Pensiero

Poche ore fa ho ricevuto una brutta notizia: a coronamento di un’estate grigia, inutile scrivere avrei anche fatto a meno di aggiungere al mucchio anche questo ricordo nero.

Questa mattina è venuto a mancare mio zio, marito della sorella di mio padre e tra l’altro anche il mio unico zio (la zia gemella di mia mamma non si è mai sposata)… Quindi “speciale” due volte.

Era malato gravemente da mesi e non era nemmeno un ragazzino (nello spirito sì, quasi fino alla fine), quindi non posso dire che sia stata una sorpresa. Certo che però non mi sarei aspettata che passassero meno di 24 da quando mio padre mi ha detto che lo avevano trasferito perché era peggiorato.

Solo un pensiero, appunto, che in un certo senso rende la perdita in qualche modo più poetica e dolce (per quanto questi aggettivi insoliti si possano associare a un evento simile).

Mio zio è sopravvissuto a mia zia di 12 anni, riuscendo nel frattempo a conoscere due nipotini in più. Scrivendo “12 anni” non sto “buttando lì” una cifra.

Mio zio oggi 5 settembre 2014 è tornato insieme a mia zia, che lo ha preceduto esattamente il 5 settembre 2002.

E insomma… Ammetto che questa coincidenza un po’ mi fa riflettere.

Annunci

5 pensieri su “Pensiero

  1. si, a volte le coincidenze sono curiose ed un po’ riscaldano il cuore. certo ti mancherà, ma che abbia raggiunto sua moglie ed abbia finito di soffrire sono -sia pur misere ma- consolazioni…
    un abbraccio, Renata

    Mi piace

  2. Grazie a tutte e due.

    Quando mio papà mi aveva detto del peggioramento ieri sera, mi aveva avvisata che i dottori non avevano dato grandi speranze (tra l’altro, una delle cose che sarebbero state necessarie per provare a prolungare un po’ la vita di mio zio andava in conflitto col fatto che dovesse comunque esser trasportato tre volte a settimana in altra struttura per la dialisi).
    So che è stupido…ma adesso ho quest’idea della zia che, visto come si stavan mettendo le cose, in qualche modo è intervenuta per evitargli altre sofferenze, soprattutto inutili.

    Mi piace

  3. Magari è un caso, ma so che sono segni che ci aiutano ad affrontare meglio certe situazioni.
    Per quanto mi riguarda, gli anni pari portano sempre con sé alcuni brutti avvenimenti, e pure questo non si è esonerato. Ma vabbé, si va avanti…

    Mi piace

    • Ovvio che c’è sempre qualche eccezione (ho perso mia madre in un anno dispari), però… sarà un caso, ma pure qua gli anni pari tendono ad avere una concentrazione di sfiga maggiore degli altri (per quanto portino anche cose positive: ho conosciuto e sposato il Consorte in due anni pari, per dire)!

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...