“Un bijou, proprio…”

234223_nuvole-maltempo-pioggiaE’ quello che risponderei se mi chiedeste “Allora, com’è che sono andate ste due settimane?”. Ma solo se vi fermate a “settimane”. Perchè se a qualcuno scappa di aggiungere “… di vacanza?”, allora parte il festival della parolaccia libera e creativa.

Eggià, non sono state delle gran giornate. Mica solo perchè il Consorte stava male… proprio perchè è stato uno di quei periodi in cui non solo non ne va dritta una, ma quelle che van storte pare abbian voglia di fare pure lo slalom.

E’ arrivato l’avviso di pagamento della prima rata delle spese condominiali: a parte che mi arriva il 5 agosto e la scadenza è per il 31 luglio (no, ma stamparlo e spedirlo prima del 28 luglio pareva brutto?), dò per caso un’occhiata ai conteggi e… ennò, non mi quadra il totale (parlando chiaro: non capisco perchè le nostre spese son superiori di 120 € a quelle di altri condomini con i nostri stessi millesimi). Per scrupolo, prima di disporre il bonifico chiedo un controllo all’amministratore di condominio. E per fortuna: “Non capisco… abbiamo sì cambiato gestionale ma il programma importa tutto in automatico dal vecchio, e l’unico residuo dell’anno scorso riportato sbagliato e messo in aumento invece che in detrazione è stato il vostro!”. Al che ho risposto “Guardi, io invece visto il periodo non mi stupisco affatto che se qualcosa è andato storto… sia stato il nostro qualcosa!”.

E’ venuto il muratore a riparare l’intonaco sotto il nostro balcone, che ha deciso di fare un salto di sotto a salutare il balcone dei vicini. E’ vero che il cedimento di quel pezzo di intonaco è successo ancora a luglio, ma i 400 €uri relativi son comunque partiti in questi giorni di gaudio, laddove la spesa settimanale in farmacia ha fatto diretta concorrenza d’importo alla spesa settimanale al supermercato.

La lampadina del faretto del comodino del Consorte è cioccata in un lampo di luce. E ovviamente in casa non ne avevamo di scorta nessun’altra con la “ghiera” piccola…

S’è guastata la stampante-multifunzione. La testina di stampa di punto in bianco ha deciso di dare errore e non ce n’è più stato per nessuno. Lasciatemi smadonnare giusto per le cartucce che eran seminuove (6 mesi di vita, di solito durano un annetto)… perchè questa multifunzione ha durato quasi 4 anni e visto che la precedente è schiattata dopo 3 non so nemmeno se posso lagnarmi. Ovviamente cambiare la testina di stampa è un tantino antieconomico e pure aleatorio (non è detto che sia lei quella “sbagliata”… e se fosse proprio la stampante che non ne legge più nessuna?), così pure come portarla a riparare: l’intero apparecchio – con le 4 cartucce – da nuovo è costato 49 €…

Mi è defunto l’ennesimo mouse del portatile. Vabbè quest’anno è solo il secondo… siamo nella media.

Ma andiamo anche bene, in questa morìa tecnologica: per qualche giorno abbiam temuto di dover mettere in conto (corrente) pure la spesa per un nuovo PC per il Consorte, dopo un disastroso aggiornamento dell’antivirus/firewall sul suo “8 years old” PC (colpa di un riconosciuto baco grosso come un caimano che si verifica quando il programma è installato su sistemi XP – come il vetusto PC del Consorte. Essendo un baco/caimano che si verifica solo su XP, ed essendo che l’XP è stato dichiarato deceduto mesi fa da mamma Microsoft, ovviamente non s’è ritenuto di farci un tubazzo: in fondo, tipo i PC con da (s)Vista in poi – tipo i miei, che han su il 7 – l’aggiornamento l’han digerito daddìo e han fatto pure il ruttino a fine installazione). Per fortuna, dopo almeno 6 formattoni e relative reinstallazioni con sempre nuovi ed originali problemi che venivan fuori da mezz’ora a due ore dalla fine dell’installazione del sistema operativo, dopo ore di ricerche di driver, dll, e quant’altro… ok, il PC del Consorte è risorto. Almeno questa l’abbiam scampata: il sistema è obsoleto e si diventa dementi per renderlo operativo, ma ancora per stavolta c’è stato modo di ripristinarlo (il problema col computer del Consorte è che essendo un PC ormai “vecchio” se per caso qualche componente va a mignotte c’è il caso di non riuscire più a trovarne di compatibili per poter sostituire solo quello che serve).

Poi non c’è stato verso di riuscire a procedere con lo spannolinamento dell’Aquilina. Ma questa ve la tengo per dopo. Quello che posso dirvi qui è che, invece di pranzare, a Ferragosto eravamo al Pronto Soccorso per un repentino peggioramento (nel giro di due ore) della sua presunta “candida con componente batterica” di cui parlavo nell’ultimo post. Che mica era passata con quello che ci aveva dato la pediatra (peraltro nuovamente in ferie la settimana dell’11), figurarsi. E perchè avrebbe dovuto, visto che NON era candida con componente batterica? Finalmente la pediatra dell’ospedale ci ha svelato l’arcano: papulosi infantile con eczema (quindi tutte le robe che le abbiam propinato finora non son servite a un piffero. Anzi). Quello che mi fa incazzare è che se magari la nostra pediatra avesse preso la cosa un po’ meno sottogamba (la faccia della pediatra dell’ospedale quando le ho raccontato della prima diagnosi telefonica sarebbe stata da fotografare), a quest’ora l’Aquilina sarebbe stata guarita da mo’. E noi avremmo almeno un pochino meno di arterio addosso, che dite?

Ciliegina sulla torta: la mattinata precedente, il 14 agosto, l’ho passata dal veterinario, perchè la Shunrei in coda e vibrisse ha attaccato a vomitare schiuma bianca un po’ ovunque e in maniera varia ed eventuale. Difficile capire se mangiasse o visitasse la lettiera regolarmente (visto che tali servizi sono in comune con Leda), ma quando ho notato che non si leccava dalle zampe la pasta al malto per le palle di pelo (a lei non piace, l’unico modo per dargliela è sempre stato imbrattarla e costringerla a pulirsi)… ho iniziato a sudar freddo: gatto che non si lecca, è gatto che non sta affatto bene. Ricerchine in internet, non ne usciva niente di buono (dalla gastrite al blocco intestinale)… ho rotto le scatole per una sera, su FB, anche a Paola dei Gatti, tanto ci stavamo preoccupando (soprattutto perchè non era detto che alla vigilia di Ferragosto il nostro veterinario ci fosse… infatti era in ferie, ma c’era la sostituta). E quindi: assodato un certo inchiodamento intestinale della Ciccia, sotto di olio di vaselina per vedere di sturarla e di Ranidil (la sua versione “veterinaria” non c’era in nessuna farmacia e visto il periodo non era detto che arrivasse in tempo manco ad ordinarla) per calmare la gastrite che s’è fatta venire a forza di rimettere. Tentare monitoraggio delle sue tappe in lettiera, e visita di controllo lunedì 18 (e cioè mentre questo post viene pubblicato).

Vi scrivo solo questo. Al farmacista vicino casa (che ormai è uno dei due che ha iniziato a conoscermi, l’altro è quello della farmacia vicino allo studio della pediatra), mentre calcolavamo quali fossero le dosi del Ranidil rispetto a quelle dello sciroppo per cani, ho detto “Mi scuso per la scurrilità, ma dopo mia figlia che dall’8 luglio ha cuccato tre antibiotici, mio marito in malattia dal 18 luglio per bronchite degenerata in polmonite e ora pure la gatta… ecco, se io avessi l’apposita attrezzatura le assicuro che mi toccherei costantemente!”.

Ok. Nient’altro?

Annunci

17 pensieri su ““Un bijou, proprio…”

    • Guarda, il 25 agosto una mia amica parte per Lourdes. Un pensierino ad escogitare un modo per nascondermi nella sua valigia ammetto di averlo fatto.
      Anche se per la verità un’altra meta che mi alletta parecchio sarebbe pure molto più vicina: la basilica di San Vicinio a Sarsina (FC). Celebre per gli ESORCISMI.

      Mi piace

  1. Mah, dopo aver passato il mio intero mese di ferie in ospedale e aver visto morire mia madre l’altro ieri penso di aver fatto il pieno anch’io… Quando svuoterò la casa c’è anche un computer ma non credo che tu sia di Roma, neh?

    Mi piace

    • So che non serve a granché, ma ti faccio le mie condoglianze per la perdita di tua mamma. Io ci sono passata 2 anni e mezzo fa… Ed è ancora tutto fin troppo “fresco”.
      Sinceramente speravo almeno di essermele tirate addosso tutte io… Mi spiace leggere invece che pure la tua estate è stata ben lontana dal momento di relax che si cercherebbe tutti!!

      Mi piace

  2. Se organizzi il pullmino per le varie visite e pelllegrinaggi io ci sto….
    Il mio amministratore deve essersi dimenticato che dobbiamo pagare il condominio. Ho scritto e non ho ancora ricevuto notizie. Spero siano le ferie.
    L’anno scorso le ho pagate il 31 luglio puntualissima e poi a ottobre mi ha mandato una raccomandata, anzi l’ha mandata a casa di mamma perchè l’alloggio è suo, facendomi chiamare da una genitrice preoccupata; “ma ti sei dimenticata il condominio!”
    Se quest’anno fa lo stesso, senza avermi inviato il conto, lo accoppo
    Buona guarigione a tutta la famiglia, miciotte comprese 🙂
    Elisa da una Torino sempre nuvolosa e piovosa

    Mi piace

    • ‘Ta bon, almeno quella dell’amministratore non è una piaga mia esclusiva… 😀
      Comunque penso pure io che non ti abbiano risposto per via delle ferie. Ma spererei che facciano rientrare dalle vacanze abbastanza neuroni da non romperti le balle per pagamenti non fatti…

      Pensa che io invece ho scoperto il pasticcio per puro caso… Quando CB i siam trasferiti 10 anni fa, per un po’ho controllato i conteggi (nel primo avevo trovato una spesa che toccava ai precedenti proprietari che era stata addebitata sia a loro che a noi)… Ma ultimamente avevo smesso. Ha un bel dire l’amministratore che se ne sarebbero accorti anche loro, prima o poi… Mi permetti il beneficio del dubbio (e pure che 120 € mi fan più comodo sul conto corrente mio e non su quello del condominio)? 😛

      Mi piace

  3. Ecco perchè piovono madonne! o_o
    Certo che la Shunrei evidentemente si sentiva esclusa e ha dovuto partecipare attivamente alla sfilza di malanni che vi è capitata ultimamente… accidenti!

    Mi dispiace un sacco, davvero :(((
    Ma il Consorte e l’Aquilina sono in via di guarigione almeno ora? Spero che d’ora in poi sia tutta in discesa… anche se forse è meglio non dirlo troppo forte.

    Mi piace

    • Io non mi pronuncio, guarda…
      Comunque, il Consorte almeno sta meglio e tra l’altro gli hanno concesso fino a venerdì di ferie… Forse forse ci scappa una sortita al mare per l’Aquilina, venerdì.
      Anche la pupa per ora tiene botta… Il grosso dell’irritazione è sparito.
      Se poi guarisse pure la Ciccia… 😦

      Mi piace

  4. comunque se la cosa può esserti di sollievo ieri pomeriggio la lavapiatti dopo aver eseguito per l’ultima volta il suo lavoro ci ha lasciati… ho trascorso un piacevole pomeriggio a trovarne una da incasso adatta…. la consegnano fra un po’ di giorni… ma tanto, non essendoci il cuoco (lavora da liuzzi a cattolica e ha, quindi, altro da fare) la lavapiatti la usiamo proprio poco :siamo forzatamnte spartani e frugali 😀

    Mi piace

    • Ssshhhhttt,,, che proprio oggi, finito il pranzo, la lavastoviglie ha iniziato il ciclo con un rumore differente dal solito (non so spiegare in che modo, ma non era quello con cui di solito comincia a tirar l’acqua). Tempo 5 minuti ed era tutto normale, ma ti assicuro che sono già sul chi vive…

      Mi piace

      • invece la mia prima ha finito il ciclo regolarmente, poi ha dimenticato di spegnersi e con rumori strani cercava di scaricare dell’acqua che non c’era e di spegnersi (si è spenta solo staccando la spina) abbiamo pensato che avesse bisogno di resettarsi, l’abbiamo vuottata e abbiamo pensato di riattaccarla per farle fare un nuovo lavaggio di prova…. non è resuscitata!

        Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...