Aquilina nel cortile delle meraviglie

Premessa: l’Aquilina con sto post c’entra poco e nulla. Anzi, credo sia l’unica che non s’è resa conto di niente. Però mi piaceva l’idea del titolo…

Devo riconoscere che ultimamente mi sta dando più da scrivere (tipo questo o questo o anche questo)  il cortile di casa di un sacco di altra roba: questa è iniziata alla fine di agosto, ma prima di postare ho voluto aspettare per vederne gli sviluppi.

A metà della notte tra il 19 e il 20 agosto (una delle tante torride notti del mese scorso) il cane del mio vicino del piano di sopra (l’ormai celeberrimo Tell) ha preso ad abbaiare, al punto che il suo padrone si è fatto in balcone per dargli una voce e zittirlo. Il che è strano: non che Tell non sappia abbaiare, ma di notte non lo fa praticamente mai (e pure di giorno è difficile sentirlo). Finita lì, almeno così pensavamo.

La mattina dopo, abbiamo potuto fare il classico 2+2 e giustificare l’insolito comportamento del peloso inquilino del cortile. Accanto al (pure lui) celeberrimo caminetto, è magicamente comparso ciò che vedete nella foto in alto a sinistra.

Una Y10, vabbè. Anzi, mia lacrimuccia di nostalgia, che fino a 7 anni fa ne guidavo pure io una simile (messa meglio e color oro, ma non sottilizziamo): gran macchina. Un sistema di riscaldamento surreale (iniziava a intiepidire l’abitacolo dopo circa 30 km di strada, su per giù quando era il momento di parcheggiarla davanti casa del Consorte e scendere), ma gran macchina! Ma… un attimo… di chi cavolo è questa Y10???

Vi agevolo la lettura del cartello attaccato al finestrino, che si intravede nella prima foto e che ha attirato la mia attenzione ———————–>:

E qui di pensieri ne vengon fuori tanti. Che sia disoccupato ci posso credere: proprio nei giorni dell'”abbandono” dell’Y10 ho visto di sfuggita in TV questo titolo di notizia “PIL in calo del 3% rispetto al 2008, lavora un italiano su tre”. Che non abbia i soldi per pagare questo, quello e quell’altro ok… ormai la gente non fa più fatica ad arrivare a fine mese: è già un’impresa raggiungere la metà, del mese.

La versione del cartello è poi stata confermata: il proprietario dell’Y10 sarebbe un ormai ex condomino (era in affitto) trasferitosi altrove, che avrebbe chiesto (ancora non ho capito a chi) di poter mettere l’auto nel cortile, perchè non so chi (uno dei suoi nuovi vicini?) lo avrebbe minacciato di chiamare i vigili e fargliela portar via se l’avesse continuata a lasciare in strada con l’assicurazione scaduta.

Nonostante io voglia credere alla buona fede della gente, m’è sort0 qualche dubbio.

Per dire: il talloncino dell’assicurazione esposto sul vetro (sì, lo so, ditemi pur che son caziana. Però io un “giro turistico” attorno all’Y10 me lo son fatto… già che per 1/12 occupa anche il “mio” cortile…) reca scadenza “13.06.2004. E pertanto: ma sto tizio sono 8 anni che che circola non assicurato????

Io le difficoltà economiche “da crisi” le capisco, ormai le ditte in cui lavorano gli amici che sono, sono state o prevedono di chiedere la cassintegrazione hanno superato da un pezzo il numero di quelle che non l’hanno fatto.

Posso anche teorizzare che, non avendo rinnovato l’assicurazione all’ultima scadenza per problemi economici improvvisi, si lasci in auto un talloncino “vecchio”. Ma… va bene quello scaduto nel 2011… ammettiamo anche quello del 2010. Però, sinceramente: chi di voi sa dove dannazione è finito il suo vecchio talloncino del 2004, soprattutto se nel mentre ha continuato a rinnovare l’RCA? Penso di essere tra i pochi ad avere ancora tutti i documenti dei vari rinnovi della RCA della Dedra dal 2005 in qua (preventivi, attestati di rischio, ricevute, lettere e comunicazioni di varia natura…), ma i talloncini… dio sa dove li ha ficcati il Consorte man mano che li sostituiva!

Insomma, lo confesso: sta storia del tagliandino “d’epoca” scaduto addirittura tre mesi prima che io mi sposassi… ha gettato già da subito l’alone di bufala in tutta sta faccenda (“Mmmmmh… non è che questo se ne sta approfittando un po’ e soprattutto da un po’?”): in 8 anni, se proprio non riesci a mantenere un’auto… il modo di risolvere la faccenda in qualche modo lo trovi (continuare a circolare in questo modo, pur se “per necessità”, comporta rischi maggiori dello sbattersi per trovare altri mezzi di trasporto… anche e soprattutto a quel livello economico che preoccupa tanto).

Per dovere di cronaca, trascorsa la settimana la Y10 era ancora lì.

Trascorsa anche la “settimana di 10 giorni” (e mi pare che il mese avesse 3 settimane…) che vigeva in una vecchia ambientazione di Dungeons & Dragons (Forgotten Realms? Se sbaglio perdonatemi…), s’è iniziata a far qualche ulteriore domandina in giro, pure perchè nel frattempo erano comparsi dal nulla pure due borsoni (da uno sporgevano inquietantemente i piedi di un pupazzo di peluche marrone), che avevan preso residenza appoggiati al muro posteriore del condominio. Nel frattempo a settembre è pure piovuto diverse volte e vi lascio immaginare il bene che ha fatto ai borsoni.

L’esito dell’inchiesta, comunque, aveva condotto alla richiesta di portare pazienza ancora un pochino, che il tizio della Y10 aveva trovato qualcuno che gli aveva comprato l’auto… e pure i borsoni. Sarebbe venuto a ritirare il tutto nel giro di qualche giorno… una notte di queste.

E qui il mio secondo dubbio (più creativo): abbiamo avuto per anni un vampiro come vicino (… solo a notte fonda si muove, questo: lascia la macchina, ritira la macchina… ma non prima delle 3 di mattina, eh!) e non ce ne siamo mai accorti?!?!? O è la Y10 a riacquisire i poteri del moto solo col favore delle tenebre??!!? Porcasabbietta: ad averlo saputo prima mica solo sto post, ci facevo… ne usciva una saga (tipo “TwY10light”, con la Y10 vampira, la legna autocombustibile, il cane da caccia mannaro e le gatte zombie… ora, messa così ci manca proprio solo l’Aquilina che faccia Carletto, ma vabbè…)!

Dov’è l’Y10 adesso? Ma tuttora ancora lì, dove altro? Le ultime news narrano che l’amministratore di condominio abbia dato al tizio (che sarebbe andato lui dall’amministratore… questo per aggiungere assurdità alla vicenda. Se il tizio non si fosse “costituito”, nessuno avrebbe ancora avvisato l’amministratore…) altri 10 giorni (questo tipo… hey, almeno 10 giorni fa!) per sistemare la faccenda, passati i quali avrebbe dato uno squillino a Municipale e carroattrezzi (tanto più che in teoria a inizio ottobre dovevano iniziare i lavori di rifacimento del cortile… attorno attorno alla Y10?). Mah. Io so solo una cosa: se nel prossimo riparto spese di condominio mi trovo addebitata una quota per sta vaccata (che sia l’amministratore che vuole ripagato il suo “disturbo” o il tizio del carroattrezzi che giustamente non fa beneficienza), pianto un casino. Che paghi tutto quello che munificamente ha dato il permesso di parcheggiare l’auto a nome di tutti, senza chiedere però niente a nessuno prima (ma forse questa è la regola e sono io che son distratta, visto anche quello che raccontavo qui).

Ah, per chi si interrogasse sulla sorte dei borsoni… ecco quelli si sono spostati: ora sono nella Y10. Da soli si saranno spostati, suppongo… e ovviamente di notte. Tipo il “mostro-baule”  dei giochi di ruolo (quello che il vostro personaggio apre pregustando chissà che tesori, e invece si trova glassato di mazzate… questo qua, per dire)… già che in effetti nel catalogo cortilizio “Creature fantastiche e amenità varie” ci mancava…

 

Annunci

15 pensieri su “Aquilina nel cortile delle meraviglie

  1. Non ci credo : di sicuro una bufala. Se vuoi eliminare l’auto puoi cederla gratis, con i costi di passaggio a carico del nuovo acquirente, così non hai alcuna spesa. Quindi ciò che millanta il proprietario sono emerite cazzate! Inoltre la demolizione di una Y10 costa esattamente 120 euro = 1,25 € di accantonamento MENSILE in 8 anni!!! .
    Semplicemente il tipo l’ha usata, parcheggiandola nei momenti in cui non gli serviva nel cortile privato di qualche condominio compiacente! In barba a chi le tasse le paga !
    Penso che devi fare una bella lettera Raccomandata con Ricevuta di Ritorno, scritta all’amministrazione dove declini ogni responsabilità e spesa nonché conseguenza che questo abuso da te e tuo marito NON autorizzato possa causare!!!! Nero su bianco!!!

    Mi piace

    • Ecco, io son sempre la solita che non vuol pensar male della gente… e mi fa piacere che invece i miei sospetti siano condivisi!
      Se in otto anni non è riuscito a metter via nemmeno i soldi per la demolizione (pur non pagando nè bollo nè assicurazione), allora c’è da stupirsi di come non sia pure morto di fame (letteralmente) nel frattempo.
      Se vuoi la verità, quello che fa girare la balle a me è proprio che è anche per “merito” di chi si comporta così (e ancora di più, forse, di chi gli dà corda pensando di comportarsi da brava persona!) che i poveri pirla che pagano tasse, bolli e balzelli e hanno tutto in regola pagano così tanto.
      Poi mi sa che una di queste mattine un salutino all’amministratore di condominio vado a farlo…

      Mi piace

    • Che ne dici, alla prossima assemblea propongo l’installazione di una biglietteria al cancello e facciamo pagare l’ingresso per venire a rimirare le nostre attrazioni? Magari ci tiriam su i soldi per sbolognare la Y10 e ci rimane qualcosa di fondo cassa pure per la pavimentazione del cortile… 😀

      Mi piace

  2. Certo che lì da te abitano certi soggetti che… ‘nzomma! xD

    Il lato positivo è che tutto ciò ti riempie le giornate di stupore e, soprattutto, ti danno sempre degli spunti per il blog ahah

    Mi piace

    • Non so, si vede che il condominio attira i pirla… (ah, calcola che ci abitiamo pure noi… quindi mi sono appena autoinserita in categoria! 😛 )
      Solo che forse dovrei appendere un cartello alla buchetta delle lettere… invece del classico “pubblicità non gradita”, qualcosa tipo “vi prego, le boiate son capace di strolgarle da sola… non aiutatemi troppo!!”. 🙂

      Mi piace

      • A parte gli scherzi, io ci metterei su un bel carlello di risposta, del tipo “se la macchina prende fuoco per un corto circuito, chi paga i danni? I condomini che ne hanno accettato l’ospitalità, di sicuro.”. Forse con questa considerazione sarebbe il caso di chiamare il carro attrezzi o i vigili del fuoco, come prevenzione.

        Mi piace

        • Non sai quanto mi piacerebbe, iniziare a chiamare qualcuno… solo che ho letto in giro che, per intervenire su proprietà privata, tipo la Municipale o chi per lei hanno bisogno di un provvedimento di autorizzazione del Giudice di Pace (insomma, non basta che il proprietario dell’area abbia bisogno di aiuto per sbarazzarsi in maniera lecita di qualcosa che ha abbandonato qualcun altro…).
          L’unico che può agire “direttamente” pare sia l’amministratore di condomino (ho lo stesso i miei dubbi…), ma c’ho una fiducia in quest’uomo che te la racconto…
          Ammetto che tutte ste pippe fanno piuttosto venir voglia di arrivare in qualche modo ai celeberrimi cavetti sotto il volante (ops!) e far sì che magicamente l’auto raggiunga il suolo pubblico…

          Mi piace

    • Guarda, a me sta mettendo una gran arterio… (soprattutto perchè siamo alle solite: quello che se n’approfitta che si fa i comodacci suoi a scapito d’altri, e nessuno che fa niente… scommetto però che se facessi io la stessa cosa per una volta nella vita, sarebbero tutti subito lì come gatti attaccati ai maroni!).

      Mi piace

  3. Pingback: Lavori in corso (?) | Gite Mentali

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...