Son qua, eh…

Allora, assodato che tra i propositi per il 2015 quello di essere un po’ più presente qui sul blog lo sto decisamente cannando… che vi devo dire, in questo periodo non mi sembra di avere niente di interessante da raccontare. E che si fa se non hai niente di interessante da dire? Stai zitto, che è meglio. E che si fa se tendono ad arrivarti solo notizie brutte (l’ultima purtroppo è di stamattina, e spero solo che a maggio venga fuori dagli esami che i dottori sono stati eccessivamente pessimisti)? Stai zitto due volte.

E’ effettivamente vero che con tutti i fine settimana che stiamo collezionando tappati in casa tra malanni vari non è che possa capitare chissà cosa.Domenica scorsa eravamo invitati al battesimo del bimbo di due nostri amici (e sarebbe anche stata l’occasione per conoscere finalmente il nuovo arrivato… perchè tra un piffero e l’altro, da gennaio non c’era ancora stato modo). Ma… figurarsi, mercoledì porto l’Aquilina alla visita di controllo per la bronchite e ancora non ne è fuori del tutto (la pediatra sconsiglia senza mezzi termini di andare in caso di pioggia: per l’Aquilina non è il caso di stare ore al chiuso in un posto affollato di adulti. E pure se c’è il sole, è lo stesso il caso di non fare avvicinare lei al neonato… che si sa, i pupi di quell’età son tutti immunodepressi. ‘nzomma, tra il rischiare la ricaduta e il portare in giro l'”untrice di neonati”, alla fine abbiam preferito lasciar perdere… keppalle).

Alla fine l’avvenimento dell’ultimo è stato un temporale di ore che ha portato un improvviso calo di temperature di quella quindicina di gradi, questo esattamente sabato… quando – dopo giorni di termometro che segnava 30 anomali gradi al pomeriggio – mi sono decisa a fare il cambio di stagione con i vestiti dell’Aquilina. Manco a dirlo, che tornava freddo. Fatto sta che camera sua sembra quella di qualcuno in procinto di trasloco, perchè per pigrizia già che c’ero ho portato su dal garage pure i vestiti estivi e ho parcheggiato gli scatoloni in un angolo in attesa di tirarli fuori. E per scaramanzia non ho ancora portato in garage i vestiti invernali (quelli ancora buoni per l’anno prossimo).

Intendiamoci, sono capitate anche cose belle, nelle ultime settimane. Una ormai è “vecchia” di quasi un mese: un pranzo in quel di Bologna con 11 splendide mamme conosciute su Feissbuk, la compagine emiliano-romagnola (con un paio di gradite “infiltrazioni” dalle Marche e dalla Toscana) di un gruppo di oltre 60 che da un annetto e mezzo è diventato per me impagabile e insostituibile.

E poi venerdì scorso, quando il favore che mi ha chiesto un’amica si è concluso con un bel pranzetto al sushi wok (e, pappa a parte, due chiacchiere non mi han fatto male).

Per il resto, periodo con poca voglia di prendere iniziative (forse perchè ultimamente qualsiasi progetto o embrione di programma è finito sempre a donnine per qualche motivo. A lungo andare ti stufi delle delusioni, e l’unico modo – sbagliato, lo so – per smettere di collezionarle sembra smettere di avere aspettative)… e di riflesso anche di scrivere (c’è da dire che con il nuovo layout di WordPress mi trovo da cani e oggi non sono nemmeno riuscita a trovare il pulsante per tornare all’editor vecchio… temo che sia stato definitivamente tolto di mezzo. Benone… altra cosa che non mi invoglia per nulla). Non ne sono per niente soddisfatta… ma per il momento va così. Sopportatemi…

Annunci

3 pensieri su “Son qua, eh…

  1. Innanzitutto spero che le ultime brutte notizie non siano poi così brutte e poi… facciamo che te la do io una buona notizia per questo 2015? Il mese scorso è nato il mio secondo Puzzolotto! E pure io ho ridotto drasticamente il tempo online tra blog e fb… Diciamo che adesso, invece dei soliti 3-4 giochini, riesco a fare solo solo Candy Crush. 😛
    Speriamo che la fase grigia finisca con l’arrivo del secondo trimestre, ok?

    Mi piace

      • Eheh, guarda, per adesso va discretamente bene, vuoi perché i bimbi sono entrambi piuttosto bravi, vuoi perché col secondo ci si fanno meno paranoie… Che poi, se tanto mi dà tanto, visto che con la Puzzola eravamo molto easy, con lui rischiamo che le prime pappe gliele facciamo preparare da solo! 😄

        Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...