Il pacco nella busta

Project1

A mio padre è arrivata, la vedete nella foto. Me l’ha detto mercoledì pomeriggio, io gli stavo domandando se ne aveva sentito parlare, che c’erano già dei “remake” carini che circolavano in rete (tipo questo). Al che gli ho chiesto se me la faceva avere, che ero curiosa di vedere “di persona” questa cosa. Sempre se non l’aveva già buttata nel cesso, ovvio.

Mio padre, che è una persona civile (a differenza del suo coetaneo con i rialzi sotto le scarpe e i capelli disegnati), ovviamente nel cesso non l’aveva buttata (che poi s’intasa lo scarico): “No, non l’ho ancora messa del sacco della carta da riciclare… domani te la porto”. E quindi eccola qua, che la potete vedere anche voi.

Ecco. Lo sapevo. A me non scrive mai nessuno. E dire che mi avrebbe fatto comodo: la raccolta differenziata la facciamo pure noi, abbiam portato tipo 26 kg di carta all’Isola Ecologica pure sabato scorso (sì, era un po’ che accumulavamo sacchi in garage senza trovare il tempo di “conferirli”)! Così, Silviuccio a me ha fatto un danno doppio: non solo non mi ha mandato la letterina per poter andare a perder tempo e farmi compatire al CAF o chissà dove per inoltrare le pratiche di rimborso… ma mi ha anche privata di ben 20 grammi di carta straccia per i quali avrei ricevuto davvero rimborso sulla prossima bolletta dei rifiuti!

Per dovere di cronaca: mio papà, il destinatario della missiva qua sopra, vive in affitto da quando è nato nell’ormai lontano febbraio 1936. Pure durante gli anni della guerra, mentre era sfollato presso parenti, mi ha detto che comunque mia nonna pagava un tanto al mese per l’ospitalità ricevuta. Insomma, mai pagata ICI, mai pagata IMU: grazie al piffero, non ha mai avuto una casa sua intestata, nè la prima nè tantomeno la seconda. Questo per dire che la credibilità del fantomatico rimborso promesso da ste lettere dovrebbe essere già compromessa anche solo dal fatto che le hanno “tirate nel mucchio”, mandandole a cani e porci contenuti nella banca dati di certa Cemit Interactive Media S.p.A.

Ma andiamo avanti. Se si ha un tanto di pelo sullo stomaco e si trova il coraggio di leggersela tutta, sta lettera, ci si trova davanti ad una serie di minchiate inanellate paragrafo per paragrafo, dalla restituzione dell’imposta “a Lei personalmente agli sportelli delle Poste” (par di sentir Catarella, “di pirsona pirsonalmente!”), alla minaccia di continuare questo rapporto di stalking epistolare (“L’Amministrazione finanziaria Le invierà una lettera firmata dal Ministro dell’Economia e dello Sviluppo (cioè dal sottoscritto!)…”), alla cara solfa sul “voto inutile” agli avversari (ovvio: secondo Silviuccio è inutile dato a chiunque altro se non lui (*). E grazie al ca77o…).

Poi un’altra chicchina: per Silviuccio dare il voto a Grillo è pericoloso perchè “L’80% dei candidati [del Movimento 5 Stelle NdS] ha già fatto politica e proviene dai circoli dell’estrema sinistra, dai centri sociali e dai No Tav”. Ora voi pensate a da dove proviene il 99% dei candidati di Silviuccio e cosa stava facendo (no, non lo scrivo. Che lo so che lo sapete. E se invece ancora non lo “sapete”, beh, è oltre le mie capacità illuminarvi in merito) fino a 5 minuti prima di appropriarsi della poltrona e del titolo di “Onorevole” e ditemi dove sta il vero pericolo… o magari la vergogna, sebbene questa sia ormai merce rara. Ma non cavilliamo, e diciamo piuttosto che come minimo siamo davanti ad un palese caso di bue che dà del cornuto all’asino.

E poi finisce con il ritornello sulle “Tre O”. No, non ho scritto male… non le “Tre I” (inglese, informatica e… ecco, la terza non me la ricordo. Forse perchè ultimamente la scuola l’han talmente massacrata che è già tanto se di I ne è rimasta una: Istruzione), proprio le “Tre O”, la triade malvagia contro la quale Silviuccio e i suoi paladini sono l'”Unica Difesa” (maiuscole mie, ma stron7ata sua): “l’Oppressione fiscale, l’Oppressione giudiziaria, l’Oppressione burocratica”. E lui è talmente tanto contro ‘ste arpie che per la prima votò a favore dell’IMU (ma se era così contrario allora come lo è ora… ok, non continuo: ottenere coerenza da sta gente è più difficile che veder sorgere il sole a ovest), mentre per le ultime due spedendo la letterucola ha proprio infranto non uno, ma due articoli della legge elettorale, il 96 e il 97 (massì, chissenefotte… tanto quando mai dovrà renderne conto…).

Ma, nonostante tutto ciò e il fatto che nella lettera sia pure scritto che importi e istruzioni per il rimborso arriveranno più avanti quando Silviuccio sarà ministro (tre paragrafi tutti coniugati al futuro semplice!)… centinaia di pirla in coda ai CAF. E son proprio tranquilla, a sapere che tutta sta gente, che non sa nemmeno comprendere il significato dei tempi dei verbi nella propria lingua madre (figurarsi poi se capisce quando vien presa per i fondelli)… ecco, han tutti diritto di voto.

Spesso mi chiedo come mai questo paese sia in un casino del genere. Domanda sbagliatissima. Bisognerebbe chiedersi piuttosto per quale botta di kiulo il casino non è ancora peggiore!

Insomma: dopodomani/lunedì votate chi vi pare, non mi importa. Se una roba così l’avesse fatta Bersani, o Monti, o Grillo, o Ingroia mi sarei indignata uguale… non è colpa mia se il grafomane ultimamente è sempre Silviuccio, tra letterine, librettini e biografine. Chiedo solo una cosa: prima di crocettare… levate il cervello dallo standby.

(*) Sì, lo so che stavolta non è “lui”, ma sarebbe quell’altro suo amico dell’Angelino. Ma tentiamo di esser seri, dai… l’Angelino?!?!? Ma chi l’ha mai visto o sentito, nelle ultime settimane, l’Angelino?!??!?

Annunci

8 pensieri su “Il pacco nella busta

  1. Ecco, l’hai detto molto bene, Una corruzione di massa.
    L’IMU mi ha fatto scoprire ricco. Andavo orgoglioso dell’ICI, e non dimentico il primo amore che si chiamava ISI (Imposta Straordinaria sugli Immobili), avevo (ho) una casa mia. Quello che promette il piccoletto nella sua lettera è un ricatto alla pancia stupida della nazione. Che rimborso avrebbe uno che vive in affitto dell’IMU pagata dal proprietario e che magari ha comportato un aumento d’affitto?
    Si con i 1000 € sborsati quest’anno ci avrei potuto fare una vacanza in più. Ma una vacanza prima o poi finisce, il nano dura da una vita 😉

    Mi piace

    • Potrei dire che mi hai letta nel pensiero..! 🙂 Mi spiego.
      Leggendo tra i commenti degli utenti sul sito del Corriere, ero incappata appunto in quello fatto da un inquilino nell’identica situazione che hai citato tu: aveva ricevuto la letterina, ma essendo in affitto ovviamente non aveva diritto ad alcunchè di rimborso, non avento pagato l’IMU. Ufficialmente. Ufficialmente perchè il padrone di casa gli ha aumentato il canone di locazione proprio con la motivazione delle spesa maggiore sostenuta per l’IMU sull’immobile locato. Esempio che confermava come in questo paese sian tutti buoni a scaricare il barile, fin quando non arriva sulle spalle di quello che deve tenerselo per forza perchè è in fondo alla fila… e chissene, tanto “non è più un problema mio”.
      Avevo citato anche questo (dopo il paragrafo in cui scrivevo che mio padre è in affitto dalla nascita), poi – che strano, io che son sempre così stringata! – mi sono accorta che il post stava diventando troppo lungo… e il paragrafo è perito con un bel “Canc”.

      Mi piace

    • Oh, figurati se non lo so… il male di questo paese è che c’è troppa gente che spreca tutte le sue risorse a cercare la maniera di non far fatica e fottere il prossimo. Figurati poi se arriva uno che promette di risparmiargli pure il tempo di dover “pensare”
      Se la gente usasse un decimo di quel tempo ed energie per fare ognuno il proprio dovere, non saremmo in questo casino.

      Mi piace

  2. Andare al CAAF o altrove, dopo aver ricevuto questa lettera, è una cosa da utOnti. Penso proprio che se la lettera la avesse scritta qualcun altro, i blog come questo sarebbero pieni di raccontini divertenti che perculeggiano questi utOnti.

    Mi piace

    • “E son proprio tranquilla, a sapere che tutta sta gente, che non sa nemmeno comprendere il significato dei tempi dei verbi nella propria lingua madre (figurarsi poi se capisce quando vien presa per i fondelli)… ecco, han tutti diritto di voto.”

      Non mi par proprio di aver fatto dei complimenti agli utOnti… 🙂
      Ma lo ammetto, sono pigra: preferisco perculeggiarne uno solo (quello grosso) piuttosto che le migliaia di cerebrolesi che gli credono. Ci vorrebbero troppo tempo e risorse per farlo per ciascuno di loro.

      Mi piace

      • … migliaia, dici? …
        Sarà. Per me, sono bastati pochi, pochissimi casi di utOnti (che poi avevano insieme anche la lettera di Bersani) che hanno chiesto chiarimenti al CAAF (anzi, ad UN particolare CAAF) per solleticare e scatenare la tempesta mediatica …
        Alla faccia di chi ancora crede che “la stampa” la controlli lui…

        Mi piace

        • Non ho ricevuto nè quella di Berlusconi, nè quella di Bersani. A mio padre è arrivata solo la prima (probabilmente Bersani avrà usato un’altra banca dati).
          Avessi avuto per le mani anche il messaggino di Bersani e ci fossero state boiate pure lì, tranquillo che ne scrivevo: ce n’è per tutti. Perchè l’ho già scritto: allo stato attuale ormai io so solo con chi “non sto” e non starò mai, ma con chi stare… difficile scegliere, son troppi i deludenti.

          Peraltro, la notizia era riportata (basta una ricerca in rete) anche dal sito di Libero e da molti altri di orientamento diverso da Repubblica o dal Corriere. Ovviamente con toni diversi, ma credo che la libertà di stampa stia anche qui: nel modo di proporre la stessa notizia.
          Se per gli organi di informazione di sinistra le “migliaia” al CAF erano migliali di coglioni analfabeti, per gli organi di informazione di destra erano invece migliaia di credenti e confidenti nelle capacità di Silviuccio.

          Basta poco per ribaltar le frittate, poi ognuno è libero di scegliere la campana da ascoltare (ed è bene così, il brutto arriva quando TUTTI ti danno la stessa versione).

          Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...