Referrer Top 10 #9

Orsù: è da gennaio che non vi tediavo con post di questo tipo… ma mica perchè nel frattempo non ci sia stata nessuna chicca. Bando alle ciance, e vediamo un po’ in quali maniere originali (per non dire assurde) i naufraghi del web sono capitati qua nell’ultimo anno.

C’è chi ha tanta, tantissima fiducia nel proprio motore di ricerca. Talmente tanta, che lo considera capace di trovare proprio di tutto. Ad esempio quando, dopo messo sottosopra tutta casa, chiede a Google di rintracciare “mia bolletta gas fotocoppia”. Oppure quando cerca l’“albero genealogico di andrea”. Un Andrea a caso, suppongo: che importerà mai una quisquilia come il cognome in un albero genealogico, dai!!

Per questo, invece, sarei proprio curiosa di sapere in che modo è stato possibile arrivare fin qui: “морозный узор“. Sono più che certa di non aver mai scritto nella di simile!! Non so neanche come si fa, tant’è senza un copincolla questo referrer non sarei mai riuscita a infilarlo in un post…

Abbiamo dubbi ortografico-matematici “eni numero cliente come è fatto” (come sarà mai fatto un numero??!?) e anche medici “dopo aver montato una fotocopiatrice mi e venuto il mal di gola” oppure un ancor più inquietante (se possibile) “ho perso il sondino come posso perdere la garanzia in media world“.

E poi il personaggio del momento: la Peppa!! E ne approfitto per rispondere al dubbio del Consorte “Ma perchè han tradotto i “cognomi” di tutti gli altri personaggi (Danny Cane, Suzy Pecora, Rebecca Coniglio…) e quello della Peppa no?”. Ecco: perchè poi andare in negozio e chiedere il pupazzo di “porca peppa” o ancor peggio “peppa a porca”  per tua figlia di due anni non sarebbe stato splendido. E poi la gente già si fa domande inquietanti senza traduzioni che facciano diventare porno un cartone per bambini: “peppa pig e’ maschio o femmina“. Mah, tesoro… c’ha il nome che finisce per “a” e la sottana. O il cartone è moooolto avanti per esser rivolto ad un pubblico sotto i 10 anni, o magari è semplicemente femmina… (e poi, comunque, attenzione ai cartoni animati “per bambini”, che comunque alla gente fan venire in mente idee tipo “il seno delle donne e un puffo attaccato“).

Restiamo in tema di “animali”: posso capire la ricerca “alveare di 7 metri” solo nella prospettiva di assicurarsi di abitarci lontano minimo qualche decina di chilometri. E a chi si chiedeva se la “la radames eurospin è testata sugli animali” rispondo che mi auguro di sì, visto che è sabbietta per lettiere. Non solo il pensiero di “tester” umani adulti è tra l’inquietante e lo sgradevole, ma spero anche che nessuno abbia pensato di testarla per spannolinare il figlio di due anni.

Non sono mancate ricerche fiscali “snack con scontrino detraibile” (quindi al prossimo 730 posso metter su gli scontrini degli Ovetti Kinder dell’Aquilina?) e quelli condominiali “legittimo sbattere la tovaglia rossa fuori dalla finestra“. Ora chiedetevi anche voi perchè la rossa sì e quella gialla ricamata dalla nonna no, eh.

Poi ricerche culinarie/ruolistiche “mascarpone scaduto dungeon” (l’idea per un nuovo mostro? O il compagno ideale per Giorgio?) che sfociano nella fantascienza “frigorifero wifi 2012” (forse per mettere in rete il frigo e controllare le scorte direttamente da PC prima di muovere le chiappe fino in cucina per prendersi una coca?).

Dubbi lavorativi: “sono un letturista del gas come faccio a fare 300 passagi al giorno“. E non ha tutti i torti, povero cristo: sarebbe difficile anche avendo a che fare con vie zeppe solo di condomini con 50 contatori ciascuno. Piacerebbe prelevare dalla sua scrivania chi ha dato queste consegne, metterlo sul campo  e vedere come se la cava. Quello che spero io è che il nostro amico letturista non abbia deciso di seguire la strada creativa di altri suoi colleghi “un letturista del contatore dell’acqua attesta una lettura mai fatta e la società non intende annullare la fatturta di pagamento“. Perchè io di casini per colpa di letture e numeri di matricola imbrogliati ne ho avuti fin troppi, e un’idea di come si fosse creato il mio me l’ero già fatta anche senza aver conferme da referrer tipo questi.

Ma chiudiamo con una profonda ricerca filosofica: “se non ci fossi io con me“. Eh già… quello che ci chiediamo tutti ogni mattina. Quanto meno fino a quando non arriva il momento di indossare un bel cappottino di legno (e, in questo caso, possiamo tranquillamente dire di essere in un “fagottino di cacca” fino al collo)…

Annunci

11 pensieri su “Referrer Top 10 #9

  1. perchè i tuoi referrer sono sempre così estrosi? i miei non val la pena! a prposito a noi l’enel gas ha fatto la lettura creativa sull’ultima bolletta (1576 euro e rotti cent) però se la siono rimngiata immediatamente e l’hanno bloccata accettando la corretta autolettura ( che era stata inviata e che è stata confermata da quella di giornata)

    Mi piace

  2. se da qualche parte hai parlato di “modelli gelidi” o “reticoli gelidi” e qualche russo ha cercato in tutto il web approfittando di google translate, allora è spiegato come ha fatto a capitarti la ricerca dal blocco sovietico 😉

    PS: è russo, non serbo, quindi non sono io!
    PPS: fosse anche serbo, non sarei io lo stesso: non so scrivere in cirillico 😛
    PPSS: beh no, adesso non esageriamo… già ho problemi col KGB… 😛

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...