Il capro espiatorio

… un attimo che finisco di togliere le ragnatele…

Rieccomi qua, dopo un mese e mezzo… e di roba ne è anche capitata, ma a mancare è la voglia di scriverne (e scrivere per forza non fa bene a me, rompe le balle a voi, è perfettamente inutile per il web).

Ma questa è rapida, e credo sia il caso di fare il mea culpa: ci van di mezzo le vacanze di tutti, in fondo.

Non so se avete presente le terroristiche previsioni meteo di aprile per la prossima estate… se qualcuno se le è dimenticate, ecco uno screen per rinfrescarvi la memoria (se ci cliccate si apre l’articolo completo):

Prima

“Osta, 45°C… rischia d’esser peggio del 2003! Fortuna che quest’anno mettiam su il condizionatore…”. Questo il 19 aprile.

Il 5 maggio sono venuti ad installare il condizionatore fisso a casa nostra, appunto.

Ed ecco (se mai ci fosse bisogno di un promemoria, ma ne dubito… almeno, qui da me ha diluviato e grandinato pure ieri) come, l’8 giugno, sono “magicamente” cambiate le previsioni per l’estate…

Dopo

Ebbene sì. A quanto pare abbiamo commesso l’equivalente dell’errore di lavare l’auto nel weekend. Solo che trattandosi di un’opera un po’ più consistente del mettersi a spistolare in cortile con spugna, detergente, canna dell’acqua e cera (per dirla tutta, noi il Qubo lo si porta all’autolavaggio coi rulli. Quella volta ogni paio d’anni, eh… che non ci prenda troppo gusto)… ecco, invece di mandare a donnine un solo fine settimana, abbiam mandato in vacca tutta l’estate.

Ora sapete chi incolpare… 😛

Annunci

3 pensieri su “Il capro espiatorio

  1. io, se va avanti così, non so se arrivo a settambre. un’altra estate come il 2014 non ce la posso fare, ma proprio no. Meglio 45 gradi.

    Mi piace

    • Oddio, 45° anche no… nemmeno ora che in qualche modo siamo riusciti a pararci il didietro (ma solo qui a casa: il Consorte deve comunque farsi le sue 8 ore in officina, senza manco un ventilatore e con la tuta pesante lunga sopra i vestiti e gli scarponi antinfortunistici. Preferirei non restare vedova…)!!!
      Sarò fatta a rovescio, ma io piuttosto preferisco la versione 2014.

      O meglio: l’ideale sarebbe un 30° circa di giorno, circa 20° la notte, e precipitazioni limitate alla fascia oraria 23 (anche 22, va)-8.00 (che mi sembra più che sufficiente per far sfogare le nuvole). Su questo sì che ci metterei la firma…

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...