Eccidi, WiFi, supercazzole e frigoriferi #2

wifi-larga-banda

E ripigliamo da dove m’ero interrotta nello scorso post.

Il Consorte col callcenter ha avuto relativamente più fortuna: ha beccato un Tecnico un po’ meno “tennico” e meno “scienzinfuso”. L’operatore stavolta ha fatto un vero controllo sulla linea, ha riscontrato che gli comparivano dei “????” al posto di numeri e valori coerenti e concluso che sì: non c’era un briciolo di linea che arrivasse al nostro router. Ci ha in pratica confermato quello che già supponevamo da tempo, solo che l’unica cosa che gli era possibile fare era aprire un reclamo: gli impianti e i cablaggi della nostra zona sono solo Telecom, ed essendo credibile che non abbiano mai fatto un aggiornamento da quando son stati fatti (il quartiere è degli anni ’60!), mentre gli utenti e le connessioni internet hanno continuato ad aumentare… ecco l’imbuto. Imbuto che sarebbe anche nel loro interesse risolvere, perchè è ovvio che i clienti si stufano a pagar bollette se poi non hanno il servizio (e se l’inghippo è che Telecom privilegia gli accessi dei suoi clienti rispetto a quelli altrui nelle ore “di punta”, indovinate dove migrano i clienti altrui). Il Tecnico s’è poi raccomandato con noi di richiamare la settimana successiva per un aggiornamento, nel caso non fossimo stati chiamati prima (seeeeh… figurati…).

Ah, ciliegina sulla torta: il Tecnico ha detto di vedere a database la mia telefonata di una quindicina di giorni prima… ma che il suo collega non aveva annotato niente di specifico: non solo non aveva scritto nulla della mia segnalazione, ma nemmeno dei suoi “magici controlli positivi” (in pratica non si capiva nemmeno il perchè della chiamata). Giusto per confermare che in quell’occasione ho buttato un quarto d’ora di vita nel cesso, e che chiamare i callcenter equivale a un giro di roulette, quanto a probabilità di beccare qualcuno di utile.

Alla telefonata della settimana dopo abbiamo avuto la “fortuna” di beccare un tecnico onesto quanto “inutile” ai fini pratici, che ci ha confermato quello che di nostro già sapevamo da settimane: sì la nostra linea fa schifo. Sì, è colpa della centralina Telecom e del fatto che le utenze che finiscono lì continuano ad aumentare mentre lei continua ad essere lo stesso oggetto vetusto. Sì la Telecom continuerà a dare il permesso agli utenti di allacciarsi lì senza dir nulla delle difficoltà di connessione, chellefotte (e pure Infostrada, aggiungerei io. E Fastweb. E Teletu. E Sticazzitel. E chiunque altro passi da lì, visto che c’è solo quella centralina in questa zona e tutti vogliono ovviamente guadagnarci). No, loro non possono farci nulla: solleciti e reclami ne han già mandati, ma tanto Telecom glieli ignora (toh, un male poco diffuso…). E boh: questo relativamente a quando e se Telecom aggiornerà la centralina.

Dato che cambiare gestore telefonico “normale” non cambierebbe nulla (perchè appunto qua da noi arriva fisicamente soltanto la rete Telecom), un’amica m’ha suggerito di informarmi per una connessione satellitare, ma costi a parte (anche solo per la parabola), contratti che mi lasciano qualche dubbio, coperture che mah e il fatto che in condominio non è che posso tirar su le antenne che mi pare dove mi pare… io posso capire la connessione satellitare in posti fuori mano o non raggiunti dalla rete per qualsivoglia motivo. Alternative non ce ne stanno, fa diverso. Ma vogliamo dire che mi girano un po’ le balle a dover valutare soluzioni simili quando abito a 2,5 km dal pieno centro storico (servito da almeno tre reti diverse, tra cui la fibra ottica) di una città di 60.000 abitanti (ergo non del borgo con 5 case, 3 abitanti e 120 capre) che non sta nè in cima a un monte nè in fondo a un crepaccio????

D’altro canto… mi sa che ci restano appunto tre opzioni: i Maya (vediamo venerdì), sterminare i vicini (e ridaje) possibilmente accertandosi prima che abbiano il router spento (sennò non serve, la centralina continuano ad impegnarla) o cambiare casa (che sarebbe ancor più efficace se nel frattempo cambiassimo pure nazione. Efficace anche per un sacco di altri disservizi, tra l’altro). Bazzecole, eh?

Oppure potrei cercare di capire dove sta la centralina Telecom della mia zona. E poi potrei chiedere un favore al vicino DinamiTardo (che magari c’ha interesse pure lui, visto che sempre da lì passa pure la sua linea), tra l’altro s’avvicina pure Capodanno (gli faccio pigliar due piccioni con una fava, quest’anno). Va là che magari così un po’ di “manutenzione” a sta centralina antidiluviana tocca fargliela, alla Telecom.

Chiudo (finalmente!) con un augurio a chi ha creato questa situazione intasando di utenti impianti obsoleti installati da mezzo secolo e mai aggiornati, ma se ne fotte di farci qualcosa perchè tanto i soldi li incassa lo stesso e ancora di più ne ruba se non spende un centesimo in manutenzioni/aggiornamenti. E’ Natale e siam tutti più buoni, quindi a queste persone io auguro che i soldi ladrati in questo modo se li spendano tutti in medicine…

E mi direte: “Siam tutti più buoni  e gli auguri dei brutti mali?!?!?”. Sì, perchè lasciatemi finire: tutti in medicine per le emorroidi (che i “brutti mali” non si augurano mai a nessuno). Robe che gli arrivino al ginocchio, così, in amicizia eh.

P.S. Se qualcuno ha qualsiasi genere di suggerimenti, noi abbiamo finito le idee… anche perchè pure un eventuale rientro in Telecom non dà garanzie di soluzione: sempre da quella dannata centralina si continua a passare.

P.P.S. Dovessi “svanire” dal web, ora sapete perchè: anche l’ultima finestra oraria delle 7 di mattina sarà venuta a mancare.

Annunci

7 pensieri su “Eccidi, WiFi, supercazzole e frigoriferi #2

  1. In effetti io una ideuccia in merito ce l’ ho … se non erro *per legge* nel contratto di fornitura il gestore deve indicare la “banda minima garantita” ovverosia la velocita’ minima che viene garantita *in qualsiasi condizione ed a qualunque costo*. Se tu, magari facendoti aiutare da adiconsum, altroconsumo o altre associazioni di consumatori, riesci a dimostrare che per un periodo prolungato tale clausola non e’ stata rispettata dal gestore puoi far causa per inadempienza contrattuale e farti pagare penale e (credo) danni. Just my two cents

    Mi piace

    • Il problema è proprio dimostrare che non c’è linea e che la colpa non è dell’attrezzatura che abbiamo in casa noi.
      Sono tre anni che siamo a mezzo con Eni (vedasi innumerevoli altri post) e lì la dimostrazione/ammissione della loro “colpa” è scritta (da loro!) nera su bianco, lo stesso per cavare un ragno dal buco ci vuole un miracolo a divinità unificate… figurarsi una cosa del genere, dove (vedasi post precedente e i “magnifici test” del tennico) se tu dici bianco loro rispondono con faccia di tolla nero e tu sei punto a capo: non puoi nemmeno mandargli lo screen di un tuo test di velocità per ribattere, perchè se la rete non va… dai, collegati ai siti di speedtest!
      A parte questo, di un risarcimento da parte di Infostrada me ne farei poco. Non dico che mi farebbe schifo: dico solo che non risolverebbe il problema di fondo con quella stupida centralina Telecom… e a noi quello che interessa in fondo sarebbe solo poter avere una connessione internet decente (mica magnifica, mica ho bisogno di tutti i 7Mb del mio contratto – che però fino a giugno avevo! -… già 2 Mb stabili tutto il giorno sarebbero da salti di gioia).
      (ho letto il tuo commento alle 13.31, ma son riuscita a postare una risposta solo ora… la linea è crollata subito dopo)

      Mi piace

  2. All’Adiconsum mi piacerebbe chiuder prima il casino Eni/Hera, prima di metter altra carne al fuoco.

    Per l’Internet Box Vodafone mi informerei… se potessi (rinvengo online da un altro “KO di linea di 50 minuti).
    La maggior parte di quegli affari (come anche il Web Cube di 3, che a prima vista sembrerebbe una panacea) è “flat” per modo di dire: c’è comunque un limite di Gb in download compreso nel canone mensile (per alcuni contratti, tale limite è addirittura frazionato in un “massimo tot” al giorno), se sfori son bollette astronomiche (dopo paghi tot ogni mega scaricato).
    Pure lo spam in posta elettronica, che normalmente si cestina direttamente con qualche filtrino senza pensarci troppo, diventerebbe un problema ben più serio, perchè concorrerebbe al cumulo di “Mb” scaricati… per nulla.
    Capirai che con due PC accesi, pur non guardando filmati in streaming o volendo scaricare il mondo… si tratterebbe di star sempre lì a vedere a che punto si sta e non aprire FB per paura che ci sian troppe foto nell’home page. Tra l’altro, quando carichi una pagina qualsiasi, sa dio da dove va a pescare, quanto è pesante il tal bannerino, a cosa si collega per visualizzare cosa… un delirio.
    Esistesse una “VERA” flat per questo genere di dispositivi, allora sì che ci farei un pensierino…

    Mi piace

    • Son riuscita a dare un’occhiata per la Vodafone Station, ma arrivata alla “verifica copertura” il responso è questo: “La tua zona è coperta dall’ADSL, ma non è coperta dalla rete fissa Vodafone”. Che altro non vuol dire che pure passando a loro, resteremmo comunque agganciati a quella dannatissima centralina Telecom… T__T

      Mi piace

  3. Pingback: Tradizioni di fine anno | Gite Mentali

  4. Pingback: Shunrei-Twitter 0-2 | Gite Mentali

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...