Tradizioni di fine anno

RJPensavate mi riferissi al cenone della Vigilia? All’apertura dei regali il giorno di Natale? Al veglioncino di Capodanno? Alle luminarie e ai panettoni (che son proprio poco strettamente di “fine anno”, visto che dal 3 novembre han già iniziato a far la loro comparsa)? Alla poesiola sulla natività che ancora non insegnano all’Aquilina e che ancora lei non recita? Allo sclero per strolgare che dannazione di regali fare in giro trovando qualcosa di poco inutile e che non sfori il budget? Ma va là! Sarò mica così poco originale…

No, mi riferisco a questa, di tradizione (e al suo seguito, postato praticamente un anno fa). Perchè per qualche mese, mi pare a partire da marzo, sembrava che quella porcheria di linea ADSL con relativa centralina anteguerra che abbiamo la sfiga di avere nella mia zona avesse deciso di riprendere a funzionare in maniera passabile.

“Passabile”, sottolineo: nel senso che per la maggior parte della giornata la connessione ad internet funzionava. C’erano sì dei picchi improvvisi verso lo zero assoluto che mandavano a donnine ogni nostra speranza di riprendere a giocare (almeno una sera ogni tanto) a qualche gioco on line tipo World of Warcraft… ma quando succedeva, almeno non duravano tantissimo. Se capitava la botta di sfiga, quella mezz’ora di connessione assente, toh.

Ora, di norma trattavasi di quella preziosissima mezz’ora dopo aver messo a nanna l’Aquilina e prima di mettere a nanna me… il che comportava di default una serie di smadonnamenti da ossigenare uno scaricatore di porto e – a seconda dell’importanza di quel che c’era da fare online – il ritardo della messa a nanna del rottame (la sottoscritta) nell’attesa che la connessione si ripigliasse (con click ossessivo-compulsivi a intervalli regolari sul pulsante “aggiorna” del browser), o l’alzarsi di un’inca77atissima bandiera bianca con spegnimento del PC. Ma si sa: la fortuna è cieca, la sfiga ci vede benissimo… hai voglia se non s’accorge che stai accendendo il PC per un’occhiatina “veloce” online.

Comunque… diciamo che bene o male si andava. Più che altro, fa diverso: come già scritto l’anno scorso, la mia zona è servita soltanto da quei fresconi di Telecom, con un impianto che andar bene risalirà agli anni ’70 (se non prima), utenze che continuano ad aggiungersi e aggiornamenti di centraline & co. pari a zero.Qualsiasi gestore scegli qui, sempre dallo stesso imbuto devi passare.

Il Consorte s’è voluto far del male anche recentemente, aveva trovato una buona offerta Fastweb: sì, ottima per chi è raggiunto dalla loro rete in fibra ottica. Se l’avessimo chiesta noi, sarebbe automaticamente diventata una ciofeca: non solo non essendo raggiunti dalla fibra ottica, Fastweb si sarebbe dovuta appoggiare a Telecom come sta facendo Infostrada, con zero vantaggi dal lato tecnico. Ma pure dal lato economico ci saremmo presi la solita… beh, “infilata” là dove non batte il sole: alla vantaggiosissima offerta Fastweb noi dovremo comunque sempre da aggiungere un balzello mensile di 15 € (circa) in più, quale canone per l’utilizzo della schifosissima rete Telecom.

E questo a prescindere da qualsiasi altro gestore, fatto salvo (forse) se decidessimo di provare con la connessione satellitare con parabola e compagnia bella. Ma non ci provo nemmeno: siamo al secondo piano di un condominio circondato da condomini più alti. Che ca770 di segnale vuoi avere, che già il digitale terrestre ha le sue sante magagne con un’antenna sul tetto?

Mi ero illusa che fosse cambiato qualcosa, nei mesi passati? Che magari, visto il continuo aumentare di utenti (in alcuni momenti, il portatile rileva una dozzina solo di reti wifi, alle quali ci sono da aggiungere tutte le reti “cablate” che ovviamente non si vedono ma vanno a riversarsi sulla stessa centralina d’epoca) avessero fatto qualcosa per diminuire l’effetto imbuto? Un po’ sì, lo ammetto.

E invece… a partire dalla fine di novembre, pian piano siamo tornati nella situazione dell’anno scorso: fino circa alle 9 di mattina, bene o male si naviga. Dopo, è tutta fortuna (per non dir botta di chiurlo) quello che riesci a fare: la rete può avere qualche picco verso il basso o può proprio defungere per un’ora, due o che. Impossibile pianificare di far qualcosa, visto che non sai mai per quanto tempo la connessione deciderà di assisterti. A volte, la rete si riprende verso le 23 (che per me sarebbe l’ora di staccare dal PC). A volte, eh.

Sto post e i precedenti li ho scritti col vecchio metodo copincolla da elaboratore testi… scrivere online ormai è un rischio anche quando si tratta di aggiornare uno status su FB. Sta rogna, unita alla scarsità di idee per i post, sta dando una bella botta nei reni alla mia attività di blogger o presunta tale…

Tra l’altro, quest’anno mi ruga di più anche perchè, grazie ad un gruppo di mamme “paneliste” che si è creato su FB dopo che abbiamo partecipato insieme ad un progetto di ricerca di mercato tra settembre e ottobre (ne accennavo qui, mi ha fruttato 75 €), mi son fatta prendere dalla febbre dei “panel” (i siti di sondaggi retribuiti): un po’ di tempo da perderci ce l’avrei, qualche soldino in più da spendere all’Iper o su Amazon male non fa. Solo che bisognerebbe rispondere ai sondaggi appena ti arrivano o quasi, per non rischiare di venire esclusi. E le volte in cui non sarei esclusa per “numero raggiunto” o mancanza dei requisiti, spesso il questionario va a donnine perchè la connessione defunge (e se provi a rientrare più tardi o il giorno dopo, risulta che hai già partecipato e quindi “ciccia”). Ecco: a parte il fatto di pagare una bolletta mensile per un servizio che ormai è assente per metà del mese, mi rifiuto di pensare a quanti altri € questa rete ballerina m’ha già fatto perdere…

Quello che non capisco però è questo: perchè la rete deve merdificarsi sempre verso fine anno? Le centraline saran mica orsi che vanno in letargo e si ripigliano solo a primavera. E’ possibile che il freddo e la neve influiscano? Direi di no, altrimenti posti come la Norvegia o la Svezia sarebbero fuori dal mondo per dio sa quanti mesi l’anno…

Oddio, vero anche che Norvegia e Svezia possono rientrare di diritto tra i paesi civilizzati… il nostro, ormai, non lo so  (ah, e internet è forse la meno…).

Annunci

17 pensieri su “Tradizioni di fine anno

  1. Tendo a pensare che feste (quindi ferie di chi un lavoro ce l’ ha) e disoccupazione aumentino a dismisura in questo periodo il numero di utenti connessi contemporaneamente e il tempo per cui stanno connessi. E vista l’ infrastruttura TeleCozz di cui parli … il patatrac è servito

    Mi piace

    • Fossero solo le feste/vacanze natalizie, potrei capire… ma da fine novembre a fine febbraio (questo sperando che vada a finire come anno scorso e che non continui ad oltranza, ovvio)??? Peggio della vacanze scolastiche estive…
      Tra l’altro, un’altra delle assurdità che ho notato: in alcuni momenti di “zero assoluto”, il mio portatile rileva tipo 5 altre reti wifi. In alcuni momenti in cui la rete va a palla (perchè quando va, va devo ammetterlo)… le reti attorno sono quella dozzina cui mi riferisco nel post!
      Insomma, non ci sto davvero capendo una mazza: sembra non ci sia una logica (e probabilmente non c’è proprio).

      Mi piace

  2. Ecco. Io ti capisco molto.
    Nel senso che sull’argomento sono parecchio suscettibile: da qualche anno sembra che abbiamo trovato un equilibrio nella linea adsl a casa con Fastweb e abbiamo il terrore di separarcene, visto quello che abbiamo passato con altri gestori.

    Adesso che a breve mi trasferirò in un paese del cazzius che probabilmente non è servito da Fastweb, ho MOOOOOLTA paura di cosa potrà succedere.
    Anche perchè se torno a casa dal lavoro e non ho la linea divento una pazza isterica >.<

    Ma le minacce ai tizi del call center non hanno sortito effetti? Capisco che non sia colpa loro (non sempre, almeno) ma magari minacciarli serve a fargli muovere un po' i sederini…

    Mi piace

    • Vuoi la verità? Non credo succederà mai, ma in caso di trasloco (non succederà mai perchè come minimo dovremmo riuscire a vendere prima il nostro appartamento… e sappiamo tutti quanto sia florido e vitale il mercato immobiliare – quando sei tu a dover vendere, ovvio)… ecco, ho tutte le intenzioni di informarmi sullo stato degli impianti esistenti nella zona e farne una discriminante per andarci o meno.

      Perchè più grossa dell’arterio che mi viene quando ho bisogno/voglia di navigare online c’è solo l’arterio che mi fanno venire i call center e le inutili supercazzole che mi rifilano (l’anno scorso arrivarono a dirmi che la colpa poteva essere del frigorifero che interferiva col segnale, quest’anno senza nemmeno farmi spiegare hanno dato direttamente la colpa al nostro router… ed è meglio che io mi fermi qui).

      Mi piace

    • Grazie e auguroni anche a te! 🙂
      Un incoraggiamento in sti giorni fa molto comodo, e non solo per l’ADSL-agonica: proprio ieri ho dovuto portar l’Aquilina dalla pediatra (s’è svegliata dal sonnellino con febbrone verso i 39° e pianto continuo che pareva la scuoiassero) e ci siamo trovati un regalo di Natale extra e anticipato: faringite e principio di otite. Motivo per cui le riferirò con piacere il “bacione”, non appena si sveglierà dal pisolino (l’ho appena messa a nanna). 😉

      Mi piace

  3. L’età media dei miei vicini di casa viaggia sull’ottantina circa, per il resto ci sono solo uffici che alle sette chiudono e alla domenica non sono aperti eppure la connessione la sera e nel week end fa schifo ugualmente come per te. Un giorno comunqueè si è rotta proprio la centralina qui vicino, quella che governerebbe il segnale della linea voce, credo che non c’entra nulla con la linea dati, lo so, ma quando ho visto per caso il tecnico che ci lavorava ho notato un groviglio di fili volanti stile spaghettini “capelli d’angelo”
    Se la manutenzione dell’adsl è simile…. non mi stupisco più di nulla
    Buona Natale
    Elisa

    Mi piace

    • Guarda, qua attorno son praticamente ovunque appartamenti residenziali… questo vorrebbe dire che (tipo) almeno la mattina dovrebbe funzionare abbastanza: ragazzi (quei pochi che ci sono ancora, perchè il quartiere è degli anni ’60… il che vuol dire che ormai in buona misura qua ci risiedono i “nonni”) sicuramente a scuola, adulti a lavoro. Invece nada…
      C’è anche da dire che, l’ultima volta che ho chiamato l’assistenza, quando hanno fatto un check a loro risultava che io mi stessi collegando da “provincia vicina”. Il che significa che non solo c’è di mezzo la mia centralina… ma pure il fatto che il nodo principale non è nemmeno nella mia città, ma (se va bene) in un’altra più grande a 16 km di distanza (situata appunto in “provincia vicina). Immagina quindi che razza di mole di traffico ha da passare per quell’imbuto…

      E per il fatto che la centralina “linea voce” non c’entri con l’ADSL, non ne sono affatto certa (e nel caso spiegherebbe appunto come mai, quando c’è stato quel guasto da te, non andava nemmeno internet). Ti faccio un esempio con linguaggio molto terra terra (che non son pratica granchè nemmeno io, di queste cose): fino a pochi anni fa (e forse in alcune zone ancora adesso) c’erano parecchi paesi “piccoli” o frazioni che non erano raggiungibili dall’ADSL. Perchè? Mica perchè la linea telefonica non c’arrivasse. Semplicemente perchè in quelle zone, per risparmiare, la Telecom invece di ampliare gli impianti attivando nuove linee man mano che arrivavano nuove richieste aveva utilizzato “doppini” già esistenti per i nuovi utenti. Ergo: non si poteva avere l’ADSL perchè il proprio “doppino” invece di essere libero aveva attivata sulla linea dati l’utenza voce di Pincopallo.

      Mi piace

    • Crepi… Telecozz (o meglio: chi intasca soldi fregandosene di far manutenzione/aggiornare gli impianti)! Che i lupi mi son simpatici, dai! 😉
      Auguroni di Buon Natale anche a te!! 🙂

      Mi piace

  4. Pingback: Shunrei-Twitter 0-2 | Gite Mentali

  5. Pingback: Buon 2015! | Gite Mentali

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...