Apocalisse imminente

popeNon racconto nulla di nuovo, se scrivo delle recenti dimissioni del Papa. Hai voglia, se n’è parlato in tutte le salse: Ratzinger non aveva ancora fatto in tempo a finire il discorso in latino, che già sul web circolavano i photoshoppi di Silvietto con l’anello piscatorio al dito.

Però ammetto che questa cosa mi ha basita. Sarà che in 34 e rotti anni di mia vita Benedetto XVI è stato il “mio” (possessivo in senso figurato, chè dopo l’entusiasmo iniziale “Ooooh, un Papa gattofilo! Non può esser male se gli piacciono i gatti!”, ecco… qualcosina in questi 8 anni avrei avuto piacere di dirgliela) secondo Papa in tutto (ok, ok… a voler esser fiscali fiscali il terzo. Ma quando Giovanni Paolo I è morto io avevo ben 5 giorni di vita… mi concedete che in quel periodo io avessi altre gatte da pelare che pensare a conclavi e fumate di vari colori?).

Ma sarà soprattutto per un vecchio ricordo del soggiorno a Roma fatto con i miei e mia zia nel 1992, l’estate tra le medie e le superiori.

Ci fu un posto, tra i tanti, che mi rimase impresso (non dico pari merito, ma in classifica subito dietro la chiesetta “decorata” con ossa di defunti. No, non conto balle: questa qua) ed è stata la Basilica di San Paolo Fuori le Mura. Per farla breve, in quella Basilica ci sono dei medaglioni con raffigurati tutti i Pontefici da Pietro in poi. Con qualche spazio vuoto per quelli futuri: la leggenda come la raccontarono a me allora (ma non sono riuscita a trovare riscontri in rete: si parla sì di una profezia, ma non è la storia che sapevo io. Sarà sbagliata la versione che m’han raccontato, non dico… ma son poi quei ricordi a inquietarmi) diceva che una volta che fossero “finiti” i medaglioni, sarebbe finito anche il mondo…

Per quel che mi ricordo io, di medaglioni ne restavano ancora tipo 5-6 (il che non collima nè con la profezia, nè con altre informazioni reperite in rete… modo di andare a controllare di persona non ce l’ho, quindi tant’è: che i miei son comunque solo sproloqui a ruota libera). E insomma… fatti due conti, mi andava benissimo se tutti avessero durato come il Papa di allora (che nel 1992 Giovanni Paolo II era in carica da 14 anni ed ancora parecchio in botta). Un tantino meno se pigliavan l’andazzo del suo predecessore (che 33 giorni son pochini proprio: ci finiamo i medaglioni in 6-7 mesi). E quindi: “lunga vita al Papa, che mi piacerebbe arrivare almeno alla patente, va’…”. Ecco: “lunga vita”. Il pensiero che invece qualcuno potesse rinunciare all’incarico e basta, proprio non m’aveva mai sfiorata.

Scherzi, medaglioni, Pontefici, fulmini cecchini e profezie a parte, io di segni che la fine del mondo è vicina, e che stavolta non è una bufala come a dicembre coi Maya, ne ho avuti altri due. Roba seria, però.

Il primo è che stasera, salvo complicazioni improvvise, io e il Consorte riusciamo ad uscire a cena da soli (e lo risottolineo: da soli!) per la prima volta da quando è arrivata l’Aquilina: mio padre e mia zia si sono offerti di farle da babysitter serali per un paio d’ore e, valutando un po’ di fattori (ha già cenato/la cambiamo prima di uscire, se va di kiulo non c’è bisogno d’altro finchè non torniamo/se la passa di più a giocare in casa che inchiodata al tavolo del giapponese – tanto figurarsi se assaggia qualcosa)… abbiam deciso di accettare l’offerta. Vediamo che succederà, mi fa solo un po’ specie pensare a mio padre “in nonno-servizio” pure la sera del suo compleanno, ma del resto se la proposta è stata sua… fessi noi a non accettare.

Il secondo (e qui andiamo sul pesante, eh) è che ieri sera l’Aquilina ha mosso di sua sponte i suoi primi 4-5 passi da sola senza tenersi o appoggiarsi a niente (e sono davvero contenta che sia successo dopo cena, con presenti sia io che il Consorte). Poi ha fatto finta di nulla ed è tornata a gattonare o spostarsi attaccata alle cose (del resto la cogliona qua presente aveva acceso la videocamera per riprendere un eventuale bis… ciupa!), ma intanto… “la diga è crollata”.

Siete pertanto tutti avvisati: se nei prossimi giorni la pupa dovesse iniziare pure a ritenere commestibili i cibi solidi, il prossimo passo sono di sicuro quei quattro simpaticoni a cavallo di Morte, Guerra, Carestia e Pestilenza

Annunci

14 pensieri su “Apocalisse imminente

  1. Molla la telecamera, se vuoi che la figliola inizi a camminare spedita! 😄 Io lo dico sempre a quel giapponese del Maritello, che se fosse per lui starebbe sempre in modalità Grande Fratello…. Sì, peccato che però, puntualmente, a telecamera accesa, la Puzzola smette di fare QUALSIASI cosa stesse facendo prima!

    Mi piace

    • Esattamente come le gatte (vale anche per la fotocamera, se la metti in modalità “video” sembra lo percepiscano e vanno in standby). E non è l’unica analogia che ho notato (delle reazioni negli ambulatori medici ho anche già scritto)…

      A questo proposito sto sviluppando una teoria, se ce la faccio rivoluzionerebbe il lavoro di Darwin: gli esseri umani discenderanno pure dalle scimmie, ma i neonati di certo discendono direttamente dai gatti.

      Mi piace

  2. Guarda che esiste la legge di murphy specifica: tu accendi la telecamera e loro smettono di fare la cosa fighissima che speravi di immortalare!!matematico! 🙂
    Comunque un benvenuto all’aquilina nel mondo dei camminatori da parte del suo coscritto gnammino!!!

    Mi piace

    • Grazie per il benvenuto! 🙂 Qua siamo ancora alla fase “Vorrei, ma faccio prima gattonando”, però intanto oggi pomeriggio ha deciso di “bissare”: altri 4 passettini prima di tornare carponi. Ovviamente a telecamere spente, manco a dirlo! 😉

      P.S. Quindi mi confermi che con la videocamera sarà così sempre… T__T
      Divertente: tra la pupa di gesso e il babbo che odia essere fotografato, di sto passo metterò insieme un archivio foto-video davvero invidiabile… =__=

      Mi piace

  3. e alora buuon san valentino buon compleanno al nonno 8che si è fatto il regalo di compleanno godendosi la nipotina la sera) auguri alla zia che ha collaborato ed alla piccolina trotterellante e non rompente e pure alle compiaciutissime feline

    Mi piace

    • Grazie! 🙂
      Alla fine è poi andato tutto bene: noi ci siamo spanciati di sushi (che era da settembre che non capitava), l’Aquilina era talmente impegnata a giocare che manco s’è accorta che siamo usciti di casa… e quando siamo rientrati ce la siamo semplicemente vista arrivare incontro gattoni nel corridoio come niente fosse. 🙂
      Era da immaginare, ma c’era talmente tanta gente (il ristorante è grande, ma è stata la prima volta che abbiam dovuto aspettare per avere un tavolo… con tanto di codazzo di 10 persone dietro e gente che continuava ad arrivare) che in effetti abbiam fatto bene a lasciar la pupa a casa: troppo casino, si sarebbe innervosita prima ancora di arrivare a tavola!

      Mi piace

    • Per il momento siamo ancora alle prove generali ma più che “arrivare il bello”, mi dà l’idea che “ne vedremo delle belle”… considerando quanto è brava quella delinquente in erba ad ignorare completamente quando le si dice “No!/Fermati!/Lascia stare!/Non toccare!”. =__=

      Mi piace

  4. Se poi, come dicono le indiscrezioni che emergono dalle segrete sale vaticane, il prossimo papa eletto avrà circa 80 anni (è la media dei “pretendenti” in lizza), non ci diamo mica una mano da soli 🙂

    Mi piace

  5. Evviva le chiese di Roma che in pochi (relativamente!) conoscono, evviva le cene da soli, evviva le cose belle della vita, come le soddisfazioni di un figlio che cresce. A Roma vai in S. Barbara dei Librai, è una delle mie preferite (essendo bibliotecaria sono di parte, ma c’è anche un affresco con angelo musicante e vabbè sono di parte anche lì in quanto musicista, ma comunque merita, è così graziosa. 🙂 )

    Mi piace

    • Me la segno, grazie! 🙂 Perchè non so a Roma quando ci tornerò, ma so che ci tornerò di sicuro perchè non solo c’è da far conoscere all’Aquilina la sua capitale… ma pure al Consorte, che c’ha passato solo una mezza giornata di striscio non so quante ere fa (accompagnando suo padre a recuperare uno zio all’aeroporto… ecco, immagina che tour può esserci stato!).
      E in tale occasione so anche che difficilmente ci sarà nuovamente mia zia a farci da Cicerone… 😦

      Mi piace

  6. Yeeeee! Allora siete riusciti ad andare a cena soli soletti? Che bello! Giustamente, vi meritate un po’ di intimità e, perchè no, anche uno stacco dall’Aquilina e tutto il resto.
    Sono proprio contenta 🙂 (anche se questo sancisce l’inizio della fine xD)

    Mi piace

    • Beh, diciamo che il mio massimo sarà quando riusciremo ad andare a cena fuori tutti e tre… mangiando tutti e tre (non dico sushi, che da piccola avrebbe inquietato pure me…!). 🙂
      Peccato che finora ogni mio tentativo di far assaggiare alla pupa qualcosa “non in crema” (tipo ieri sera, col bordo della pizza) abbia ricevuto la stessa reazione che un essere umano normale riserverebbe al cianuro (con tanto di pippio, se non di pianto disperato al solo avvicinarsi del boccone)… T__T

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...