Tra il viola (spuntato) e il verde (potato)

Mi sembra giusto dedicare qualche riga anche all’evoluzione di quanto ho raccontato nell’ultimo post.

Tanto per cominciare perchè, non volendo e non sapendo, ho preso un granchio ed è giusto mettere i puntini sulle “i”. E poi perchè, a quanto pare, la situazione è un po’ più rosea di quanto non sembrasse venerdì.

Un po’ più rosea perchè il Consorte (che non sarà un meccanico di biciclette, ma che comunque con i metalli ci lavora da quasi 30 anni… oddio, a scriverlo così fa abbastanza impressione! O__O )ha dato una buona controllata alla mia bici e a suo parere la vernice staccata è proprio solo vernice staccata. Da questa botta, magari, o da qualche altra botta presa negli anni scorsi (non sono così maniaca da appuntarmi ogni piccolo sfrego capitato alla bicicletta o procurato dal tempo, che 27 anni non son pochi). Insomma, possibile che la cambieremo… ma alla prima occasione (e offerta) utile e non di fretta e furia.

20399225_10213078699582715_809019093_oPer dirla tutta la situazione è anche un po’ più violacea (ma anche giallina e marroncina, a voler esser pignoli), di quanto non sembrasse venerdì: nei due giorni successivi alla botta hanno continuato a spuntarmi addosso lividi un po’ dappertutto (ora ho capito “cosa” ha assorbito l’impatto… 😀 ): in foto potete vedere il vincitore assoluto per stazza, domiciliato sulla mia coscia sinistra (sono simpatici anche i due che si contendono il mio avambraccio sinistro, ma questo è “the best”).

Ma passiamo alla conclusione con precisazioni. Venerdì sera avevo appunto le scatole ancora piuttosto girate per l’accaduto, e in più il dover passare di lì 4 volte al giorno per le prossime settimane non mi faceva fare i salti di gioia… per non parlare del fatto che durante l’estate quel tratto è utilizzato anche dal CRE che frequenta l’Aquilina quando i bambini vengono portati alla piscina comunale o al parco: insomma, in questo periodo il “traffico” lì è pure maggiore che nel resto dell’anno (così come le possibilità che ricapiti un pasticcio simile).

Così alla fine, già che siamo nell’era dei social network, ho deciso di postare sulla pagina Facebook del Sindaco cosa era capitato la mattina, a causa anche (da quanto io potevo dedurre) dell’incuria nella manutenzione del verde pubblico. E poi amen, è venerdì sera e non ti aspetti niente minimo fino al lunedì, giusto?

Sbagliato. Il sabato intorno all’ora di pranzo scopro che su FB mi ha scritto proprio il Sindaco, mi chiede di riscrivergli al suo indirizzo di posta elettronica. Provvedo, mando le foto… e poi penso che fino a lunedì non ne riparleremo più. Giusto?

Sbagliato di nuovo! Ricevo ulteriore risposta alle 18.32 (di un sabato di fine luglio, per inciso), con promessa di far interessare gli uffici competenti lunedì mattina e di farmi sapere.

Oggi all’ora di pranzo, l’epilogo: nuova e-mail da parte del Sindaco. Sono state fatte alcune verifiche da parte del Comune, e il risultato è che quell’area è sì ad uso pubblico, ma fondamentalmente privata e con onere di manutenzione del condominio che è stato costruito lì qualche anno fa (al posto di una storica fabbrica locale di calze… il nome Omsa vi dice nulla?).

Il passo successivo è stato contattare l’amministratore del condominio (e resta il fatto che sta cavolo di amministrazione condominiale avrebbe dovuto muoversi da un po’ senza aspettare solleciti da parte del comune… e ammaccature da parte mia!) e già oggi pomeriggio… ta-daaaan!

SfalcioCome potete vedere dalle foto qui sopra (scattate poco più di un’ora fa, andando a riprendere l’Aquilina) la famosa siepe è stata potata.

Mi spiace aver “incolpato” chi non c’entrava, seppure in buona fede (va te a sapere la specifica competenza della manutenzione di una siepe tra un parcheggio e una pista ciclabile…). Però stato bello vedere come internet, usato in un certo modo, possa portare risultati utili nella realtà. E lo è stato anche avere dimostrazione di persona del fatto che il Sindaco ci tenga e intervenga a risolvere un problema (tra l’altro non di sua competenza nè diretta nè indiretta) segnalato da una rompiscatole qualsiasi. Insomma, grazie anche da qui!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...