Dolomiti tra gioco, leggende e natura #2

Latemar: MontagnAnimata

P1020908

Sorpresa!

Il secondo “posto speciale” di cui voglio scrivere è un’altra meta dove spendere un’intera giornata… con la premessa che è praticamente impossibile riuscire a fare tutte le attività proposte (e che quindi è abbastanza scontato mettere in programma di tornarci): questa volta si comincia prendendo la funivia di Predazzo, in Val di Fiemme, per arrivare fino al rifugio Gardonè (anche in questo caso, come a Buffaure, c’è la possibilità di aggiungere un secondo tratto in seggiovia fino a Passo Feudo, che consentirebbe di accedere ad ulteriori percorsi, come il Geotrail Dos Capèl… ma anche in questo caso quest’anno ci siamo accontentati della prima tappa).

20170705_112823La magia, questa volta, inizia già con il percorso in cabinovia: potreste salire “a dorso di drago”. O in compagnia di una simpatica mucca o di un paio di scoiattoli. Sto scherzando solo in modo relativo: grazie al concorso “Dipingi una cabina”, qualsiasi bambino che ne abbia voglia può provare a decorare (su carta) una delle cabine della funivia. Ogni anno la migliore viene davvero dipinta riproducendo esattamente come il disegno vincitore e poi messa in funzione!

20227686_10213023905052886_1351205930_oUna volta arrivati al rifugio Gardonè (se vi capita, fate una scivolata in bagno. Non sto scherzando: per arrivare ai servizi c’è davvero uno scivolo che segue le scale!), c’è solo l’imbarazzo della scelta: sono stati predisposti diversi sentieri tematici (il Sentiero dei Draghi o il Sentiero del Pastore Distratto), e lo stesso sentiero può regalare un’avventura completamente diversa a seconda di quale giocolibro ci accompagna. Esatto: al Punto Informazioni sono disponibili (il costo è di 5 €, e comprende anche una scatolina di pastelli e una borsina di stoffa) ben 7 libri diversi per mettersi sulle tracce dei draghi del Latemar, e altri 4 relativi al sentiero del Pastore Distratto.

P1020955Noi la mattina abbiamo seguito le tracce del drago dei vulcani Rogos: il libro ci ha accompagnato attraverso diverse prove (abbiamo lanciato incantesimi, stretto amicizia con le ArcoFalene, esplorato la dimora di un esperto di draghi…), enigmi e scoperte, fino al recupero della prova dell’esistenza dei draghi… prova che riconsegnata al Punto Info ha fruttato all’Aquilina un premio!

20170705_145853

Parte finale del sentiero sensoriale

Dopo pranzo, pur senza libro (toccherà rimediare in futuro, ci è rimasta la curiosità di saperne di più sulle tappe che abbiamo incontrato durante il percorso), abbiamo seguito il sentiero del Pastore Distratto: un’altra passeggiata gradevole e piuttosto semplice. Assolutamente godibile anche senza libro, il sentiero sensoriale che si trova circa a metà percorso, da fare a piedi nudi: all’Aquilina è piaciuto talmente poco che l’ha fatto solo 3 volte andata e ritorno!

20170705_142655

Questo pastore è veramente distratto…

Se rimane tempo, si può fare un giro sull’Alpine Coaster (eggià, ci sono pure le montagne russe! L’Aquilina si è divertita un sacco) o sulla Pista Tubby. Tra l’altro, con il biglietto di queste due attrazioni i bambini possono poi accedere gratuitamente al Parco Giochi dei Draghi, un’area attrezzata non solo con tanti giochi da esterni, ma anche con gazebo coperti dove sedersi a disegnare, colorare o leggere/farsi leggere uno dei tanti libri a disposizione (è disponibile una piccola biblioteca). Se si vuole accedere solo al parco giochi, basta pagare il biglietto di 2 €: l’accesso è comunque consentito per l’intera giornata e per quanto tempo si vuole (per entrare/uscire basta il braccialetto che viene consegnato al Punto Info).

20170705_145357

Giochi d’acqua

A proposito di libri: a parte quelli specifici che accompagnano lungo i sentieri, al Punto Info sono disponibili in vendita anche i libri con le storie complete dei personaggi che popolano la MontagnAnimata. Noi quest’anno abbiamo deciso di portare a casa con noi i Draghi del Latemar: io e l’Aquilina abbiamo terminato di leggerlo la settimana scorsa ed è davvero una storia carina, che permette di godere ancora di più tutti i riferimenti e particolari riprodotti nel sentiero (il prossimo giro sarà ancora più bello!).

Anche qui, come nel Regno del Salvan, è possibile lasciare messaggi e suggerimenti per tutti i personaggi della MontagnAnimata  grazie alle apposite cassette postali (non ditelo all’Aquilina, ma io ho compilato il modulo per chiedere ai draghi di mandarle gli auguri di buon compleanno). Questo il sito ufficiale della MontagnAnimata, con tutte le informazioni  e le attività (anche quelle cui non abbiamo potuto partecipare noi) http://www.montagnanimata.it/

Ho cercato di essere sintetica, ma le cose da raccontare sono decisamente state tante… mi sa che vi tocca una terza puntata. Finale col botto, però: 3 is megl’ che 1! E nel prossimo  e ultimo post vi parlerò appunto di altri 3 posti interessanti.

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...