“Non c’è due senza tre…

Leda(r) agli inizi della sua carriera criminale: qui stava cercando di rubare la coda ad una sbigottita Shunrei (in coda e vibrisse)!

... e il quattro vien da sè”! Difatti son qua che temo il “quattro”…

Mi riferisco alla nostra gatta “meno grossa”, Leda(r), che negli ultimi tre giorni s’è impegnata e neanche poco per mantenere alta la sua fama criminale (al confronto le “proteste della lettiera” inscenate dalla Shunrei in coda e vibrisse impallidiscono: che sarà mai una cacchetta a mezzo metro dalla lettiera lasciata perchè il pomeriggio non ha potuto stare tutte le volute due ore a ronfare sul mio stomaco! E per chi le vorrebbe pure dare ragione, vorrei solo sottolineare cosa possono diventare due ore di pausa pranzo con una felina di 7 kg sullo stomaco…).

Ma veniamo alla delinquente seriale. Domenica pomeriggio, ho lasciato uscire Shunrei in balcone a prendere un po’ il sole. Portafinestra richiusa immediatamente alle sue spalle per vedere di preservare le piante dalla tosaerba tigrata fino a quando non avremo studiato un sistema per far coesistere vegetali e diserbante in pelliccia. Dopo un po’ Shunrei ha chiesto di rientrare, il Consorte le ha aperto la porta e stop. Apparentemente. Mi spiace scriverlo, ma il suddetto Consorte non deve aver richiuso granchè bene la portafinestra, perchè tempo mezz’ora e il garofano (cui accennavo in questo post) che coraggiosamente era ricresciuto dopo la tosatura di un mesetto fa ed era pieno di boccioli (che io, per l’ennesima volta, trepidavo di vedere sbocciare…) ha subito l’ennesima potatura a (quasi) zero. Suppongo sia stupido, da parte mia, sperare che quella povera martire di pianta si riprenda di nuovo…

Lunedì pomeriggio stavo uscendo per andare a lavoro. Apro la porta, mi viene in mente che prima di uscire dovevo controllare una cosa in un documento per poterla riferire alla mia fiscalista di fiducia (quella santa di Patt che dall’anno scorso ci segue per il 730). Tempo 30 secondi, controllo, appunto sul cellulare, esco, chiudo la porta, scendo le scale. E chi trovo a praticamente 3 gradini dalla porta d’ingresso (lasciata aperta dal solito vicino geniaccio, tra l’altro) del condominio? Quella coraggiosa di Leda(r), che diosaperchè in due anni che non ha mai messo praticamente il naso fuori, di punto in bianco ha deciso in quei 30 secondi di evadere, farsi due piani di scale, “smarrirsi” al piano terra e aggirarsi terrorizzata sul terzo gradino (e fortuna che s’è fermata lì senza uscire in cortile…)! Non c’è stato verso di convincerla a rifare la strada al contrario, l’ho dovuta pigliare in braccio a rischio che mi riducesse in tagliatelle e, con Leda(r) che aveva una coda gonfia più grossa di lei intera, mi sono rifatta tutte le scale per ridepositarla in casa.

Martedì sera il terzo e (per ora) ultimo atto. Stavamo cenando, ci siamo assentati tutti e due un attimo dal tavolo durante il pasto. Nel mio piatto in quel momento risiedevano un ultimo boccone di melone bianco e un pezzo di parmigiano (le gatte avevano avuto la loro “sbobba” prima che noi ci sedessimo a tavola). Torniamo in cucina: Leda(r) tenendo fede al suo nome era sotto al tavolo intentissima a sgranocchiare il pezzo di parmigiano, assolutamente non di misura per le sue fauci. Beh, ok: tempo due minuti e in qualche modo era diventato di misura! Qui, però, l’Oscar devo darlo a Shunrei, che in quel momento stava mangiando i suoi croccantini. Finito di mangiare, è uscita dalla cucina passando di fianco alla collega e riservandole uno sguardo pieno di disgusto per la “porcheria” che stava rosicchiando… il suo sdegno era praticamente palpabile!

Ieri sera non è successo nulla. Io per la verità mi sono goduta una bella pizza con chiacchiere con la carissima S.,  il Consorte era impegnato online con il Wii, Monster Hunter Tri e un paio di amici… insomma, diciamo che nessuno dei due si è accorto di nulla di strano.

Ma il punto è: possiamo ragionevolmente aspettarci che la delinquente in pelliccia abbia terminato i suoi crimini, o è stata semplicemente la tregua prima della “quarta” tempesta della serie?? 😉

Annunci

5 pensieri su ““Non c’è due senza tre…

  1. i sta riposndo insommma: lasci apete le porte, le piante incustodite, il formaggio pure:ma ti rendi conto che la stressi?
    ieri sera patte-qui-dance ha fregato un asparago di cui è ghiotta, condito conolio e limone, dal piatto di mio marito mentre lui stava mangiando nello stesso piatto!

    Mi piace

    • Ecco, che sia io a stressare Leda, che da vedere sembra il gatto con meno pensieri di sta Terra, è una teoria che non avevo ancora esaminato… 😄
      Su Shunrei non ho dubbi, se anche ieri ha protestato innaffiando in giro è con ogni probabilità colpa mia che non la tengo in braccio al pomeriggio… il problema è che finchè non mi rimetto in sesto non so come fare a reggere quel colosso sulla pancia!! =__=

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...