, a Osaka: il figlio di una prozia che ha sposato una giapponese e lavora lì, hanno due figlie)… la notizia/elenco del post serve solo a rendersi conto ancora di più di quanto sia “grande” il disastro che è capitato.

      PS. Vedo dai commenti che Berserk ha “mietuto parecchie vittime” oltre me e il Consorte. 🙂 Ora speriamo che Miura e tutti i giapponesi siano tosti anche il doppio di Gatsu!!!

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...