Incoscienza

Con il post di oggi vi presento la nostra new entry del balcone… una “volgarissima” cipolla dorata! Sisì, proprio una di quelle del reparto Frutta & Verdura del supermercato…

Che nel nostro frigo – complice il fatto che a volte compriamo cose poi ci scordiamo di averle – a frutta e verdura accadano cose mirabolanti lo sapevamo da tempo: poco dopo sposati, un limone acquistato con il proposito “In casa serve sempre, o per la scorza o per il succo!” venne riesumato qualche tempo dopo completamente verde. E peloso. Da allora siamo andati avanti con le tristerrime boccettine di succo già spremuto, perchè di avere altre vittime sulla coscienza proprio non ci andava…

Così, quando l’altro giorno ci siamo ricordati di avere un paio di cipolle nel cassetto della verdura e abbiamo deciso di usarle per una padellata di scottona e verdure, non ci siamo stupiti più di tanto scoprendo che uno dei due bulbi aveva germogliato… e neanche poco! Usarla per la cena non sembrava il caso, ed è finita che se n’è rimasta sul tavolo di cucina. Un paio di giorni. A quel punto, ammetto che un po’ mi ci ero affezionata (eran già due giorni che appunto pranzavo in sua compagnia), buttarla nell’umido non mi pareva più il caso… ed era da un pezzo che mi ripromettevo di aggiungere un po’ di vita al vaso dell’edera.

Ora: del nostro scarso pollice verde ho già avuto occasione di accennare più volte (ad esempio, mi viene in mente qui), e se date un’occhiata alle condizioni di precaria salute delle coinquiline di vaso della cipolla, non potrete che concordare con me. Già gli anni passati tendevamo a dimenticarci di annaffiare le piante quest’anno, che c’è pure l’Aquilina con le sue manutenzioni programmate e non, no comment…

Diciamo che da noi le piante sopravvivono solo se dotate di un pervicace attaccamento alla vita, contro ogni legge della botanica, della fisica e della mistica. Da qui il titolo del post… perchè mi sto chiedendo se a quella povera cipolla non sarebbe piuttosto convenuto rassegnarsi a marcire nel cassetto del frigo: probabilmente avrebbe sofferto meno a lungo! 😉

Annunci

5 pensieri su “Incoscienza

  1. ahhhhhhhhh cometicapisco!
    Anni fa (molti anni) ho dimenticato delle patate nel frigorifero della casa delle vacanze.
    Ci siamo tornati dopo 6 mesi circa.
    Germogli?
    Minchia sembrava un rampicante. Roba avvoltolata attorno al frigorifero stile “non aprite quella porta”………………………..
    Però le ho buttate, non trapiantate… anche se mi è spiaciuto!

    Mi piace

    • Poverette, sembra quasi che quelle patate si sian date da fare per arrivare ad aprirsi il frigo da sole! 😀
      E’ che ogni tanto ci penso: se grazie alla muffa di un formaggio è stata scoperta la penicillina… con le forme di vita che a volte scopriamo nel nostro frigo, chissà che potrebbe venirne fuori!

      Mi piace

  2. Pingback: Vittime innocenti e idee grafiche « Gite Mentali

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...