Sparizioni

148966_10200136975567703_1798282930_n

Questa “fortuita” sequenza di foto l’ho postata su Feissbuk qualche giorno fa (se sorvolate sulla qualità delle immagini, che malgrado il flash diosaperchè son venute buissime) , ma la trovo troppo carina per non rigirarla anche qui.

Carina nel senso che ogni volta che me la riguardo mi strappa ancora un sorriso (la scena finale con l’Aquilina basita “Ma… ma come, erano qui adesso!?!?”, soprattutto), quindi metti caso che abbia lo stesso effetto anche su altri… di un po’ di buonumore c’è sempre bisogno!

Tra l’altro, era da un po’ che le gatte non venivano citate sul blog: ora di rimediare!

L’Aquilina le adora entrambe, infatti la prima volta che son riuscita a farla gattonare attraverso tutta casa è stato tenendomi a distanza con Leda tra le mani: se la chiamavo io da sola “Vieni dalla mamma!” la pupa se ne impippava di raggiungermi, o magari ci metteva un secolo a percorrere due metri distraendosi ogni 10 centimetri (“Oooooh… lo sportello dell’armadio! Aaaaah… un segnino della mattonella! Iiiiiiiiih… il nulla qui dallo stipite (*)!!!”). Con l’obiettivo “Dai, vieni da Ledina!”, tempo tre secondi e posava il manino sulla pelliccia. 😛

Purtroppo, l’adorazione non è reciproca… diciamo che più l’Aquilina acquisisce in mobilità, più Leda e Shunrei si danno da fare per mantenere le distanze. Probabilmente il fatto che la pupa trovi godurioso pastrugnar loro la pelliccia e non disdegni stropicciate di orecchie e tirate di baffi quando non siamo abbastanza rapidi per bloccare i manini… ecco, deve avere il suo peso nella prudenza delle due feline. Se poi aggiungiamo che la gioia di trovarsi vicino alle micie incoraggia l’Aquilina ad esprimere il suo giubilo con urli ultrasonici… ecco, ce n’è abbastanza per girare al largo! 😀

(*) Il “nulla qui dallo stipite” è considerato interessantissimo anche dalla Shunrei in coda e vibrisse, che ha trascorso ore dei suoi otto anni  di vita a rimirarlo.

Annunci

16 pensieri su “Sparizioni

    • Qua miagolano che se garantisci il ♥ tonnino ♥ almeno una volta al giorno (ebbene sì, ultimamente siamo un po’ sbalestrati: è capitato che le scorte di scatolette finissero… e che pure per cena arrivassero solo i soliti vecchi crocchini… =__=), ci son già ciotole, pupazzetti e portantini pronti per il trasloco… °__°;

      Mi piace

    • E hai ragione, ma purtroppo quella sera a livello fotografico è stata un po’ sfigata…
      – la fotocamera (che riesce a fare foto perfette pure in una stanza completamente buia: lo so perchè da brava malata mentale c’ho provato…) ha tirato fuori delle immagini scurissime che manco la macchinetta di 30 anni fa dei miei (di quelle che dovevi comprare i flash a parte e incastrarceli su, e tenevan botta per tot foto poi eran da cambiare… questo finchè l’attacco sulla macchinetta non s’è scassato, e allora ciao ciao foto in interni);
      – io son stata colta da un attacco di “ditoabananite”, mai che riuscissi a scattare nel momento buono: un po’ prima, un po’ dopo, un po’ a ca77o. E con quei tre soggetti lì, il tempismo è determinante: se ti va bene, hai un’occasione per una foto decente. Poi puoi continuare a fotografare, ma è solo schedina SD riempita ad minchiam… 😀

      Mi piace

  1. Ahah ma che carine tutte e tre! 😉
    Che bello che all’Aquilina già piacciano le gatte, ed io che ho sempre pensato che bambini piccoli + animali domestici non fosse un buon connubio… Comunque scommetto che appena crescerà un pochino capirà come comportarsi con le due micie.

    Mi piace

    • Ovviamente dipende tanto dal carattere degli animali in questione… ma ti assicuro: finora far convivere quelle tre lì non è stato assolutamente un problema!
      E penso che anche Paola dei Gatti abbia un sacco di esempi in proposito, da fare.

      Qua c’è Leda che è quella con meno pazienza, che però si autoregola: le piace stare con l’Aquilina, ma a livello di dormire sulla poltrona della sua cameretta mentre lei dorme nel lettino (tempo fa dormiva anche nel lettino con lei, dalla parte dei piedi… ma questo prima che i piedi dell’Aquilina arrivassero troppo vicini e che lei superasse la mobilità di un soprammobile in peltro)… quando ritiene che la pupa le sia troppo vicino, svicola.
      Shunrei, invece, tiene fede alla descrizione fatta dall’ENPA nell’annuncio che trovammo per la sua adozione: “adatta ai bambini”. Sopporta di lasciarsi pastrugnare, non scappa sistematicamente… dopo un po’ cerca la prima occasione per mettersi in fuga, ma intanto l’Aquilina s’è arrivata a sfogare un pochino!

      Mi piace

  2. invece le mie di allora, le gatte cleo e clementina e la cagnetta nani facevano a gara per spupazzarsi mio figlio, nani gli ha persino insegnato a camminare e le gatte vivevano in simbiosi con lui nella culla e poi nel lettino

    Mi piace

    • Eh, sul fatto ma che la tua Tribù sia speciale (e che lo sia da anni e anni) non ci piove! 🙂
      Qui non arriviamo a tanto… però finora le gatte si sono sempre comportate ottimamente: riconoscono all’Aquilina lo status e l’immunità di “cucciola” e di conseguenza sono loro a valutare cosa lasciarle fare e per quanto (e a “girare l’angolo” quando raggiungono il loro limite di sopportazione 🙂 )..
      Inoltre, nessunissima “scenata di gelosia” come si sente raccontare spesso da chi dopo l’arrivo di un figlio ha sbolognato gli animali di casa… (“l’abbiam dovuto dar via perchè faceva pipì dappertutto”… eh, magari se il cane aveste continuato a portarlo a spasso come prima non capitava, che dite?).

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...