Qualcuno sa…

… se per caso l’ultima serie delle vecchie Lancia Dedra (saran fuori produzione da tipo 10 anni, ma dai poi) per caso è stata realizzata con il treno posteriore in metallo magnetizzato? Sì, una sorta di calamita ampia come tutto il baule della macchina, per intenderci. Io di auto non me ne intendo, quindi chiedevo a voi se c’era qualcuno più informato di me…

Il perchè di questa domanda? Beh, che finalmente riuscirei a spiegarmi quello che ormai è diventato uno dei misteri irrisolti di casa nostra! Dell'”ammiraglia” di casa nostra, la Dedra che da quest’anno può guidare il motorino (14 anni compiuti a maggio) ne ho già parlato in questo post. Dopo quello che le è (ri-ri)capitato qualche giorno fa, ho pensato che, poverina, meritasse un post tutto suo!

Premessa: in ormai 8 anni e mezzo di onorato servizio presso di noi, come auto è stata piuttosto fortunata a livello di incidenti. Volete la fortuna, volete anche l’autista designato che (e non è solo perchè sono “di parte”) è un ottimo guidatore. Però… però se è vero che non c’è due senza tre, speriamo bene che il quattro non venga da sè!!

Difatti, che io ricordi, quell’auto ha avuto finora soltanto tre incidenti, e per fortuna tutti “robette”. Il primo, mi pare ormai 8-9 anni fa: il Consorte stava guidando tranquillamente, quando si è accorto che le auto davanti a lui stavano iniziando a frenare a catena perchè poco più avanti c’era una pattuglia della Stradale col malefico autovelox che stava facendo controlli (con tanto di “vittima sacrificale” già ferma a bordo strada). Ovviamente, ha frenato pure lui e… SBAAAAMMM!! Quello dietro di lui gli è corso nel baule. Scendono, Consorte un po’ scocciato, autista tamponatore incavolato nero: “Eh, grazie per essermi venuto addosso…” “Ah, ma la colpa è la sua!” “Scusi? Vengo tamponato e la colpa è mia? E la distanza di sicurezza?” (<- ahahahahhah… la distanza di sicurezza! Divertente!!) “Ah, ma lei ha frenato…” Al che il Consorte ha semplicemente indicato con il ditino il motivo della sua diminuzione di velocità, e suggerito – se ci fosse stato ancora qualche dubbio sulle responsabilità – che si poteva andare ad interpellare la simpatica pattuglia della Stradale qualche decina di metri più avanti. Magia: il tizio ha compilato e firmato il CID senza fiatare.

Il secondo, eravamo già sposati quindi direi 5-6 anni fa: poco dopo mezzogiorno, il Consorte fermo in macchina a motore ancora spento davanti alla ditta dove lavora, intento a sistemare il frontalino dell’autoradio, per poi partire verso casa di sua nonna per andare a mangiare. RI-SBAAAMMM!!! Ad un camion di quelli con la “gru” nel cassone (non so come si chiami… venite incontro alle mie scarse capacità di spiegare robe meccaniche che non conosco…) che stava passando s’è sganciato dai fermi uno dei “puntelli” (di nuovo, abbiate pietà di me: quelle specie di “piedi” che i mezzi di questo tipo mettono a terra per guadagnare stabilità quando usano l’attrezzo sul retro) proprio poco prima di passare in corrispondenza della nostra Dedra… e indovinate dove è finito ad incastonarsi? Esatto, di nuovo nel baule della nostra macchina!

Ed arriviamo al terzo ed ultimo capitolo (non aggiungo “per ora” perchè non mi pare il caso di portarsi sfiga!) della saga, pochi giorni fa. Il Consorte stava lavorando in officina per ultimare dei pezzi, quando gli si avvicina la segretaria: niente, il camion del cliente che ha commissionato proprio i pezzi che lui stava finendo, entrando dal cancello per ritirarli ha… RI-RI-SBAAAMMM!! tamponato la nostra Dedra che poveretta era come al solito parcheggiata nel posteggio davanti alla ditta, in attesa che si facesse mezzogiorno per portare il Consorte a mangiare a casa di sua nonna!!!

Ed ecco quindi il perchè della mia domanda iniziale. Se la parte posteriore di quella macchina fosse in qualche modo calamitata, almeno inizieremmo a spiegarci qualcosa. Diversamente, dobbiamo giustificarci con l’ipotesi che la nostra Dedrina, malgrado i suoi anni, sia ancora un gran pezzo di gnocca – automobilisticamente parlando – e che quindi tutti gli automezzi di sesso maschile che le capitano vicino vengano presi dall’irrefrenabile voglia di… darle una bottarella! 😛

Annunci

12 pensieri su “Qualcuno sa…

    • L’abbiam presa in ridere pure noi (più che altro perchè nessuno s’è fatto male e perchè in un caso del genere paga tutto l’assicurazione e non ci sono ripercussioni sulla nostra classe di merito): m’è parsa la reazione più sensata, in definitiva… 😉

      Mi piace

  1. Hai fatto sorridere anche me ma essendo uno che tratta l’auto in maniera un po’ maniacale mi metto nei panni vostri e sarei FURIBONDO!
    Un salutone ad entrambi. ^_^

    P.s. Mitica Dedra!

    Mi piace

    • Ecco, la nostra Dedrina si meriterebbe un “padrone” come te con gli anni di onorato servizio che ha sulle spalle!
      Non dei mentecatti come noi che le promettono per mesi una gita all’autolavaggio… e poi invece aspettano il primo acquazzone fatto bene perchè si “autopulisca”… 😛

      Mi piace

  2. Chissà …
    a quella che avevo io non l’avevano montata o forse son solo stato fortunato 😉
    Che poi fortunato …
    in qualche anno esplosero gli ammortizzatori posteriori (???), si ruppe il catalizzatore (???) si piegarono 2 valvole (e non era certo per maltrattamento del motore …).
    il meccanico, lo stesso che la riparava ogni volta, continuava a dire “è tutto normale”, visto che avevo qualche dubbio in merito, decisi di venderla prima di richiedere un mutuo per le riparazioni …
    Se la tua gode a tutt’oggi di ottima salute insomma non puoi che rallegrarti
    (anche per quel magnete posteriore … optional gratuito … che finchè si fa “male” il baule non è poi mica un problema ;-))

    Mi piace

    • Ecco, tra i due “modelli alternativi” di imprevisti carrozziero-meccanici, in effetti devo dire che preferisco quello che è capitato a noi!! 😀
      La Dedra che avevi tu mi ricorda molto la Ford Escort (sfigatissima) che ha avuto il Consorte prima di questa: nel giro di pochi mesi si ruppero prima la frizione poi l’intero blocco dell’idroguida… la “fortuna nella sfiga” di questa seconda rottura fu che successe mentre il Consorte stava entrando nel parcheggio davanti alla ditta e praticamente era già fermo e “infilato”. Dico così perchè la sera prima (era una domenica) stavamo rientrando da un weekend sull’Appennino e se l’idroguida avesse cioccato durante il viaggio di ritorno, con tutti i tornanti, a quest’ora voi stavate leggendo il blog di qualcun altro!!! =__=;
      Se non ricordo male si sbragò anche qualcos’altro, venne rubata (e ritrovata dopo due settimane in quel di Modena), e fu tamponata (ma un tamponamento di quelli tosti, che costrinse il Consorte a cambiare auto e a farsi un mese e mezzo a casa in malattia) ad un semaforo rosso (questa sì sarebbe da raccontare!) il giorno stesso che, per passare la revisione, le era stata sostituita la marmitta (tra le altre messe a punto) e reinstallata l’autoradio nuova in sostituzione di quella che i ladri si erano fregati durante il furto.
      Roba da esorcismo, non esagero.
      Era un usato quella Escort come è un usato questa Dedra… ma distanti anni luce una dall’altra, per nostra fortuna!

      Mi piace

  3. La mia (citroen xsara) il magnete ce l’ha davanti..in vita mia 2 incidenti ho fatto e 2 volte è stata totalmente sfasciata la parte anteriore. La prima volta i freni decisero di non fare il loro dovere durante un diluvio universale e sono finito in un muro, roba che quando portai la macchina dal carrozziere lui si meravigliò di come non mi fossi fatto nemmeno un graffio. La seconda un tizio pensò bene di uscire a folle velocità in contromano da una stradina laterale travolgendomi. Il carrozziere ebbe la stessa reazione della prima volta. Entrambi gli incidenti li ho fatti di notte mentre tornavo da lavoro, e la cosa peggiore era chiamare a casa senza suscitare reazioni di panico. Mi ha salvato la cintura in entrambi i casi..mettetela sempre tutti, mi raccomando 🙂

    Mi piace

    • Quella del tizio contromano ci è quasi successa ieri sera (il nostro però usciva contromano ai 90 da una curva a gomito… “l’hai presa un pochino larga, pirla?”) O__O; Fortuna che eravamo qualche decina di metri più indietro, se no a questo punto non credo che sarei stata qui a risponderti oggi!

      Riguardo le tue disavventure “anteriori” c’è da dire giusto una cosa: la Xsara ne esce facendoci una figura ottima quanto a sicurezza dell’abitacolo! Ora, se poi potevamo assumere questo dato fidandoci solo dei test di Quattroruote e non dei tuoi in prima persona, stavamo tutti bene lo stesso, ma dai poi… 😉

      Mi piace

  4. Pingback: Dedra Tribute « Gite Mentali

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...