Cambio di preposizione

Ci pensavo su da un po’… diciamo da quando ho postato questo, perchè effettivamente continuare a parlare di “Inquilina”, dopo che la nostra convivenza “interna” era finita, mi sembrava poco appropriato.

Del resto, anche chiamarla con il suo nome anagrafico non mi sconfinferava: a parte le gatte, qua non c’è nessuno che io abbia mai citato usando il nome al quale rispondeva all’appello a inizio lezioni (è vero, le gatte non hanno mai risposto ad un appello scolastico… ma basta esser così fiscali, insomma!). Il mio neurone e mezzo (con i ritmi degli ultimi giorni, i miei soliti tre si stanno dando i turni per riuscire a coprire la “domanda”) non stava macinando granchè di sensato, e quindi anche nei post successivi avevo continuato ad usare il vecchio nome.

Poi, l’altro giorno, durante la solita (beh, solita finchè il tempo ha retto: abbiamo approfittato delle giornate fredde ma soleggiate della settimana scorsa, ma se continua l’andazzo nebbioso e umido che è iniziato ieri, qua mi sa che non vedremo l’esterno per chissà quanto… 😦 ) passeggiata del dopo pranzo, chiacchierando con il Consorte (che da oggi è tornato a lavoro), ecco l’illuminazione. E dire che non ci voleva nemmeno tanto…

Cos’ho scritto nel post di presentazione? Beh, che la piccola strideva “come un’Aquila” (verissimo: a capacità polmonare, stiamo messi “daddìo”). Ebbene… se noi cambiamo l'”In” di Inquilina con una bella “A“, cosa otteniamo? Ecco, esatto: “Aquilina“. Non è perfetto? 😉 Non so però per quanto potrò mantenerlo (ho idea non più di 5-6 anni… appena inizia a saper leggere, la pupa mi querela…), ma magari per allora mi sarà venuto in mente qualcosa di più appropriato alla soggettina.

Solo una precisazione: se decidete di chiamare il Telefono Azzurro, continuate a leggere fino in fondo. Già, perchè l’idea non è mia, l’ho solo adottata perchè mi è piaciuta: l’idea è del Consorte, che me l’ha suggerita scherzando (vero è che io l’ho invece preso sul serio). Insomma, questo per dire che se dovete chiamare, almeno pigliate i proverbiali “due piccioni con una fava” e denunciateci entrambi… 😛

Annunci

8 pensieri su “Cambio di preposizione

  1. Immagino che abbiate scelto per lei un bellissimo nome, che per voi significa molto, perchè non usarlo???? A meno che non abbia un nome talmente raro che si riconoscerebbe ovunque. Cmq rispetto le vostre scelte e “Aquilina” è davvero simpatico!

    Mi piace

  2. Il nome che si è ritrovata sul groppone è molto comune (Daniela)… insomma, nessun pericolo che qualcuno possa individuarla “offline” tramite quello! E’ solo che per politica di blog non ho mai citato praticamente nessuno “col suo nome”, e mi piaceva continuare in questo modo! 🙂

    Mi piace

  3. aquilina mi piace proprio:rende l’idea! e magari non sarà nemmeno necessario cambiarlo! il mio colle ga ingegnere che insegna “materie strane” tipo impianti e simili dice che quando sono nellìaula attigua non capisce cosa dice spiegando…chissà la piccola promette bene!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...