♪♫”A Cesare gli venne…

un’ambizione: di numerare tutte le sue persone“♪♫

No, non sono definitivamente flippata (e dir che poco manca), ma la combo tra il freschetto che s’è fatto sti giorni (non natalizio, ma che sicuramente predispone più a pensare ad agrifoglio e panettone rispetto al clima delle scorse settimane) e quello che ho finito di fare ieri m’ha fatto venire in mente sta canzone che mi cantava mia mamma da piccola. Di che si parla oggi? Ma del Censimento 2011, no?!

Ero curiosa per il fatto che si potesse compilare anche online, anche se un po’ piccata per un paio di questioncelle. La prima: per una volta che son qua che non ho niente da fare se non pastrugnar gatti e scriver vaccate su internet, potevano anche mandarci l'”extended version” del questionario. Insomma, c’avevo un po’ voglia di raccontargli quante stanze abbiamo, se c’abbiam l’acqua in casa (e magari esce dal rubinetto e non dal soffitto), se c’abbiam internet (… ciccio, ma non sto compilando un questionario online??), a che ora sono uscita di casa mercoledì scorso per andar a lavoro (questa sarebbe difficile… molto difficile, se non fossi in maternità. Voglio dire: manco mi ricordo che ho mangiato a cena ieri sera, e tu mi chiedi di mercoledì scorso????) e se ho difficoltà a ricordare le cose (ops… t’ho già risposto!).  E invece no. C’han mandato la versione verdolina per bambini poveri. Vabbè, magari siam più fortunati nel 2021.

La seconda è che tra poco più di un mese i dati che io gli mando ora a parer mio non son più giusti… e l‘Inquilina dove la mettiamo? No perchè quella lì c’ha un caratterino che se viene a sapere che per l’Istat non conta per i prossimi 10 anni… poi la sente l’Istat per le rimostranze del caso, appena riesce ad articolare qualche madonna! Ma ho letto in giro che all’Istat interessa la popolazione fino al 31/12/2010, quindi se ne strafregherebbe pure dei nuovi nati (e anche dei nati più stagionati, se sono entrati in Italia nel 2011 e non prima)… insomma, l’Inquilina dovrà farsene una ragione: se non contano i suoi colleghi infanti nati a febbraio, a maggior ragione non conta lei che a febbraio ancora non sapeva di dover capitare qua!

Iniziamo sta compilazione, suvvia. Allora: tempo di caricamento della pagina per inserire i dati di login, approssimativamente 5 minuti. Nel frattempo ho fatto altro: del resto, dovevo ancora completare le quest giornaliere di Athanaton. Finalmente posso inserire nome utente e password… fatto. E poi fatto. E fatto ancora. E fatto di nuovo. Sì, esatto: ogni volta che cliccavo sul tasto per proseguire, si ricaricava la stessa pagina (priva dei dati che avevo inserito, ovvio)… pure qui, 10 minuti. E, signori, nel frattempo ho finito le quest di Athanaton…

Andiamo oltre: si entra nel vivo del questionario (e che Quello del Piano di Sopra® ce la mandi buona, visto l’andazzo…). Alle domande avevo già risposto sul modulo cartaceo, quindi in teoria avrei dovuto spicciarmi in fretta… beh, questo è quello che pensavo prima di aver a che fare con il sito. Al momento, ringrazio il fatto di essere a casa in maternità… almeno, “tempo da buttare” ne ho un po’ di più!

Intanto, spezzo una lancia a favore dell’Istat: il campo cognome è abbastanza ampio per inserirci tutto il lungherrimo cognome del Consorte (che da oltre vent’anni riceve una busta paga intestata ad un fantomatico tizio che ha il suo stesso cognome, ma il cui nome di battesimo è di due lettere in meno del suo…).

Passiamo al secondo soggetto in lista (che sarei io): e lì le graziose istruzioni a fondo pagina mi informano che, senza rendermene conto, io sono ufficialmente “Coniuge dellintestario o convivente in coppi con l’intestatario – Figli non sposati (dal più grande al più piccolo)”. A parte il risparmio sugli apostrofi, vorrei contattare l’Istat per sapere se, vivendo al secondo piano di un condominio di tre piani e quindi non avendo immediatamente il tetto sopra di noi, posso comunque considerarmi “convivente in coppi”… poi rileggo e mi dico: “Dai, scema: siete sposati, tu sei coniuge!! Alle tegole ci penseranno poi quelli che convivono e basta!”. Mi inserisco, salvo e… sticavoli, torno alla pagina di login.

Stavolta basta cliccare e torno alle sezioni del questionario… pare che la prima parte me l’abbia presa, ergo procedo. Ma… cavolo, nei fogli individuali compare solo quello del Consorte! Tocca tornare indietro… o provarci: perchè la prima cosa che Chrome fa quando clicco sulla prima sezione del questionario è dare errore. Poi mi fa tornare alla pagina di login. Poi torno alla famigerata “Lista A” e… io non ci sono. Eccheccavolo… guarda che la tecnologia è stupefacente: a me sto questionario online sta già un po’ sui coglioni, lui se n’è accorto, ed essendo la cosa reciproca, non mi salva! Ci riprovo, ad inserirmi, e… Chrome mi segnala che “La connessione a censimentopopolazione.istat.it è stata interrotta.” Obbella… io però sono testona (che l’Inquilina da qualcuno avrà preso… anzi, da entrambi), e al terzo-quarto tentativo (qui il mio neurone ragioniere s’è rifiutato di continuare a tenere il conto) riesco a reinserirmi…

Clicco su avanti, e difatti c’era una domanda in più che prima non mi aveva fatto. Rispondo, clicco su avanti, torno al login (pare un gioco dell’oca, sto sito… fosse Monopoli, a forza di ritirar 20.000 passando dal via a quest’ora m’ero già sistemata per la vita o avevo comprato Parco della Vittoria!). Però c’ho guadagnato che così secondo lui ho compilato anche la “Lista B”. Vabbuò, procediamo… La sezione relativa all’abitazione sembra scivolare via liscia… probabilmente al sito dell’Istat casa mia non sta sulle balle. E beh, mica devon pagar loro bollette, condominiali, e quant’altro…

Su, spediti verso le notizie anagrafiche! Iniziamo col Consorte. Ora: qualcuno mi spieghi perchè pure qui bisogna indicare sessodata di nascita (lasciam perder la domandina sul comune di nascita, parzialmente inutile pure lei… già te l’ho scritto dove m’ha scodellata mia madre!!!). Sul sesso posso capire (con i tempi di caricamento delle pagine, ci sta anche un intervento chirurgico per cambiarselo…), ma sulla data di nascita… magari potessi darle un’aggiustatina! Intanto mi leverei da quel 23 settembre (carinissimo, ohi, niente da dire… ma porca paletta, un giorno prima o uno dopo e magari capivo senza diventar scema di che cappero di segno zodiacale sono!!! Una “cuspide”… ma va a dar via l’astrolabio, va…)… poi… beh, voi una ritoccatina all’anno di nascita non la dareste, potendo? 😉

Inserisco i dati che mi chiede, clicco i vari comuni/province dall’apposito elenco e… non posso andare avanti perchè mi chiede di selezionare il comune di nascita dall’elenco!!! Ma pirla, già non ti fidi di come lo scrivo io… prendo la tua versione e non ti va bene uguale???? Ricarico la pagina (al quarto tentativo e al quarto errore) ricompilo daccapo allo stesso modo e… stavolta va bene. Un’altra comparsata della pagina di login verso la fine, la sezione in cui gli si chiede se va a lavoro, dove, ogni quanto, se c’è traffico e se trova bene parcheggio (no, vabbè, queste due le ho inventate ora…) la ricompilo e poi…

… tocca a me! Stavolta per farsi perdonare mi accetta tutto subito, e arriviamo in fondo. Prima di inviar sta cosa, però, vista l’epicità di compilazione, me lo salvo in pdf e lo ricontrollo: difatti non ha preso l’indirizzo del luogo di lavoro del Consorte! Integra, riscarica, controlla… sembra a posto. Lo inviamo? Bon, leviamoci sto dente. Salvo pure la ricevuta di spedizione e… pare sia fatta.

Tempo di percorrenza? Direi approssimativamente 40 minuti, forse qualcosina di più. Considerando che, come accennato sopra, ho avuto a che fare con la versione bignamizzata del questionario… direi decisamente tantino! Intendiamoci: magari se avessi aspettato più giorni, le linee erano meno intasate (che qua in Italia c’abbiamo l’ADSL che va avanti a forza di criceti nelle ruote) ma, prima di fare questa concessione all’Istat, mi riservo di compilarci il questionario dei miei (il cartaceo me l’han già dato, ma ho deciso di aspettare un attimo prima di combattere nuovamente con la pagina di login)… vedremo se tipo tra una decina di giorni la situazione è migliorata!

P.S. Non che a tentare la riconsegna al punto di raccolta ci sia da perder meno tempo, eh? La mia vicina del piano di sotto martedì ha fatto dietro front dopo aver visto una fila di una trentina di persone con relativa busta in mano… questo in strada, fuori dall’ufficio. A mettersi in coda pure lei, non c’ha manco provato!!!

Annunci

26 pensieri su “♪♫”A Cesare gli venne…

  1. sicura che il questionario sia stato pensato compatibile anche per chrome?? ;-P
    marò, io non l’ho ancora ricevuto e spero di non dover andare a prendermelo…
    40 minuti per farlo, mi vien male!
    ah, sì, ti chiede se hai animali ecc? dimmi di sì!!

    Mi piace

    • Se anche non è pensato per Chrome, io son talmente zuccona che lo faccio diventar compatibile a forza di tentativi! Sticapperi che cambio browser (anche soltanto temporaneamente… e dire che ho su pure Firefox, farei poca fatica) solo per far un favore all’Istat… 😛
      Per quanto riguarda gli animali, nella versione verdolina per bambini poveri del questionario (la rossa completa per bambini ricchi non me la sono letta tutta tutta. Per ora: dipende quale delle due han mandato a mia zia, e può darsi che dovrò studiar meglio pure quella!) all’Istat non gliene può fregar di meno: e in effetti mi hai fatto venire un’idea per schiodar la Ciccia dalla carrozzina (della quale ha preso possesso da ieri, nonostante sia piena di altri oggetti e coperta di cellophan)… le spiego sta cosa, poi la spedisco all’Istat a far presente che lei esiste eccome!

      Mi piace

    • Ma mi stai a dire che se non ci arriva dobbiamo andarcelo a prendere noi in comune???? Cioè io questo week-end sono scesa in Abruzzo per l’ultima volta per quest’anno, non potrebbero fornire on line anche i dato d’accesso per compilarlo? Uff…. Già so’ stressata!

      Mi piace

      • Ti linko la pagina del sito ufficiale, non so se possa servire:
        http://censimentopopolazione.istat.it/tutto-sul-questionario/default.html
        Secondo me ti conviene aspettare ancora: il termine per la compilazione è lontano più di un mese e pure i rilevatori comunali non inizieranno i giri prima del 20 novembre… L’idea di poter accedere al proprio questionario e relativo codice/password inserendo il proprio codice fiscale (che è poi il nome utente) sarebbe anche buona, se non fosse che a livello di privacy/sicurezza fa acqua da tutte le parti: sapendo come ti chiami e dove e quando sei nata/o, chiunque potrebbe entrare e compilare il tuo questionario alla vigliacca (<- ora, non so perchè uno dovrebbe farlo, ma sai… gente strana al mondo ce n'è taaaaaaanta…).

        Mi piace

  2. Versione ricca o versione povera… Mah? Mia madre, proprietaria della casa dove abitiamo insieme, non ha ricevuto nessuna delel due, solo io la versione color muffa fresca di giornata. Non l’ho mica capita, sta cosa.

    Mi piace

    • Lo mandano al “capofamiglia” (non c’entra a chi è intestata l’abitazione)… ad esempio, ricordo che nel 2001 a casa del Consorte arrivò intestato a sua nonna, proprio perchè all’anagrafe risultava lei quale capofamiglia: alla morte del nonno, il titolo era passato a lei in automatico. Difatti dovettero andare a chiederne un’altra copia, perchè senza badarci lo avevano iniziato a compilare indicando come “1° soggetto e intestatario” il babbo del Consorte… e quindi veniva sfasato tutto quanto! 😛
      Non chiedermi però quali siano i criteri per assegnare la qualifica, non è pane per i miei denti… so che quando nel 2004 siamo andati all’anagrafe del nostro comune per le modifiche del caso, l’impiegata ci disse che se mi fossi messa io come capofamiglia la pratica sarebbe stata più rapida perchè io già risiedevo nel comune. Io però non mi sentivo affatto qualificata ad esser “capo” di sta cippa, quindi ho insisitito che capofamiglia risultasse comunque il Consorte, anche se stava “immigrando” da un altro comune! 😉

      Mi piace

    • Come mai non sono stupita più di tanto da questa cosa..? =__=
      Ho idea che alla fine di quest’avventura tuo marito ne avrà da raccontare molte di più e molto più interessanti della limitata esperienza che ho avuto/avrò io con sto censimento! 😉

      Mi piace

  3. Insomma più che un censimento sembra giochi senza frontiere 🙂 Io non ho ancora ricevuto il plico misterioso a differenza di altri nel mio palazzo (è finita che ho un postino totalmente idiota?), comunque mi attiverò al più presto per avere anch’io tra le mani il nuovo gioco dell’autunno. Che tra l’altro compilerò io perchè al solo udire la parola “online” i miei han già delegato, quindi toccherà anche a me trascorrere piacevoli minuti a invocar santi e madonne davanti al pc. Però lo faccio con firefox, sfrutterò la tua “esperienza” con chrome per evitare almeno l’1% dei casini e di questo ti ringrazio 🙂 (piccolo off-topic: per curiosità mi sono andato a sentire su youtube la canzone che fa da titolo al post e devo dire che i tizi che la cantano qui http://www.youtube.com/watch?v=chy2utoBrcQ sembrano aver preso direttamente la macchina del tempo dal 1980 e siano piombati nel 2011. guardare per credere 🙂 )

    Mi piace

  4. Io son stata talmente imbecille da propormi di compilare pure quello di mia zia, se mi fa avere il suo codice d’accesso: del resto, lei ha detto che quel malloppo non lo compila neanche se la pagano (e non è servito dirle che se non lo compila è lei che deve pagare… una sanzione da 200 e rotti € a 2000 e rotti…) e piuttosto quando le arriva in casa il rilevatore si spaccia per talpa ciecata che non sa come fare… (<- dopo l'intervento di cataratta ha recuperato millemila decimi e ora gli occhiali li porta – per abitudine – non graduati…). °__°;
    PS. Non so se mi inquieta di più il video o alcuni dei commenti sotto… XD (e comunque anche secondo me non è solo un canto lombardo, tant'è che mia madre è originaria dell'Appennino modenese…)

    Mi piace

    • c’ho messo più a scorrere le indicazioni che a farlo: poche domande, io avevo la versione verde (non c’erano nemmeno le domande sulla salute, boh). insomma, tutto filato liscio.
      unico dubbio: per dimora abituale io ho inteso il domicilio… ma su fb c’è stata una lunga discussione sul mio stato.

      Mi piace

    • @Cassandra: mmmh… devo quindi ritenermi ampiamente fortunata: io sono riuscita a salvarlo per ben due volte! °__°;

      @Sloggata: io non ho avuto dubbi per il fatto che negli ultimi 7 anni a me non è cambiato nulla (e, finora, ho pure sempre avuto la residenza nel posto dove abitavo), ma le mie reminescenze di diritto delle superiori mi dicono che c’è differenza tra residenza, dimora e domicilio: sono tre “status” diversi” che possono coincidere tra loro (anche solo in parte) o no. Sempre se non ricordo male: la residenza è quella che risulta all’anagrafe comunale (dove sei anche iscritta alle liste elettorali, per dire), il domicilio è quello dove effettivamente vivi stabilmente (appunto: uno studente fuori sede che però conserva la residenza nella casa dei genitori), la dimora è dove ti trovi temporaneamente (ad es. durante 15 giorni di vacanza). “Dimora abituale”, volendo esser pignoli… sarebbe addirittura un errore (mica sto abitualmente in hotel in Val di Fassa… oddio, magari!!)…

      Mi piace

        • le mie riminiscenze di diritto (primi due anni di superiori, ergo, fatti due conti… lasciamo stare va) mi suggerivano le tre stesse differenze che hai elencato tu.
          il mio problema è che io ero residente dal 1994 al marzo 2009 a Supeimonti, a marzo 2009 ho preso la residenza dov’ero in affitto e dal 10 ottobre 2010 (quindi qualche giorno dopo rispetto alla loro domanda: nella settimana 2-8 ottobre del tal anno dov’era?) ho preso residenza in casa di proprietà. ora, considerando che da novembre 1999 io ho praticamente vissuto a Mari&Monti, 5 anni fa dov’era la mia dimora abituale??
          presumo che continuerò a fare la polizza di tutela legale, va’, che se mi dovessero venire a cercare, almeno posso chiamare la mia amica avvocata senza problemi.

          Mi piace

          • Se devon mettersi a cercare tutti quelli che hanno sbagliato una domanda, arriviamo al prossimo censimento del 2021 che non hanno ancora finito di bacchettare tutti! 😉
            Comunque sta cosa sta mettendo ansia a un sacco di gente: l’altra sera la nostra vicina del piano di sopra è venuta a bussare apposta per chiedere che metratura avevamo messo noi per l’appartamento, perchè non riusciva a trovarsela nei rogiti e non voleva mettere qualcosa di diverso da noi (visto che gli appartamenti son tutti uguali)… calcola che io c’ho dato “a occhio e spanna”, poi tira le somme… XD

            Mi piace

    • Io oggi ho avuto conferma del mio secondo “cliente”: mia zia appena rientra a casa sua (al momento è qua ospite dei miei) mi fa avere il suo codice d’accesso poi, come si suoi dire, più o meno “son cavoli miei” (ovvio, per le cose che non so dovrà dirmi lei)! C’è da dire che ha ampiamente ripagato in tutine e completini per l’Inquilina la relativa “parcella” per la compilazione… 😉
      Ecco, una cosa che non mi dispiace dell’essere a casa è che probabilmente mi sono sfilata il doverne compilare pure in ufficio…

      Mi piace

  5. Doveroso aggiornamento (che stavo per dimenticarmi di fare, fortuna che ho letto questo http://curriculummortis.blogspot.com/2011/10/censimento-2011-w-lavoisier.html sul blog di Cassandra!): ieri ho poi inviato il questionario dei miei (sempre verdolino). 10 minuti in tutto e avevo la mia ricevuta di invio salvata (non stampata perchè il portatile ha una discussione in corso con la stampante wifi, ma appena ho un attimo di tempo vedo di riappacificarli).
    Insomma, posso onestamente dire che gran parte del “gioco dell’oca” con cui ho avuto a che fare sia stato a causa del traffico di utenti dei primi giorni! 😉

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...