Eeeehhhh??!?!?

Premessa: dopo questo post di Valeren, c’ho pensato su un po’ per decidere se era il caso di mantenere in programmazione questo mio… perchè diciamocelo, l’idea di base è la stessa (il post di Valeren però fa molto più ridere, diamo al Dittatore quel che è del Dittatore) e anche se la prima bozza di questo post risale a mesi fa… rimandandolo nella speranza di raccogliere altre perle ormai io sono “in ritardo” di 10 giorni! Resta un fatto: non so voi, ma io di sta cosa inizio ad averne le ciufole piene: sbucano su ogni sito, e diventano più illeggibili e assurdi di volta in volta… roba che per finir di completare un modulo o scriver due righe ci perdi 10 minuti e 4 madonne. Quindi, beccatevi pure il mio sproloquio in merito! 😛

Credo che non ci sia troppo bisogno di spiegare cos’è un “captcha”, più che altro per il fatto che ormai capita spessissimo di imbattercisi per poco che si navighi e si tenti o di registrarsi da qualche parte, o ad esempio di commentare su qualche blog. Per chi avesse dubbi, vi rimando alla nostra cara Wikipedia, che mi sa che vi basta caricare la pagina e osservare l’immagine in alto a destra per capire di cosa parlo. Oppure lasciate perdere Wikipedia e sbirciate direttamente qua sotto…

E insomma, l’intento è anche buono. Peccato che in certi casi si passi decisamente oltre… non è questione di essere una pacioccosa persona in ciccia e ossa che innocentemente vuol commentar qualcosa e non un freddo software che cerca di far danni. E’ che manco Escher o i redattori della Settimana Enigmistica potevano arrivare a robe del genere. Non è un argomento originale [e lo è ancora meno visto quello che avete letto in premessa, N.d. Shunrei], girano già da tempo anche dei Meme su questa evoluzione crittografica… ma una cosa è ridere su una vignetta, altra cosa è trovarcisi dentro! 🙂

Il punto è che non solo a volte capitano grovigli di lettere che non si riescono a districare nemmeno cambiando gradazione agli occhiali. Non solo a volte capitano caratteri che per riuscire a riprodurre tocca prima andarsi a cercare le tabelle dei codici ASCII da digitare sul tastierino numerico. Ennò, troppo facile. Mo’ ci sono pure le immagini da tradurre…

Per la serie “Dimmi cosa dannazione dovrei scrivere?!?!?”, ecco alcune delle più gustose che mi sono capitate (e che ho ovviamente “ricaricato” subito dopo aver preso giù lo screen):

Ecco, se qualcuno ha voglia di provare a indovinare cosa c’era da digitare… o magari riconosce il civico di casa sua in una delle immagini… oppure è capace di suggerirmi a che distanza dal monitor occorre stare per riuscire a mettere a fuoco… beh, anche se ormai è inutile visto che “ho già fatto”, sarei curiosa lo stesso! 🙂

Piuttosto, mi è sembrata molto carina la variante che vedete qui sotto, che m’è capitata sotto mano girellando in cerca di tutt’altro (il sito – italiano – dove l’ho trovata è questo).

Peccato solo che, con la conoscenza della lingua inglese che ha gran parte degli italiani (roba che il “Noio volevon savuar l’indiriss” di Totò e Peppino, al confronto, è da laurea con 110 e lode in Lingue Straniere), rischia di essere più incomprensibile questo genere di captcha (se qualche anima pia non lo traduce) di quelli più sopra… =__=

Annunci

17 pensieri su “Eeeehhhh??!?!?

  1. Acc… hai scritto quello che io ho sempre pensato! Ti assicuro che preferirei lasciare un dito della mano destra nel computer anziché ribattere 15 volte la provocatoria sequenza di numeri, perchè sai, quando sbaglio la trascrizione, loro ridono. Davvero, fanno: ah, ah, ah…

    Mi piace

    • Sicuro che ridono…per me è l’evoluzione malata di un pesce d’aprile di quelli di Google: “Dai, facciamo i captcha pigliando anche robe a caso da Google Earth e vediamo cosa scrive la gente!”. Poi si son divertiti talmente tanto che l’han tenuto su per farsi due ghignate in pausa caffè…
      Una cosa che non ho mai provato a fare è, invece di ricaricare il groviglio alfanumerico, tentare la fortuna con i captcha vocali… ma forse qui sono agevolati quelli che, quando facevo le superiori, andavano in discoteca per “conoscere gente” (<- perchè se veramente riuscivano ad intraprendere una conversazione in mezzo al tunztunztunz, allora non c'è captcha vocale che tenga…).

      Mi piace

    • Vignetta sacrosanta! 😀 Tra l’altro, lo ammetto: all’inizio mi inventavo le password più assurde per la “sicurezza”. Dopo 14 anni di PC e di internet, le mie password si sono ridotte a tipo 3-4 che riciclo in tutte le salse e in tutti i siti. Non ne posso più!!!!!
      Tra l’altro, casca a pennello con quello che m’ha raccontato settimana scorsa il Consorte:
      in ditta da lui, arriva il tecnico per installare una nuova fresa computerizzata (l’attrezzo per cui lui è andato a fare quel famoso corso tra luglio e settembre). Arriva il fatidico momento di impostare la password: conciliabolo tra i capi per deciderla. E qui il tocco di genio del tecnico, che spiega che in ditta da lui la password che hanno per tutto è… “password“.
      Applausi e sipario che si chiude. =__=

      Mi piace

  2. Confesso la mia ignoranza e non sapevo che quella specie di tortura alla vista che ti tocca decifrare si chiamasse così (la sigla non l’ho ancora memorizzata però 😦 ). Da decifrare non solo per commentare su di un blog, ma anche per interrogare delle banche dati su internet che se sono su internet sono anche pubbliche. Altrimenti mettil la banca dati a disposizione solo di pochi e inserisci una password, no?
    Baci
    Elisa

    Mi piace

    • Ecco, proprio parlando di banche dati pubbliche, mi fai venire in mente l’ultimo (in ordine di tempo) posto dove ho trovato sta tortura (fino all’anno scorso non c’era di sicuro): la pagina dell’Agenzia delle Entrate dove si inserisce la targa dell’auto per il calcolo del bollo (sai che razza di intervento fondamentale da parte dell’utente! Il tutto prima si riduceva a digitare la targa e cliccare sul pulsante “Calcola”…)!
      Diciamocelo: stiamo esagerando, e di peso… =__=

      Mi piace

    • Sì, in effetti in questi casi è solo una rottura in più per l’utente: sono d’accordo che chi gestiste un sito/blog possa avere il diritto di controllare quello che emeriti sconosciuti (o quasi) scrivono in “casa sua”… ma se tanto c’è una persona che spulcia fisicamente ogni commento, chissene di quest’ulteriore misura di sicurezza!!!

      Mi piace

  3. esstrum 41
    18 ciesvit
    34 kendept
    3 nesave
    39 portshm
    41 o 47 (sono indeciso) dingir

    comunque se non ci prendo al secondo tentativo, lascio perdere e che si fo**ano loro e i loro stramaledettissimi captcha
    magari sono un robot e non lo so 🙂

    Mi piace

    • Certo che però il “3″ di “39 portshm” se io l’avessi scritto in quel modo alle elementari mi beccavo un’insufficienza senza appello!!
      Qua invece lo usano per i numeri civici… chissà i postini quanti cancheri manderanno a quell’indirizzo! 😄

      Mi piace

  4. Finora quelli con le immagini me li ero scampati, ma sono allucinanti @_@ comunque vidi una volta una raccolta di foto in cui le lettere dei captcha formavano parole con allusioni sessuali, almeno quelli facevano sorridere un pò!

    Mi piace

  5. LI ODIO LI ODIO LI ODIO LI ODIO LI ODIO LI ODIO LI ODIO LI ODIO LI ODIO LI ODIO LI ODIO LI ODIO LI ODIO LI ODIO LI ODIO LI ODIO LI ODIO LI ODIO LI ODIO LI ODIO LI ODIO LI ODIO LI ODIO LI ODIO LI ODIO LI ODIO LI ODIO LI ODIO LI ODIO LI ODIO LI ODIO LI ODIO LI ODIO LI ODIO LI ODIO LI ODIO LI ODIO LI ODIO LI ODIO LI ODIO LI ODIO LI ODIO LI ODIO LI ODIO LI ODIO LI ODIO LI ODIO LI ODIO LI ODIO LI ODIO LI ODIO LI ODIO LI ODIO LI ODIO LI ODIO LI ODIO LI ODIO LI ODIO LI ODIO LI ODIO LI ODIO LI ODIO LI ODIO LI ODIO LI ODIO LI ODIO LI ODIO LI ODIO LI ODIO LI ODIO LI ODIO LI ODIO LI ODIO LI ODIO LI ODIO LI ODIO LI ODIO LI ODIO LI ODIO LI ODIO LI ODIO LI ODIO LI ODIO LI ODIO

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...