Non fiori, ma opere di bene

Immagine presa dal web

Questo per me è un post “consolatorio”. Nel senso che quando mi capitano sotto mano certe robe, non posso che consolarmi e pensare che c’è un sacco di altra gente in giro che ha i neuroni in vacca!

Allora,  il post sugli errori ortografici e quello sulle perplessità grammaticali ve li siete già cuccati… voglio chiudere il trittico (ahahahahahah! Chissà come mai, invece, penso che sarà una chiusura ottimistica e fittizia?) adesso vi prendete quello sulle frasi criptiche. E non mi riferisco soltanto alle comunicazioni da e con gli Enti pubblici. Perchè se vi fate un giro sul sito dell’INPS, dove sono capitata qualche tempo fa, capite subito a cosa mi sto riferendo: parentesi che si aprono senza apparentemente chiudersi, burocratese a profusione… Metti che sei ammalato, e vai a vedere sul loro sito appunto sta pagina per capire qualcosa con l’indennità di malattia. Dopo due paragrafi il tuo cervello ti ha spedito la lettera di dimissioni (“Ah no, eh! Questo è troppo!”). Ma insomma, con la pubblica amministrazione et similia diciamo che ci se l’aspetta, di non capirci una mazza.

Un po’ meno ci se lo aspetterebbe dai fornitori delle utenze, giusto per riuscire a farsi un’idea se la bolletta che t’è appena arrivata può essere riconducibile alla tua vita (ed ai consumi ad essa legati) o piuttosto a quella di una specie aliena… e invece ecco cosa scrive l’Hera per informare gli utenti dei propri diritti: “Il cliente può richiedere la disaggregazione dei corrispettivi unitari per l’uso delle reti. Le ricordiamo infatti che in questa bolletta gli stessi sono comprensivi delle componenti dovute per le coperture dei costi sostenuti nell’interesse generale e degli oneri generali di sistema”. Ok. Bella, eh. Insomma, è scritta bene: ci sono un sacco di parole “importanti” (disaggregazione, oneri, corrispettivi), i tempi dei verbi non fanno a botte tra loro, ecc. ecc. Manca solo una cosa. Un dizionarietto “italiano-herese/herese-italiano” a fondo pagina!!! Perchè, tenendo conto del cervello dell’utente medio (se non dell’utonto medio, per quanto in genere siano la maggioranza)… cosa dannazione significa?!?!?!? Lo so che ci si arriva. Ma ci si arriva di norma dopo esserselo letto 2-3 volte e averci fatto l’analisi logico-grammaticale… non c’era davvero modo di spiegarlo in maniera più chiara?

Questa arriva invece dritta dritta da una delle fatture di telefonia dell’ufficio: In caso di mancato pagamento oltre il termine di scadenza, verranno addebitati nella prossima fattura gli interessi moratori di cui all’art. pincopallo per ogni giorno di ritardo”. E qui la mia domanda: secondo voi… si saranno riletti dopo essersi scritti? E, se sì… ma davvero davvero non si sono accorti di aver scritto una mezza boiata? Insomma, facciamo finta di aver capito: se pago in ritardo mi fanno pagare la mora. Bon. Il problema è che scritta così può voler dire che in caso di mancato pagamento oltre il termine mi addebitano solo quella!!! Insomma… a questo punto potrebbe convenire non pagare la fattura, no? 😉 Ma ancora, più contorto (ma contortamente corretto! Provate a seguirmi)In caso di mancato pagamento oltre il termine di scadenza” può anche riferirsi al caso in cui io abbia pagato nei termini. Insomma, se ho pagato prima della scadenza, sarà sicuramente un caso in cui io non pagherò oltre il termine della stessa.  Quindi, anche se io ti pago entro il termine, tu mi fai pagare la mora. E allora che cavolo: il bonifico d’ora in poi te lo faccio con valuta l’anno prossimo!!! E’ vero, con qualche limatura la frase avrebbe girato (tipo “in caso di mancato pagamento o di pagamento oltre il termine…”)… a scatti, ma avrebbe girato. Anche una o due virgole in più avrebbero aiutato. Ma, in fondo… perchè loro dovrebbero sprecare tempo a rileggere una volta dopo aver scritto, quando piuttosto possiamo (dobbiamo!!) rileggere noi per capire quelle 7-8 volte?

Poi, sempreverde, la vaccata che mi ha scritto Eni in una sua lettera per la contestazione della quale vi ho già profusamente parlato:  “Per il pagamento potrà utilizzare il bollettino di conto corrente postale che troverà in allegato alla presente se la fattura oggetto di storno risulta ancora da regolarizzare”. Ciccetti, allora… la “fattura oggetto di storno” non deve essere regolarizzata in quanto tale (<- oggetto di storno)! Se è da regolarizzare (= che significa pagare) vuol dire che non è stornata, se è stata stornata… fatele *ciao ciao* con la manina, significa che è contabilmente annullata. E che quindi non prendete niente, altro che bollettino dei miei stivali.

Vi prego, un’opera di bene: eutanasia per la lingua italiana. Quest’agonia prolungata è troppo crudele.

P.S.: Tirata d’orecchi per la nostra “piccola” delinquente di casa: oggi Leda compie due anni! Buon compleanno, Leda(r)!!! 🙂

Annunci

11 pensieri su “Non fiori, ma opere di bene

  1. facciamo che di tutto quello che hai scritto considero (per la mia sensibilità linguistica) solo la parte finale:

    tanti auguri alla birbantissima Leda!

    Mi piace

  2. Cara Shunrei,dato che tu la posta non la controlli ti scrivo
    qui.Desideravo sapere ora che il blog è privato ,mi vedi lo stesso ?? Perchè sono andata ai FEED e mi dice che ora non sono più sindacabili .Ecco mi interessava solo questo.
    BUONA PASQUA A TE E FAMIGLIA .

    Mi piace

    • Scusami, ma l’influenza dei giorni scorsi mi ha letteralmente buttata a terra (giovedì credo di aver dormito tipo 16 ore su 24…), e confesso di aver completamente trascurato i blog che seguo di solito (ho intenzione di recuperare appena possibile!). 😦
      Controllo subito e ti rispondo in pvt.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...