Aspettando “Beatrice”…

… e che faccia anche in fretta, perchè a quanto pare il caldo di queste settimane non ha dato fastidio soltanto a me. C’è chi c’ha rimesso quel po’ di neuroni che aveva, e non se n’è nemmeno accorto (del resto, non che fossero tanti già di base… insomma, non sarà defunta sta gran massa di roba).

Non so se la “genialata” riportata nell’immagine qui accanto sia vera (ma supporrei di sì, viste altre perle regalateci dalla stessa autrice), e perchè una ricerca con Gooooogle non mi ha portata da nessuna parte e perchè sinceramente io il Meeting di CL lo evito come la peste.

Ho visto questa immagine circolare su Feissbuk stamattina, e penso che in origine sia stata caricata da questa pagina (ma, come ben sa chi bazzica quel calderone di Feissbuk, potrebbe anche esser stata creata da qualcun altro…). Ma non è di questo che volevo discutere.

Lì per lì, appena letto, ho avuto quell’ormai familiare giramento di coglioni che prende il via fin troppo spesso, ultimamente, quando sento qualche stronzata sparata da qualcuno che non ha la minima idea dell’argomento di cui parla. Voglio dire: diminuiamo i salari dei 50enni perchè sono meno produttivi dei 30enni? Assurdo: insomma, i 30enni son tutti disoccupati e il lavoro non lo trovano nemmeno col lanternino, come faranno ad essere più produttivi dei 50 enni??? E poi: vogliono aumentare l’età pensionabile, pian piano la porteranno a 93 anni. Se i 50 enni devono vedersi lo stipendio dimezzato perchè meno produttivi, i 70enni allora dovranno pagare loro i datori di lavoro perchè li lascino lavorare fino al momento della pensione???

Poi, l’illuminazione: “Ohi, ma sai invece che stavolta sta qua ha detto una roba sensata?”.

No, un attimo: prima di indirizzare a me (invece che a lei e agli altri dell’allegra combriccola) le vostre madonne, vi chiedo di leggere il paragrafo che segue…

Pensate giusto questo: qual è l’età media dei nostri parlamentari/”politici”-mangiapane-a-tradimento? Direi AMPIAMENTE sopra i 50 anni (compresa la cara Fornero, che se ne ha meno allora se li porta fottutamente male). Ecco, allora facciamo così: se diminuiscono gli stipendi di quei 50enni lì (e, vista la paga base, la delicatezza e complessità dell’incarico e quindi l’ancor maggiore diminuzione di capacità di svolgerlo man mano che si invecchia… direi come minimo che devono diminuirseli della metà, se no non vale), poi possono andarci su dietro con i salari dei cittadini comuni. Che ne dite?

Annunci

16 pensieri su “Aspettando “Beatrice”…

  1. eh no cara, ci sono anche fin troppi under50 nella politica. eh no. se diminuissero le loro pensioni ecc. a prescindere o le ricevessero solo al momento della maturazione dei loro contributi, allora ci posso forse anche stare.
    per meno, non si discute.

    Mi piace

      • Sacrosanto. Una delle mie più grandi curiosità sarebbe vedere questi mentecatti campare con 800 € al mese, affitto, benzina, bollette e un paio di figli piccoli. Così, per vedere non dico se arrivano a fine mese… giusto al 2, del mese (venendo pagati l’1, ovvio). Ho idea che morirò senza essermela tolta. Ho idea che anche i miei pronipoti moriranno senza essersela tolta…

        La mia era giusto una provocazione, un dargli uno “spunto iniziale”, che tanto figurarsi: questi manco dello 0,0000001% ci pensano minimamente a decurtarsi qualche privilegio…

        Mi piace

  2. Il ritocco all’art. 18 dello Statuto dei Lavoratori, ha proprio questo scopo, poter eliminare chi è più rompiscatole senza avere l’obbligo del reintegro e mettere una generazione contro l’altra. Tra i due litiganti il terzo gode.

    Mi piace

    • Come l’altro discorso cui sono affezionatissimi molti affabulatori: che i “giovani” stanno pagando le pensioni dei “vecchi” con i contributi che versano attualmente, e quindi per loro non ci sarà la pensione perchè… sbidiguda antani scappellamento a destra.
      Dimenticando che il punto focale della questione invece è: e dove dannazione son finiti i contributi regolamente versati gli anni passati dai “vecchi”??? No, perchè qualcuno se li sarà pur intascati/li avrà mandati a donnine, giusto??

      Mi piace

  3. E’ ESATTAMENTECOSì POPOF1955 ! mio caro coetaneo!!
    Mi sembra che si stia perdendo di vista il buon senso, e ci sia il rischio di cadere come la Fornero in triti ed errati luoghi comuni!

    Sarebbe come se un Generale dell’esercito arrivato a 50 anni lo degradassero a caporal maggiore, ma allora che interesse e incentivo avrebbe la gente a lavorare dopo i 50 ??? Ma l’esperienza, il mazzo che ti sei fatta per arrivare al livello raggiunto??? a che pro???? Se hai un gap a 50 anni , sopperisci con l’esperienza!

    Il mondo politico non è fatto di 50enni è fatto di 70-80enni, genti che dovrebbe essere mandata in pensione !

    Tagli agli stipendi dei POLITICI OK, tagli alle scorte, alle auto blù, ai privilegi di casta dei politici che vanno dappertutto GRATIS E PAGHIAMO NOIIIIiIIIII !!! questo è il grande buco nero che dovrebbero tosare: le scorte ai politici !!! un insulto! posso ammettere a chi lavora in prima linea contro la mafia, ma per l’amor del cielo, a fessi che ci malgovernano MAI!!

    Mi piace

    • L’esperienza… guarda, se c’è una cosa che negli ultimi anni è stata pian piano considerata meno che nulla è proprio l’esperienza.
      Ho perso il conto delle volte che ho sentito dire a qualche capo idiota la frase altrettanto idiota “tutti sono utili, nessuno è indispensabile”, col sottinteso che “o così, o pomì”, tanto chiunque può esser sostituito da chiunque e quindi “se non ti va bene, quella è la porta: un altro fesso come te lo trovo anche domani”.
      In alcuni casi l’esperienza è diventata addirittura un ostacolo all’assunzione: se hai già svolto il lavoro, non puoi essere assunto come apprendista… quindi all’azienda costi di più (e non vedono che invece costeresti di meno, visto che hai già le competenze per svolgere le tue mansioni bene e in meno tempo!) e ti viene preferito qualcuno che (anche a parità d’età) non ne ha una cogna.

      Uniamo sta cosa alla venerazione della flessibilità (che “misteriosamente” pare essere però una flessibilità “rigidamente” a 90°, per il lavoratore), propugnata da gente che son 30 anni che non schioda le chiappe dalla stessa poltrona e eventualmente la passa pure a figliolanze e parentado vario.

      Ecco: con ragionamenti del genere (solo per dirne due), se sta andando tutto a rotoli ci sta pure andando di lusso…

      Mi piace

  4. Parlano tanto del popolo sovrano, che decide, ma la Fornero (e il governo tecnico di cui fa parte) quale popolo li ha voluti ?
    Senza entrare nel merito della discussione se sia stato giusto o meno esautorare il governo che c’era (sennò non se ne esce più). credo che caduto il governo, avremmo dovuto tornare a votare.
    Era troppo rischioso per speculazioni, spread alle stelle ecc ecc ? (che poi un gg vorrei che qualcuno mi spiegasse come faceva lo stato a pagare negli anni ’80, interessi del 12-13% per i titoli di stato senza fare una piega e con servizi offerti ben superiori a quelli miseri di oggi …).
    Allora sì al governo tecnico, ma con il congelamento di stipendi e benefit per tutti “gli eletti” (che di fatto hanno fallito se hanno bisogno di un “tutor”
    … e non si capisce bene perchè debbano continuare a mantenere intatte le laute retribuzioni e i benefit fino alla fine della legislatura).

    Questa cmq si è presentata piangendo e qualcuno aveva creduto fosse sincera
    (io no e fin da subito … ma sono magrissime consolazioni)

    Mi piace

    • E ti do ragione: se siamo in democrazia (cosa sulla quale ultimamente ho parecchi dubbi), il governo avremmo dovuto poterlo eleggere (certo, se avessimo una legge elettorale decente, ma pure qui finiamo in un ginepraio ad affrontare il discorso). In altri paesi ricorrono alle urne per molto meno… scusate: in altri paese CIVILI.
      Riguardo al congelamento di stipendi & co,, sfondi un’altra porta aperta: del resto (sempre in un paese CIVILE) dovrebbe essere un’assurdità pagare e – addirittura – premiare qualcuno che non svolge bene il suo lavoro, quando addirittura non lo svolge affatto.

      Per la storia dello “spread”… beh, niente mi leva dalla testa che sian tutte macchinazioni idiote messe su da qualcuno che da tutta sta faccenda ci si sta facendo le budella d’oro. A qualcuno (e neanche pochi) questa “crisi” sta facendo tanto tanto comodo.
      Mi piacerebbe solo che i soldi che stanno rubando sulla pelle della gente comune e sul futuro dell’Italia se li dovessero spendere tutti in medicine (no… non gli sto augurando dei brutti mali. Sarebbe carino giusto spenderli tutti tipo in pomate per emorroidi. Tipo che soffrissero di flatulenza cronica. Roba così, “innocua”, non letale, ma tanto tanto fastidiosa), ecco.

      Mi piace

  5. Pingback: Aspettando “Beatrice”… | Ambiente Italia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...