Neverending Story – Parte 4^

Il © del marchio Eni è sempre di Eni, il © della Morte è sempre di Morte…

Speravate che la saga fosse finita, vero? Del resto “La Storia Infinita” originale è finita al cinema con soli tre film (e, a parere di molti, il terzo ci se lo poteva pure risparmiare…), ma secondo voi io (e l’Eni) potevo essere da meno? Ennò! Infatti, eccomi qua con l’aggiornamento alla saga raccontata in questi tre storici post

L’altro giorno mi arriva un “bustone” da Eni (una busta formato A4 con dentro… tre fogli). Apro preoccupata ma non troppo (diciamo che finchè non arrivano raccomandate A.R. la situazione come minimo è ancora gestibile!) e scopro che hanno risposto alla mia richiesta di rettifica!!

Vittoria? A metà. Iniziamo dalla metà positiva: NON mi chiedono soldi. Non c’è alcuna reiterazione della richiesta di pagargli quei 5.000 e rotti assurdi €uri delle due loro comunicazioni precedenti! Insomma, da quel punto di vista, come minimo è tutto sospeso. Anzi, diciamo che questa cosa presuppone che si siano accorti – senza volerlo ammettere – di aver fatto una vaccata, perchè se no figuratevi se non sarebbero tornati alla carica chiedendo nuovamente di pagare e assegnandomi “magnanimamente” una nuova scadenza.

Passo subito alla metà “negativa”. Nella lettera che mi mandano scrivono testualmente questo:

“[…omissis…] Come sancito dalla Delibera 138/04 e successive modifiche ed integrazioni, dell’Autorità per l’Energia Elettrica ed il Gas, la responsabilità della rilevazione della lettura di passaggio a nuovo fornitore (e della sua eventuale rettifica), senza disattivazione della fornitura e a parità di condizioni, spetta alla Società di Distribuzione competente per territorio. La lettura di subentro viene comunicata dalla Società di Distribuzione alle società di Vendita Entrante ed Uscente: quest’ultima sulla base di tale dato emette la fattura di cessazione.

La invitiamo pertanto a rivolgersi alla sua nuova Società di Vendita per richiedere la verifica della lettura contestata. Sarà nostra cura procedere alla rettifica della fattura di cessazione qualora la Società di Distribuzione comunichi una variazione della lettura di passaggio al Suo nuovo venditore”.

Cosa ricaviamo da questo (a parte osservare che le virgole sono state gettate nella prima parte del  testo un po’ come capitava)?

Allora, in primis che la colpa di tutto è di questa fantomatica “Società di Distribuzione competente per territorio”, che sinceramente non ho la minima idea di chi sia… e forse è meglio così, perchè da quanto intuisco tutti i casini di scambio matricole e letture sono stati fatti da questi allegri mentecatti. E se solo sapessi dove hanno la sede… oh, una giornatina di ferie per andargli a disintegrare le balle la prenderei volentieri! Perchè passare più di 5 anni senza nessun problema (giugno 2004-agosto 2009) e poi di punto in bianco trovarsi con i propri dati mischiati a casaccio con quelli di un vicino (con relative “bollette creative” a gogò) richiederebbe come minimo una bella spiegazione… intervallata da righellate sulle nocche al posto di ogni virgola!

In seconda istanza, ne deriva che ora deve attivarsi Hera (la mia nuova Società di Vendita) per risolvere tutto il casino… casino, come detto sopra, evidentemente provocato da altri. Tornare allo sportello Hera lo farà nei prossimi giorni il Consorte, del resto ad Hera ci eravamo anche già rivolti da mesi (post n.2 della serie) e il reclamo è tuttora in lavorazione (tant’è che anche la fatturazione del gas da parte loro è sospesa). Son sempre qua con la mia macchinetta del caffè che aspetto il letturista per dirgli due parole, per dire.

Eni ne esce quindi pulita e profumata? E stikazzi! I pasticci di scambio dei contatori sono iniziati ad agosto 2009, io ho iniziato a segnalargli la questione da gennaio 2010 con gli sviluppi che conoscete, loro hanno corretto gli errori “internamente”, li hanno rifatti, li hanno ricorretti, si sono scusati, ecc. ecc. … ma nessuno, NESSUNO, ha mai pensato di girare il reclamo a questa stramaledettissima e fantomatica Società di Distribuzione per chiedere che correggessero i loro altrettanto stramaledetti dati nei database. E, come vien fuori dalla letterina che m’han mandato, non posso nemmeno farlo io direttamente (nemmeno volendo e avendone tempo e voglia), visto che gli unici intermediari che colloquiano con questi fessi sono le “Società di Vendita” (forse perchè tra cretini ci si intende… non fatemi andare oltre, perfavore!).

Un semplice scambio di informazioni avrebbe evitato tutti i pasticci nelle fatturazioni che mi hanno spinta a cambiare gestore (Eni, per questo casino combinato dalla “Società di Distribuzione”, c’ha perso un cliente! E non credo nemmeno di essere stata l’unica perdita, a leggere in rete quanta altra gente si è trovata in situazioni simili alla mia), ed avrebbe altresì evitato che venissero trasmessi (ignorando completamente i dati corretti da noi forniti alla sottoscrizione del contratto, cosa della quale ringraziamo tutti sentitamente) dati errati al nuovo gestore. Ah, e come al solito in questo paesucolo: scommettiamo che alla fine la colpa non è di nessuno??

Che altro dire? Beh, non sperate di esser “spicci”. Ovviamente vi terrò informati sul prossimo capitolo: quello che riferirà Hera.

Post correlati: #1 – #2 – #3 – #5 – #6 – #7 – #8 – #9 – #10 – #10b – #11 – #12

Annunci

22 pensieri su “Neverending Story – Parte 4^

  1. Mah, diciamo che finora lo Sportello Clienti dell’Hera ci ha sempre fatto una buona impressione… spero appunto che non diano qualche “voltone” proprio ora.
    Comunque, il Consorte mi ha confermato poco fa che domattina gli hanno dato mezza giornata di ferie per poter andare a sentire: tempo di mettere assieme il post relativo e vi faccio sapere come prosegue la saga!

    PS. Grazie Opossum27 per il link. La cosa inquietante del link è che girellando sul sito NON risulta assolutamente lo sportello della mia città… che invece esiste eccome!! In compenso, orari e numeri di telefono dello stesso sono riportati sul sito del mio Comune…

    Mi piace

    • Guarda, non mi aspetto scuse da nessuno… a questo punto vorrei soltanto che risolvessero sto casino e mi dessero la possibilità di pagare quello che è il mio consumo effettivo!
      Perchè la questione non è che “non voglio pagare”, anzi, io VOGLIO pagare… il giusto (consumo e contatore), però! 😉

      Mi piace

  2. Uhssignur, ancora non sono riusciti a venirne del tutto a capo da soli sti geniacci?oppure i varii uffici delle compagnie fanno come i bambini quando non vogliono ascoltare, cioè si mettono le mani ulle orecchie? comunque fossi in te mi comincerei a procurare della legna e a cucinare sul fuoco vivo pur di non usare più il gas @_@

    Mi piace

  3. vorrei fare una piccola considerazione:ci rendiamo conto in che paese”squallido,infame,arraffazzonato,assurdo e non voglio dire altro per non essere volgare”.La legge è quella del più forte,2 pesi 2 misure,il cittadino “medio italico”non conta niente!!!!!!Quindi ,con queste premesse ,come si può sperare che le cose vadano in un modo,diciamo così,”normale” ?credo che sia un problema evolutivo della specie “italiota”(italiana+idiota)”.Io,personalmente ,ho perso le speranze ,se non avessi avuto motivi per stare in queta “nazione” assurda,sarei andato via da tantissssssimmmmmmmmmmmo tempo!Forse un miracolo ci porebbe salvare,forse,ma deve essere un miracolo di quelli davvero “tosti”!

    Mi piace

    • Credo che, per come stanno andando le cose da un po’ di tempo in qua, ci sia stata parecchia gente cui è passato per la testa di mandare in c**o tutto questo “circo” ed emigrare… e parecchi lo hanno anche fatto, tra l’altro la maggioranza di questi pare anche passarsela bene all’estero.
      Il punto è che non tutti possono permettersi di farlo (per tanti motivi), ma soprattutto che se tutti ce ne andassimo non si sarebbe risolto niente comunque: sicuri di voler proprio lasciare l’Ita(g)lia in mano a questa gentaglia senza far nulla? 😉

      Mi piace

  4. Pingback: Neverending Story – Parte 5^ « Gite Mentali

  5. Pingback: Never Ending Story – Parte 1^ « Gite Mentali

  6. Pingback: Never ending story – Parte 2^ « Gite Mentali

  7. Pingback: Never Ending Story – Parte 3^ « Gite Mentali

  8. Pingback: Troppo facile… « Gite Mentali

  9. Pingback: Never Ending Story – Parte 6^ « Gite Mentali

  10. Pingback: Never Ending Story – Parte 7^ « Gite Mentali

  11. Pingback: (Never)ending story – Parte 8^ « Gite Mentali

  12. Pingback: Neverending story – Parte 9^ è__é « Gite Mentali

  13. Pingback: Neverending story – Parte 10^ « Gite Mentali

  14. Pingback: Giornata di melma « Gite Mentali

  15. Pingback: Neverending Story – Part 11 « Gite Mentali

  16. Pingback: Neverending Story – Part 12 « Gite Mentali

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...