Anno nuovo…

… vita nuova, si dice. Devo dire che per una volta potrei pure essere d’accordo: se penso ad un anno fa, di cose ne sono cambiate. Magari non molte, ma quelle poche decisamente hanno avuto un peso specifico “importante” nella mia vita… da ragioniera mi viene da pensare che chiudo il bilancio in pareggio: una persona (anzi, una personcina!) importante è entrata a far parte della mia esistenza, un’altra altrettanto importante ne è uscita. Sinceramente: se fossimo riusciti a chiudere con un “utile” (anche piccolo… attorno ai 4 kg, per l’esattezza! 😉 ), sarei stata molto più contenta.

Posso però chiudere in attivo la voce “amicizie”: perchè se è vero che in corso d’anno ho avuto una delusione piuttosto cocente (cocente soprattutto in proporzione al tempo da cui conosco questa persona), è altrettanto vero che ho avuto modo di incontrare/conoscere meglio (sia tramite FB che qui su queste pagine) diverse persone impagabili (quel famoso Micing di gennaio, poi, è stato un’autentica miniera d’oro) e che altre amicizie “più datate” (anche solo di un paio d’anni!) si sono letteralmente fatte in quattro quando ho avuto bisogno. E insomma, come voce di bilancio da chiudere con un guadagno non è mica poi poco, no? 😉

Propositi per l’anno nuovo? Come l’anno scorso, nessuno: tanto, continuo ad aver prova che le cose buone capitano quando meno te l’aspetti, e quelle cattive pure peggio (se fai tanto di aspettartele, saranno incarognite minimo il doppio di quanto ti aspetti…)…

Ecco, una cosa però che vorrei augurarmi sarebbe di finire il 2012 senza funerali. Ohi, non in assoluto… voglio dire, egoisticamente parlando, senza funerali di parenti stretti: la “tradizione” delle esequie a dicembre che sembra aver preso piede tra quest’anno (mia madre) e l’anno prima (la nonna del Consorte) l’abbandonerei ben volentieri! E, tra gli auspici a breve termine, vorrei (restando in tema) un bel requiem per quelle stupidissime colichette che stanno torturando l’Aquilina in questi giorni (e noi con lei, che vederla star male senza riuscire a far niente di efficace è un’agonia pure per gli “spettatori”!)… 😛

Ma insomma… mi sa che in definitiva confermo il motto del post dell’anno scorso: «a j andem sò drî». Anche perchè, come dire… fa diverso! 🙂

Ora speriamo solo che sti cappero di Maya abbiano preso un granchio colossale e di riuscire a rifarci gli auguri anche da qui a un anno… 😛 In ogni caso…

BUON 2012 A TUTTI!!!

https://gitementali.wordpress.com/2011/annual-report/

Annunci

12 pensieri su “Anno nuovo…

  1. Buon anno a tutta la famiglia 🙂
    E della profezia dei Maja non preoccuparti, ne è stata data una lettura anomala. Un teologo Maja qualche anno fa spiegò che si è previsto un cambiamento, ma non peggiorativo, anzi potrebbe essere l’inizio di una nuova era di pace, serenità e fratellanza. 🙂

    Mi piace

  2. Io ho rinunciato a fare bilanci di fine anno e propositi per l’anno nuovo, preferisco non aspettarmi nulla e vedere quello che viene, cercando sempre di dare il meglio per quanto posso.Comunque credo anch’io che la profezia maya sia una boiata colossale, il 31 dicembre 2012 saremo ancora tutti qui. Buon 2012, e come ho scritto da me “che la forza sia con noi” perche di quella ce n’è tanto bisogno 🙂

    Mi piace

  3. Che dire dei Maya …
    anni fa ho sfidato gli irti gradini del castillo e sono ritornato giù sano e salvo, c’erano un sacco di persone che andavano su e giù tutte incuriosite e attratte dalla storia …
    Insomma non credo che un popolo così avanti, abbia predetto la fine del mondo proprio mentre questo è popolato da tanti estimatori (convinti o solo curiosi) della loro civiltà …
    (e di fatto, noi non siamo che i precursori … sai negli anni a venire, in quanti visiteranno i luoghi dove hanno vissuto).
    Potrebbero essere le economie a far crollare tutto ma a quel punto, credo che i Maya c’entrerebbero poco
    (a meno che qualche antenato bancario e/o operatore di borsa non sia partito proprio da là)

    scherzi a parte, mi sembrano fesserie …
    (visto che si gioca con i numeri, perchè poi 21/12/2012 e non 20/12/2012 ?)
    Boh …
    di inquietante c’è solo il fatto che dovrò lavorare 48 anni complessivi x andare in pensione :-(((
    (la profezia di Monti ?)
    la prendo in ridere senza pensarci troppo …

    BUON ANNO !!!

    Mi piace

      • Quello dipende molto anche dal lavoro che si fa… a me l’ultimo discorso che ho sentito (e che spero di aver capito male) che non conteranno più gli anni di servizio ma solo l’età anagrafica ha fatto girare le palle a mille.
        Perchè una cosa è aver iniziato a lavorare comodamente seduti in un ufficio ad oltre 30 anni (magari perchè nel frattempo ci si è fatti mantenere per anni e anni di fuori corso all’università), un’altra è aver iniziato a lavorare a 16 anni come operaio dietro un macchinario (e ne ho un esempio molto vicino: il Consorte). Non mi pare affatto la stessa cosa, a livello di logorio psico-fisico… e che il secondo soggetto debba comunque andare in pensione a 65 anni (ma con quasi 50 anni di lavoro, contro l’altro che ne ha una trentina) mi sembra più vicino alla schiavitù che alla civiltà.

        Mi piace

  4. Se ti candidi alle prox elezioni oltre a votarti, ti faccio pure la campagna elettorale.
    Cosa aggiungere a quanto hai scritto ?
    E’ semplicemente tutto condivisibile e sottoscrivibile al 200 % !!!!
    (e io ovviamente sono uno di coloro che dovranno lavorare circa mezzo secolo …)

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...