Meglio tardi che mai

Ho scoperto l’acqua calda. E sono andata a ritirarla venerdì scorso, facendo la spesa all’Iper.

Mi spiego meglio.

Chi bazzica questo postaccio da un po’ sa già che entrambe le nostre gatte hanno un proprio account su Feissbuk, account che sono anni luce più frequentati e attivi (beh, quanto meno lo erano… più che l’arrivo dell’Aquilina sta potendo la nostra schifosissima connessione internet, per affossare quelli e ogni altra e qualsiasi attività ci venga in mente di fare su internet T__T. Ma di questo avrò occasione di ri-scriverne. E spero di averla in modo diverso da quello che avevo in mente fino a ieri… se potete incrociateci le dita) di quelli dei due stupidi umani.

Da un paio di settimane, appunto su Feissbuk e appunto per le gatte, è ripartito l’evento delle “Gattoline di Natale”, l’ormai tradizionale scambio di biglietti d’auguri tra “loro” e i loro aMici pelosi. E c’è da dire che ormai qua Natale non è Natale se ci si scambian le Gattoline, eh (il “murales” con quelle dell’anno scorso l’ho smantellato dalla cucina che saran 10 giorni…).

Ho quindi sfoderato il mio fido PictureIt! (sì, lo so che non è “pro”, ma io quello so a malapena usare…), e mi son messa all’opera. Rendendomi conto di due cose: a) quest’anno foto a Leda e alla Shunrei in coda e vibrisse ne abbiam fatte (relativamente) poche, tant’è che per Shunrei ho fatto una fatica immane a trovarne una in cui fosse venuta decente (in compenso, ne ha una serie completa con espressioni tra lo smaronato e il demoniaco…) e b) c’ha ragione il veterinario che quando portiamo le gatte per la vaccinazione, che non passa anno che non faccia un complimento a Leda (“Ma che pelo soffice!” “Ma che bella gatta!”), e dire che un veterinario di gatti ne vedrà pure (ah, in compenso Shunrei complimenti non se ne becca. Magari il fatto che trascorra tutto il tempo della sua visita ringhiando può avere il suo peso, eh). La nostra Ledina, nella sua “normalità” di gatta soriana, è diventata effettivamente una gran figattona…  U__U

E poi sono arrivata in qualche modo alla fase di stampa.

Ho pensato all’anno scorso che, sbalestrata com’ero a dormir sì e no due ore per notte per via dell’Aquilina tra poppate e pannolini tracimanti, durante le operazioni di “taglio” dei biglietti ho squartato col cutter la tovaglia plastificata di cucina (eccesso di ottimismo nel disporre “a protezione” vecchie offerte dei supermercati sotto i fogli da tagliare). Ho pensato alle cartucce, che erano finite sul più bello (mea culpa, potevo controllarle). Ho pensato alle ultime foto che ho stampato qua in casa qualche settimana fa, che inspiegabilmente continuavano a uscire scurissime quando a video eran perfette, e  non ho mica ancora capito perchè, visto che tutte le foto precedenti eran sempre venute perfette. Che le cartucce messe su a fine ottobre siano in un qualche modo diverse dalle precedenti? Questo lo capirei se il Consorte non mi avesse cassato la proposta: “Sta stampante ormai c’ha 2 anni… e se le mettiam su le ricaricate?”. Boh. Mistero. Chissene.

Insomma, c’ho ragionato un po’ su. Internet qua l’usiamo parecchio, ma più che altro per consultare, giocare, scribacchiare, leggere (quando si riesce). Non abbiamo l’home banking, abbiam fatto la PostePay per usarla praticamente su un unico sito… insomma, quanto a “e-commerce” et similia stiamo attorno allo zero assoluto. Però… “E se mi convenisse far stampare ‘sta roba “fuori?”.

La risposta è: sì, assolutamente sì (tanto più che, come benvenuto, m’han pure dato un codice per 30 foto gratis…). Ho usato questo sito perchè mi era comodo appunto poter ritirare tutto all’Iper locale (anche il pagamento alla consegna non è affatto male: la PostePay è rimasta intonsa)… ma in giro ce n’è un fottìo di altri. 5 minuti per fare l’ordine, meno di 24 ore per arrivare all’-email di conferma del giorno di ritiro, 2 minuti per ritirare il plico: mo’ devo solo scrivere auguri e buste. E proprio per questo mi son sentita tanto taaaaaanto scema a non averci pensato prima (soprattutto l’anno scorso!)… 😛

Annunci

6 pensieri su “Meglio tardi che mai

  1. Io non sono un grosso amante delle foto, quindi ne faccio e ne stampo poche: però le volte che le stampo non lo faccio mai a casa, la mi astampante si fotte praticamente mezza cartuccia per 3 foto, quindi vado direttamente a farle stampare. Lo stesso servizio della coop lo faceva il mediaworld, ma era più caro. Alla prossima mi rivolgo alla coop 🙂

    Mi piace

  2. Diciamo che da quando le foto digitali hanno sostituito il vecchio rullino, qua di stampe se ne son fatte pocherrime.
    E’ cambiato tutto da quando è arrivata l’Aquilina: ho iniziato a stampare mentre le confezionavo l'”albero genealogico” per la sua cameretta e poi ho continuato perchè ogni tot riprendeva il ritornello dei parenti “Mi daresti una foto aggiornata, che quella che ho io ormai è vecchia?”…
    Ecco: finchè si tratta di roba tipo l’albero genealogico, va bene stampare in casa (perchè se ho bisogno di una foto “tonda” o di dimensioni fisse, allora me la sistemo io a PC e poi la stampo come mi pare)… ma per smazzare foto ricordo ai parenti, d’ora in poi Coop di sicuro!!!
    Tra l’altro: mi pare che ancora 20 anni fa, quando c’era il vortice dello scambio di foto post-gita-scolastica, le ristampe costassero tipo 700 o 400 Lire l’una… ecco, dato che qua chiedono 9 centesimi (180 Lire, più o meno) questa deve esser l’unica cosa che è calata di prezzo in questi anni! 😀

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...