Utopico

risultati-elezioni-politiche-2013-586x439«Un altro dubbio che ho è il seguente: si può tecnicamente creare un governo senza la fiducia del parlamento e poi far votare di volta in volta le proposte? O un governo per nascere ha bisogno per forza della fiducia delle aule?»

Inizio il post riportando pari pari parte del commendo di Sanguemisto a questo mio post precedente. È da quando sono usciti i risultati elettorali e non si fa che sentir parlare di “paese ingovernabile” che bene o male mi sto arrovellando pure io su questo dilemma… indipendentemente da come se lo “sgageranno” gli alti papaveri là a Roma. E preciso: quelli che seguono sono i ragionamenti di un’ignorante che sì ha studiato diritto alle superiori… ma s’è pure diplomata da quasi tre lustri, perciò potrei tranquillamente affermare che le mie basi sono più che obsolete, ricordo poco di specifico. Quindi son ragionamenti a ruota libera e senza alcuna pretesa: pigliate come viene viene.

La domanda è: davvero senza avere una maggioranza assoluta da parte di una sola coalizione/partito non è possibile governare un paese, emettere leggi, prendere provvedimenti?

La prima risposta è “ipotetica” e riguarda un paese CIVILE: dovrebbe essere possibile. Si perde ovviamente più tempo perchè PincoPallo (inteso nel senso di partito, non di singolo) invece di andare avanti con leggi decise da lui solo e votate “da lui solo” (perchè i voti degli altri sono “un di più”, bastano i suoi per procedere) deve ogni volta discutere il provvedimento con Tizio (che magari è d’accordo con lui all’80%), con Sempronio (d’accordo al 50%), con Cippirimerlo (10%) e con Antani (0%)… ma se a questi cinque sta a cuore il bene della gente e del paese più della potrona, un accordo (che non è una brutta parola, sebbene qua abbia preso questa connotazione! La mediazione dovrebbe essere parte fondamentale sia della politica che della diplomazia!), lo si trova… magari non certo all’unanimità. Lo si trova quanto meno per le questioni di vitale importanza per il paese, se tutti sono disposti a ragionare e collaborare a prescindere dalle loro convinzioni o colorazioni. Facendolo, ripeto, per il bene del paese.

Esempio cretidiota. L’altro pomeriggio parlavo con mio padre, siamo arrivati non so come al discorso che 25 anni per poter votare per il Senato a mio parere sono troppi: per sette anni da quando acquisisci il diritto di voto, puoi decidere solo per “metà” dei tuoi interessi.
Lui s’è detto d’accordo: poteva andar bene quando maggiore età e diritto di voto erano a 21 anni, ma avendoli abbassati in effetti sarebbe stato logico abbassare pure il diritto di voto al Senato. E ha buttato lì di mettere proprio a 21 anni l’età per votare il Senato. A me sembrava un po’ pochino… ero più sul 23. Bon senti… tu 21, io 23… va bene un 22? Massì… ecco, fatta la legge.

Ripeto: esempio cretidiota. Eravamo io e mio padre, a parlare di un argomento che bene o male ci trovava d’accordo in partenza, una chiacchierata a tempo persissimo su un argomento a caso. Ma tenete anche conto che non siamo due politici, che non veniamo pagati 25.000 € al mese per discutere tra di noi. Da dei politici eletti dal popolo con tutti i diritti, ma soprattutto i doveri e le responsabilità nei confronti del popolo (cosa che invece là a Roma tendono a dimenticarsi), mi aspetto le capacità e la voglia di trovare accordi e soluzioni nell’interesse globale (perchè è ovvio che non si può sempre accontentare tutti… ma magari sarebbe carino non accontentare sempre solo gli stessi 4 gatti solo perchè son quelli che hanno più soldi o potere) di chi li ha votati. SEMPRE.

La seconda risposta invece è “realista”, e riguarda il nostro INcivile paese: col cavolo. Non si metteranno MAI d’accordo.

Perchè ognuno bada al suo orticello. Punto. Su certi aspetti, questi son miopi come le talpe.

Perchè per molti versi è come stare all’asilo: “Io in banco assieme con Pinetto non ci sto… quello lì mi fa sempre i dispetti!”, a priori (e oddio, per certe “alleanze mostruose” che ho sentito ipotizzare, ci può anche stare…). Salvo poi saltar fossi manco fossero alle Olimpiadi quando rischiano di perder poltrona e privilegi (ecco, in questo i bimbi dell’asilo son più coerenti: se Pinetto gli sta antipatico, gli sta antipatico almeno almeno fino alla fine delle superiori… ben più della durata di una singola legislatura).

Perchè non si può perdere il consenso degli elettori (taaaaaaardiiiiii). Ma detti elettori dovrebbero anche loro lasciar perdere i preconcetti e analizzare di volta in volta cosa si sta discutendo e quindi se il fatto di venire a patti “col diavolo” per evitare casini maggiori possa essere un “sacrificio” necessario.

Perchè in Europa gli tira il kiulo di come sono andate le elezioni da noi (eh, perchè invece qua siam tutti giulivi…).

Perchè le Borse han deciso di fare bungee-jumping, ma si sono fermate alla prima fase (quella del tuffo verso il basso… sarà l’elastico  difettoso?).

Perchè…

Ok, scusate lo sproloquio… lo so che è di un’ingenuità pietosa (“34 anni e ancora speri una cosa del genere? Più tabacco in quelle sigarette, su!”). Una cosa ormai è chiara: non sto concludendo niente io, come ho idea che non concluderanno niente loro. Apprezzate almeno la coerenza in questo, via.

Annunci

10 pensieri su “Utopico

  1. Certo che si possono raggiungere accordi, ma prima degli accordi serve la fiducia, ed è su questo punto che si determina il diverbio, perchè per votare una fiducia occorre una maggioranza. Con chi farla? Se si accordassero su una decina di punti programmatici la cosa sarebbe fattibile in fretta e i 10 punti in comune tra M5S e PD ad esempio ci sarebbero. Solo che l’obiettivo di Grillo sembra sia un’altro, ovvero sgretolare quel che rimane di un sistema vecchio e marcio. Appunto per questo spinge verso un governo in cui PD e PDL si ritrovino insieme, così gli M5S avrebbero bello e che pronto l’antagonista da spolpare alle elezioni di tra uno o due anni.
    Io ritengo che un’alleanza PD – PDL sia deleteria, sopratutto per il PD, piuttosto buttiamo via subito altri 300mln€ e facciamo nuove elezioni, dimostrando che la rivoluzione da cabaret non serve a chi deve rimboccarsi le maniche e portare a casa quanto basta per tirare avanti e tanto meno per generare nuovi di lavoro. Eliminare gli sprechi? Se ci credono possono farlo M5S e PD e anche tutto il resto che occorre per un rilancio economico, che passi dal far pesare in Europa il fatto che una nazione non può morire nell’inedia decretata dalla BCE.

    Mi piace

    • Un’alleanza PD-PDL sembra una mostruosità pure a me, anche se capisco bene dove vuole arrivare il M5S spingendo in quella direzione: se uscisse una roba del genere, gli “schifati” da ambo le parti aumenterebbero in maniera esponenziale… e quale alternativa rimane?
      Buona l’intenzione di riuscire ad arrivare ad un colpo di spugna radicale, ma non so se il momento sia quello giusto… e non perchè non ci sia bisogno di un rinnovamento, solo perchè il paese mi sembra molto sull’orlo del baratro: una mossa sbagliata (anche se fatta in nome di una giusta questione di principio) e i danni possono essere molto più seri di quel che si può prevedere.
      E scrivere questo mi pesa eccome, in 34 anni non so quanti rodimenti di fegato mi son fatta per via di “questioni di principio”… ottenendone spesso in cambio proprio solo il rodimento di fegato (il che pian piano mi ha portata a pensare che a volte, se uno è davvero bravo, riesce anche a capire dove fermarsi nella sua difesa a spada tratta di un principio).
      Aggiungiamo un’altra cosa: non è detto che spingendo per l’alleanza di cui sopra il M5S ottenga tutti sti risultati… molti di quelli che sono scettici o proprio contrari a Grillo & Co. lo sono proprio perchè considerano tutto l’ambaradan una cosa per niente seria (“da cabaret” calza a pennello). Collaborando con il PD per raggiungere in fretta quanto meno quelli che sono gli obiettivi comuni (tagli, legge elettorale, falso in bilancio, e via di seguito), e collaborando in maniera seria, non è detto che non si potrebbero convincere anche gli “scettici” in questo senso.
      Insomma, il mio dubbio è che non sia meglio preferire la “carota” al “bastone”… (per non dire che la “carota” potrebbe appunto portare a provvedimenti di cui c’è davvero bisogno, ma che finora sono stati ignorati).

      Mi piace

  2. concordo con Popof. Grillo sembra perseguire un solo scopo, spingere ad una delteria alleanza PD e PDL per vincere ancor più nettamenta al prossimo giro. Però un italiano su 4 ha votato per il M5S ed è doveroso che chi li rappresenti faccia ORA qualcosa per questo paese.

    Mi piace

      • Altra considerazione che il dinamico duo (Grillo + Casaleggio) sembra non fare : se nasci come movimento per cambiare le cose puoi anche fare TU delle proposte che gli altri non fanno, non è necessario solo fare i censori. Altrimenti rischi che qualcuno (io ci sto pensando, per esempio) che a queste elezioni ti aveva votato sperando in una forza costruttiva venga schifato da questo atteggiamento e tra 6 mesi alle prossime elezioni sposti il suo voto altrove

        Mi piace

        • Difatti. Concordo: cambiare sì, ma c’è differenza tra cambiamento costruttivo e cambiamento distruttivo. A disfare il paese c’ha già pensato qualcun altro, ora sarebbe il caso di rimettere insieme i cocci!
          A mio parere un atteggiamento di chiusura mentale come quello che sto riscontrando non mi sembra il viatico migliore per conquistare in futuro eventuali “indecisi” o convertire dubbiosi… fare ostruzione a oltranza in un momento come questo, pur per amor di principio, rischia di essere più deleterio che altro.

          Mi piace

  3. Ecco, sentivo che mi fischiavano le orecchie: sono stato nominato 🙂 scherzi a aprte (che c’è ben poco da stare allegri di questi tempi): non essendo un fine giurista (ho avuto troppo a che fare con numeri e pc finora, ma almeno un’infarinatura vorrei farmela) quel dubbio mi era venuto spontaneo. E, come hanno già avuto modo di dirti, purtroppo la risposta è che il voto di fiducia è obbligatorio per la nascita di un governo. purtroppo Grillo (che in meno di una settimana già comincia a starmi sulle palle) ha una visione troppo miope. Va bene il cambiamento, quello è necessario, ma bisogna anche guardare al futuro immediato, altrimenti puoi disegnare anche il domani più bello possibile, ma non ci arrivi a vederlo realizzato!

    Mi piace

    • Eheh, visto che hai scatenato? 😛

      Ri-scherzi a parte: seguo Grillo ancora dal “lontano” 2006 (il suo blog era nato un anno prima)… in questi anni ho condiviso tante sue iniziative, un paio di volte sono anche andata in piazza a firmare per raccolte di firme promosse da lui e dai MeetUp, “confesso” anche che alle ultime comunali ho sostenuto i candidati 5S (a quest’ultima tornata elettorale “confesso” anche di no: avevo trovato qualcun altro che mi convinceva ancora di più). Questo solo per dire che il mio atteggiamento nei confronti del M5S partiva positivo, e il risultato ottenuto mi aveva “sorpresa” in modo piacevole.
      Solo che… solo che alla luce degli ultimi sviluppi mi trovo completamente d’accordo con te: ottimo pensare in grande e pensare avanti.
      Ma, cicci, se prima non vi sporcate le mani con la m3rda dell’immediato… il resto rischia di restare soltanto favoletta!

      Mi piace

    • Eh, mi sa che per quello l’unica chance che avevamo (e che ormai è andata) erano i Maya… =__=
      Dico solo che se in mezzo a tutto questo casino va a finire che (al solito) riesce ad approfittarsene proprio Silviuccio… ecco, non so neanche se riuscirei a prendermela con lui.
      Probabilmente mi pruderebbero tanto tanto le mani nei confronti dei troppi “galli da pollaio” che sarebbero riusciti a produrre una porcata del genere con la loro ostinazione.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...